Chat with us, powered by LiveChat

Come e perché trasferire un sito su WordPress

Stai pensando di trasferire il tuo sito web su WordPress?

Milioni di utenti in tutto il mondo hanno scelto di creare un sito web in WordPress.

esempio sito wordpress
Il New York times è un esempio di sito sviluppato in WordPress
Credits: @The New York Times

Dagli aspiranti blogger ai giganti dell’informazione, sono tantissimi gli utenti che scelgono di creare un nuovo sito in WordPress e si dichiarano soddisfatti.

Se stai prendendo in considerazione di migrare il tuo sito, ora ti spiegheremo perché la tua è una decisione saggia e ti indicheremo come farlo in modo molto semplice.

Perché trasferire un sito su WordPress

Ma quali sono i motivi che spingono gli utenti a lasciare la vecchia piattaforma per trasferire il proprio sito web su WordPress?

È facile da usare

Siti web e blog aziendali in WordPress possono essere facilmente gestiti da chiunque.

Non serve che tu abbia conoscenze di web design o di programmazione.

WordPress è talmente semplice e intuitivo che possono utilizzarlo davvero tutti, anche chi è alle prime armi.

Questo ti permette di lavorare in autonomia: sarai tu a gestire direttamente il tuo sito.

WordPress è totalmente personalizzabile

Esistono migliaia di temi e plug-in utilizzabili per creare il un sito in WordPress.

Avrai l’imbarazzo della scelta per personalizzare ogni singolo aspetto del tuo nuovo sito web.

trasferire sito su WordPress- temi

Perché la personalizzazione di un sito è tanto importante?

Un sito creato su misura per le necessità tue e del tuo pubblico ti permetterà di rendere la user experience più confortevole.

Questo porterà gli utenti a scegliere te e non un tuo concorrente.

WordPress è SEO friendly

WordPress è un Content Management Sistem (CMS) che possiede alcune caratteristiche che lo rendono SEO friendly, cioè predisposto ad un buon posizionamento sui motori di ricerca.

La piattaforma utilizza un codice molto semplice.

Questo permette ai motori di ricerca di indicizzare e categorizzare i siti WordPress più velocemente e facilmente rispetto ai siti in altri CMS.

Tuttavia ti ricordiamo che utilizzare un CMS SEO friendly e fare una buona ottimizzazione SEO sono due cose diverse.

Certo, entrambe contribuiscono al posizionamento nella pagina dei risultati dei motori di ricerca, ma avere un sito (anche se ben fatto) su WordPress non servirà a nulla senza una strategia di ottimizzazione.

Ti aiuta a coinvolgere gli utenti

WordPress ti permette di creare e gestire un blog aziendale in modo molto semplice e intuitivo.

trasferire sito su WordPress- esempio blog aziendale
Esempio di un blog creato con WordPress

Perché avere un blog aziendale?

Un blog aziendale non solo è fondamentale dal punto di vista del content marketing, ma ti permette anche di coinvolgere gli utenti in modo diretto, superando i limiti della comunicazione online.

Ad esempio, potrai scrivere post che i tuoi utenti potranno leggere e commentare.

In questo modo si creerà un’atmosfera interattiva dove la tua audience si sentirà sempre più coinvolta e la tua azienda risulterà aperta al dialogo.

Costruisci un piano efficace per trasferire il tuo sito su WordPress

Ora che hai capito i motivi per cui migrare un sito dal vecchio CMS a WordPress si rivelerà una scelta vincente, non ci resta che vedere come farlo.

Trasferire un sito web richiede innanzitutto una pianificazione accurata del processo di migrazione.

Dovrai innanzitutto guardare al tuo attuale sito per valutarne i contenuti e dovrai pensare all’aspetto e alle funzionalità che vorrai inserire nel tuo nuovo sito WordPress.

Il modo più semplice per pianificare il trasferimento dal tuo CMS attuale è quello di costruire un piano a partire dalle caratteristiche di WordPress.

Cioè, pianificare i vari passaggi tenendo ben in mente il CMS di destinazione.

Principali attività per la pianificazione della migrazione

In questa sezione scoprirai le principali attività da svolgere prima di migrare il tuo sito.

Riorganizza il contenuto esistente

Innanzi tutto dovrai identificare i contenuti del tuo sito corrente e riorganizzarli in due categorie: pagine e post.

Come distinguere i tipi di contenuto?

Molto semplicemente le pagine sono i contenuti statici, che non cambiano nel tempo.

I post sono invece i contenuti che vengono aggiornati periodicamente, in base a ciò che vuoi comunicare al tuo pubblico.

Ti faccio un esempio:

Supponiamo che il sito web che vuoi trasferire su WordPress riguardi un ristorante.

La home del sito, la sezione dedicata ai contatti per le prenotazioni e alla presentazione del menù sono tutte classificate come pagine.

trasferire sito su WordPress- categorie pagine sito
credits @LaParolaccia

Tutti i contenuti che riguardano le news, gli eventi organizzati e le promozioni andranno invece classificati come post.

Scegli il giusto Hosting

L’hosting è un servizio di rete che ti consente di inserire le pagine del tuo sito web su un server.

Come scegliere l’hosting per il tuo nuovo sito?

La possibilità di scelta è molto ampia e dovrai valutare attentamente la tua decisione.

Potresti essere attratto da un hosting economico, ma questo potrebbe penalizzare (non di poco) le prestazioni del tuo sito.

Nel caso tu non abbia le conoscenze necessarie per prendere questa delicata decisione ti consiglio di affidarti ad un esperto del settore, che saprà valutare al meglio le tue esigenze.

Pianifica la struttura del nuovo sito

Prima di trasferire il tuo sito dal vecchio CMS a WordPress dovrai pianificarne la struttura.

In questa fase dovrai scegliere un nome per il nuovo dominio e ripensare il menù di navigazione.

  • Scelta del nuovo dominio: l’opzione ottimale per la scelta del nuovo dominio WordPress sarebbe quella di mantenere il dominio precedente.

In questo modo eviterai di danneggiare il tuo punteggio SEO.

  • Pianifica il menù: il menù di un sito web è di fondamentale importanza per una buona esperienza dell’utente.
sito wordpress- menù di navigazione Nextre Digital

Pianifica attentamente la struttura dei contenuti, in modo che la navigazione risulti semplice e intuitiva.

Presta attenzione ai cambiamenti SEO

WordPress offre numerosi strumenti per aiutarti nella SEO.

Fondamentale è quindi conoscere tutte le strategia per fare SEO su WordPress.

Se nel tuo sito attuale hai,ad esempio, delle URL personalizzate assicurati che esse siano ancora funzionanti dopo aver trasferito il tuo sito su WordPress.

Contact Form e Spam

Inserire form di contatto attraverso cui gli utenti possono interagire con te è molto importante.

esempio form contatti

Agli occhi dei visitatori risulterai più aperto a suggerimenti, feedback e proposte.

Esistono vari tipi di form tra cui potrai scegliere, puoi dare un’occhiata ai plugin disponibili cliccando qui.

Sai qual è la spina del fianco di tutti i siti web e soprattutto dei blog?

Lo spam.

Ma fortunatamente se decidi di trasferire il tuo sito su WordPress hai la possibilità di installare un plug-in anti spam.

I plugin anti-spam controllano i commenti e le richieste di contatto, proteggendoti dai contenuti malevoli.

Scegli un Tema

La scelta di un tema per il tuo nuovo sito è un passaggio molto importante. Potrai scegliere tra temi gratuiti oppure a pagamento.

Se il sito che intendi trasferire su WordPress è un sito web amatoriale puoi optare senza problemi per un tema gratuito.

Tuttavia, i temi gratuiti non offrono tutte le funzionalità necessarie per la gestione di un sito professionale.

Un’altra importante caratteristica che dovrai tenere a mente per la scelta del tema è la velocità.

Il tema dovrà essere in grado di caricarsi velocemente oppure il tuo nuovo sito sarà penalizzato dal punto di vista SEO.

Scegli un plugin per effettuare il backup

WordPress è certamente un CMS sicuro per gestire il tuo sito.

Tuttavia errori di codice, attacchi informatici e malware potrebbero causare la scomparsa del tuo sito in WordPress.

Come difendersi da questa possibilità?

Installa un plugin per effettuare dei backup automatici, anche se possiedi un budget ridotto.

Non te ne pentirai!

Vuoi trasferire un E-commerce in WordPress?

Se il sito che stai per trasferire in WordPress è un e-commerce ti consiglio di installare Woocommerce.

sito wordpress - Woocommerce plugin
Credits: @WordPress

Quindi, come migrare un sito su WordPress?

Abbiamo visto le principali attività da svolgere per migrare un sito in WordPress.

Una volta elaborato il piano per trasferire il tuo sito su WordPress, bisogna metterlo in atto.

Da dove iniziare?

Te lo spieghiamo passo dopo passo:

  1. effettua il backup del tuo vecchio sito;
  2. installa l’ultima versione di WordPress;
  3. disabilita la Search Engine Visibility, per non indicizzare il tuo sito web sui motori di ricerca fino a quando non sarà ultimato;
  4. importa i contenuti dal vecchio CMS a WordPress;
  5. organizza i contenuti creando categorie, sottocategorie, tag, widget e menù;
  6. installa il tema prescelto e i plugin che ritieni essenziali;
  7. costruisci una mappa del sito o sitemap XML che rende più facile l’indicizzazione del tuo sito per i motori di ricerca;
  8. controlla i link periodicamente aggiornando quelli rilevanti o quelli rotti;
  9. diventa visibile riattivando la search engine visibility e vai online!

È ora di migrare

Scegliere di trasferire il tuo sito su WordPress è una delle migliori decisioni che tu possa prendere per migliorare la tua attività online.

WordPress è un CMS versatile che riuscirà a soddisfare ogni tua necessità.

Siamo riusciti a darti tutte le risposte che cercavi in questo articolo, nonostante la vastità dell’argomento che abbiamo trattato?

Nel caso tu abbia qualche dubbio irrisolto, non esitare a contattarci.

Nextre Digital, ormai da anni, si occupa della creazione di siti web in WordPress.

Il nostro team di esperti sarà lieto di assisterti per soddisfare ogni tua esigenza.

Puoi contattarci compilando il form che trovi in questa pagina, saremo lieti di mettere le nostre conoscenze al tuo servizio e aiutarti a trasferire e gestire il tuo sito su WordPress!

Lorenza Zanetti

Studentessa, viaggiatrice e bevitrice di caffè professionista. A volte scrivo qualcosa.