Trend e-commerce da tenere a mente per avere successo online - Nextre Digital

Trend e-commerce da tenere a mente per avere successo online

In pochissimo tempo le modalità di acquisto dei consumatori sono radicalmente cambiate. Quello che prima era la norma, come andare in un centro commerciale o girare nelle vie dello shopping, ora sembra una realtà lontana. Molte persone hanno scoperto i negozi online, mentre altre hanno incrementato la lista dei prodotti da ordinare in rete.

La crisi legata al Covid-19, è stata un momento di rottura enorme con il passato. E, anche le attività che non avevano uno shop su Internet, hanno deciso di mettersi in gioco e iniziare a sfruttare questo canale pur di resistere.

Ma creare un sito e-commerce non basta per assicurarsi un fatturato interessante. La vendita online si evolve continuamente e, quello che oggi rappresenta come una strategia vincente, domani risulta obsoleto e viene superato da qualche altra innovazione.

Cosa devi fare per mantenere i tuoi clienti? Come puoi aggiornare il tuo sito e la tua strategia di vendita online per essere all’altezza dei tuoi competitor? Sai quali sono le tendenze e-commerce per il 2021?

Uno dei trend più importanti è quello di agevolare il consumatore sempre di più, permettendogli di effettuare i suoi acquisti in maniera semplice. Quindi si va dal boom del social commerce, che permette ai consumatori di effettuare acquisti direttamente dai social all’ headless e-commerce, un’architettura che permette di raggiungere le persone mentre navigano in rete. 

Non solo.

Si parla di implementare più opzioni di pagamento possibile e proporre nuove modalità di acquisto.

Sei pronto per tutto questo? Il tuo e-commerce è in linea con questi trend?

Scopri tutte le tendenze per la vendita online nel 2021 e, se non sei ancora preparato, è il momento di aggiornarti!

1. Social Commerce

trend e-commerce

Gli utenti trascorrono circa due ore al giorno sui social network, quasi la metà del tempo che passano online.

E sai quanti sono gli utenti presenti sulle piattaforme social nel mondo?

Si tratta di 4,20 miliardi! Un numero enorme che continua ad aumentare quotidianamente. Le persone, infatti, amano stare moltissimo tempo sui social tramite mobile, a scorrere e navigare.

Per questo motivo l’esperienza di acquisto sui social assume una valenza importante per il consumatore, poiché non lo distoglie dalla sua app preferita. L’acquisto avviene in un momento di relax, in maniera semplice e immediata.

Visti questi dati, sarebbe assurdo sottovalutare l’impatto della vendita tramite i social network. Nel 2020 il social commerce ha avuto un mercato globale di circa 89,4 miliardi di dollari e si stima che possa raggiungere i 604,5 miliardi di dollari entro i prossimi sette anni.

Sebbene la repentina crescita dello scorso anno sia stata molto favorita dalla crisi del COVID-19, sembra che questo trend sia ormai avviato. Per cui è molto importante cogliere l’occasione e sfruttare l’aumento previsto entro il 2027.

In particolare, fai attenzione alle innovazioni che vengono lanciate periodicamente dai vari social. In genere si tratta di strumenti pensati proprio per facilitare gli acquisti senza uscire dalle app.

2. Creazione di app per e-commerce

A differenza di qualche anno fa, in cui gli utenti tendevano a fare ricerche da mobile e comprare da desktop, le modalità di acquisto sono molto cambiate.

Statista stima che entro quest’anno, quasi il 73% del fatturato degli e-commerce al dettaglio sarà generato tramite dispositivi mobili.

Oltre ad avere un sito mobile responsive, quindi, ha senso offrire agli utenti un’esperienza d’acquisto da  smartphone senza interruzioni.

Come?

Una delle novità per e-commerce più interessanti è lo sviluppo delle PWA, le applicazioni web progressive. Si tratta di una tecnologia che rende i siti meno ingombranti e pesanti, facendoli sembrare simili ad una app.

Si tratta semplicemente di un’alterazione nella visualizzazione ma porta il cliente ad acquistare in maniera più semplice e immediata.

Implementare un PWA può dare uno sprint in più al tuo sito web, facendolo diventare molto più invitante agli occhi del consumatore.

3. Abbonamenti sugli acquisti

trend e-commerce

Parlare di abbonamento per quanto riguarda l’e-commerce può sembrare strano. In genere siamo abituati a pensare agli acquisti online come un’esperienza mordi e fuggi.

In realtà tra i trend e-commerce sui quali puntare questa proposta non può mancare. In particolare, se hai un sito che vende prodotti ciclici.

Ognuno di noi acquista con regolarità articoli come saponi, detergenti, dopobarba, carta igienica, rasoi. Sono prodotti dei quali non si può fare a meno e i clienti sono molto invogliati ad acquistarli con la consegna a domicilio. In più con l’abbonamento hanno anche un risparmio notevole.

Questa formula è molto vantaggiosa per i possessori di shop online poichè permette di calcolare le tue entrate a lungo termine. Così hai un quadro chiaro delle tue prospettive di vendita e puoi sapore in anticipo quanto investire sulla tua crescita.

Il vantaggio è da entrambe le parti:

  • il cliente risparmia e riceve il prodotto a casa, non corre il rischio di rimanere senza e non deve avere il pensiero di andare a ricomprarlo;
  • tu puoi contare su un’entrata programmata e affidabile.

Interessante no?

4. Sostenibilità aziendale

Fare acquisti nel rispetto dell’ambiente è diventato un must per i consumatori. Rispetto a qualche anno fa, le persone sono diventate molto sensibili alle tematiche legate alla sostenibilità e fanno molta più attenzione ai prodotti che acquistano e alle aziende alle quali si rivolgono.

Secondo una ricerca effettuata da Nielsen, ridurre l’impatto ambientale è una delle priorità dei consumatori e il 75% di loro sarebbe disposto a cambiare le proprie abitudini di consumo per questo.

Cambiare la propria filosofia aziendale in questa direzione, quindi, deve essere una priorità. Innanzitutto perché il pianeta non potrà sostenere a lungo questa pressione. Tuttavia è proprio una necessità che hanno i consumatori e che può influire sulle vendite del tuo e-commerce.

Per seguire questo trend e-commerce puoi adottare delle soluzioni che riguardano ogni fase della gestione del tuo shop, dalla scelta di imballaggi ecologici alla riduzione degli sprechi.

Big Commerce ha fornito altri spunti utili che puoi seguire anche tu:

  • Logistica: opta per le spedizioni sostenibili;
  • Imballaggi: riduci gli imballaggi e scegli materiali ecologici o riciclati;
  • Produzione: riduci gli sprechi energetici e il consumo di acqua. Utilizza energia proveniente da fonti naturali (pannelli solari, pale eoliche, etc.);
  • Articoli: cerca di inserire tra le tue proposte, prodotti che supportano la sostenibilità;
  • ritira gli articoli usati e rivendili.

Potresti anche pensare di convertire la tua azienda ad un modello di economia circolare, in cui il prodotto, una volta utilizzato non finisce in discarica ma viene riciclato in ogni sua parte.

5. Consigli d’acquisto personalizzati

In un momento in cui i rapporti umani stanno sempre più scemando a causa della pandemia e dei lockdown, le persone sentono più che mai il bisogno di avere relazioni reali e personalizzate. Questo concetto si sta diffondendo sempre più anche negli acquisti online.

Molti negozi fisici, infatti si stanno svuotando e stanno abbassando le serrande. Altri stanno riducendo sempre di più il contatto e l’assistenza.

Questo porta alla necessità di una personalizzazione anche per quanto riguarda la vendita su internet.

Le attività che non hanno ancora preso questa direzione rischiano di sparire molto presto.

Come puoi fare?

Offri ai tuoi clienti umanità e personalizzazione, attraverso conversazioni naturali e consigli sui prodotti su misura.

Per capire cosa vogliono e chi sono, analizza i loro comportamenti di ricerca, valuta come si muovono sul tuo sito. In questo modo potrai offrirgli un’esperienza d’acquisto unica e pensata per loro. E per te avrai un riscontro interessante dal punto di vista economico.

6. Separazione tra back-end e front-end

trend e-commerce

Detto anche Headless e-commerce (commercio senza testa), si tratta di una tendenza che avrà molto successo nell’e-commerce.

Si tratta di un’architettura che separa il front-end di presentazione al pubblico e il back-end di gestione dei prodotti in vendita delle applicazioni di e-commerce.

Questo consente al cliente di effettuare un acquisto laddove ha visualizzato il prodotto, senza dover accedere al sito istituzionale dell’azienda. Il processo di acquisto così si velocizza e diventa più semplice e immediato, portando ad un incremento notevole delle vendite.

In questo modo ogni brand può muoversi come preferisce, arricchendo l’esperienza dei propri clienti.

L’attenzione, quindi, non è più sui canali ma sui singoli prodotti e sul cliente.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione per il digital marketing perché non si deve più lavorare sull’esposizione del prodotto ma sul percorso che fa il cliente quando naviga in rete.

L’headless e-commerce è un sistema intelligente di rapportarsi al cliente che ti permette di avere un business più redditizio.

7. Opzioni di pagamento diversificate

trend e-commerce

Ti è mai capitato di andare via da un negozio perché accettava solo contanti? Oppure di dover abbandonare degli oggetti in cassa perché la tua carta di credito non era inserita tra le modalità di pagamento?

L’abbandono dei carrelli è un fenomeno che costituisce uno dei problemi più sentiti da chi si occupa di vendita online. La rinuncia alla merce selezionata avviene spesso proprio nella fase del pagamento, quando il consumatore si accorge che, tra le modalità di pagamento previste, non compare l’opzione che utilizza solitamente.

L’esperienza di acquisto così assume una connotazione negativa e accade che il cliente decida di non tornare mai più su un determinato sito.

Per rimuovere questo attrito nell’esperienza di acquisto, offri tutte le opzioni di pagamento possibili, in modo che il tuo cliente non rimanga deluso e lasci il sito.

Fai sì che il tuo negozio sia attrezzato per gestire qualsiasi modalità di pagamento, da Paypal ad Amazon Pay, da Shopify Pay a Satispay.

Vedrai che, dando al cliente la possibilità di scegliere, avrai un duplice risultato:

  • lui sarà soddisfatto della sua esperienza d’acquisto e concluderà la sua spesa;
  • tu riuscirai a ridurre il numero dei carrelli abbandonati e vedrai entrare pagamenti da fonti diverse.

8. Commercio vocale

trend e-commerce

Hai mai sentito parlare degli altoparlanti intelligenti? E del commercio vocale?

La tecnologia ormai occupa ogni angolo delle nostre case e ci segue in tutti gli spostamenti quotidiani. Gli altoparlanti vocali sono già entrati nella quotidianità di molte famiglie, facendo scoprire un comfort al quale è sempre più difficile rinunciare.

Questi dispositivi hanno anche dato un forte input ai negozi di vendita online rendendo il commercio vocale uno dei trend e-commerce più in crescita.

Si stima che il voice commerce raggiungerà quota 40 miliardi di dollari entro il 2022 e rappresenterà una grandissima parte delle vendite al dettaglio. Considera che, nel 2017, il fatturato delle vendite effettuate tramite comandi vocali era di soli 2 miliardi di dollari.

Si tratta di una crescita che oscilla intorno al 2000%. Una percentuale interessante non credi?

Sei pronto a ottimizzare il tuo e-commerce

Il mondo della vendita online è molto cambiato. Con la crisi legata al Covid-19 ha subìto un’accelerazione molto forte e, per portare avanti con successo il tuo negozio di vendita online, non puoi adagiarti sugli allori.

La tendenza principale è rendere l’esperienza di acquisto del cliente sempre più semplice, con l’uso di nuove tecnologie e tecniche di marketing digitale.

  • Il social commerce sta spopolando, poiché permette di acquistare direttamente dai social network, senza dover lasciare l’app e interrompere la navigazione.
  • Le app web progressive stanno ottenendo sempre più consensi, poichè rendono l’acquisto semplice e intuitivo.
  • La sostenibilità è diventata un must. L’attenzione all’ambiente è diventata una priorità e rendere la tua azienda sostenibile può aiutarti a distinguerti dai competitor.
  • La personalizzazione è un’altra delle tendenze e-commerce principali e può portare un ritorno notevole per il tuo shop.
  • Il commercio vocale si sviluppando a gran velocità e stima una crescita del 2000% entro il 2022.

Insomma, l’e-commerce sta diventando sempre più al servizio del cliente, offrendo personalizzazione, facilità di pagamento, esperienza utente semplice e ottimale.

Com’è il tuo negozio e-commerce? Stai già seguendo alcune di queste di tendenze per il commercio elettronico?

Ricorda che nella vendita online non puoi rischiare di rimanere indietro.

Se vuoi un’analisi più approfondita sul tuo sito e-commerce, contattaci tramite il form. Siamo a tua disposizione per maggiori informazioni e per aiutarti ad avere un e-commerce che performa alla grande.

Sara Carnovale

Curiosa, appassionata e sognatrice, faccio capolino nella vita delle persone per capire quanto da raccontare ci sia in ognuna di loro. Amo le parole e le infinite possibilità che danno. Scrivo da sempre e osservo con attenzione tutto e tutti. Con la mia laurea in Scienze della Comunicazione nascosta nel cassetto, cerco di non farmi sfuggire le evoluzioni del web marketing, sicura di poter trarre ispirazione da qualunque cosa.