SEO

Strategia SEO: come crearla, esempi, errori da evitare (2024)

Apr 09 2024

Vuoi far crescere il tuo business online in modo esponenziale e raggiungere un pubblico sempre più vasto? La risposta alle tue esigenze è molto semplice: ti serve una strategia SEO.

Ma cosa significa esattamente SEO? Spiegheremo tra poco, e nel dettaglio, il significato di strategia SEO. Per ora sappi che questo insieme di tecniche è fondamentale se vuoi migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca.

Già da questa prima informazione puoi capire come mai è così importante…

Perché la maggior parte degli utenti, soprattutto nel 2024, cerca informazioni, prodotti o servizi online utilizzando i motori di ricerca.

Se il tuo sito web non compare tra i primi risultati, le possibilità che gli utenti lo trovino sono molto basse. 

Ma non si tratta solo di apparire tra i primi risultati di ricerca: una buona strategia SEO ti permette anche di creare contenuti ottimizzati, di scegliere le parole chiave giuste, di creare backlink di qualità e tanto altro ancora.

In pratica, la SEO ti aiuta a migliorare la qualità del tuo sito web e a fornire un’esperienza utente ottimale, che è essenziale per fidelizzare i tuoi visitatori.

Ma da cosa è composta una strategia SEO? Come ne puoi creare una efficace? Come si adatta a un sito particolare come può essere un e-commerce? Continua a leggere e lo scoprirai!

Strategia SEO: significato e importanza

La SEO, acronimo di “Search Engine Optimization”, è una serie di tecniche impiegate per aumentare la visibilità e il posizionamento di un sito web su motori di ricerca come Google, Bing o Yahoo. 

Quando parliamo di strategia SEO ci stiamo riferendo all’insieme di tutte le attività pianificate e mirate a migliorare la posizione di un sito web nei risultati di ricerca organici.

Una buona strategia SEO permette di scalare le graduatorie dei risultati dei motori di ricerca i quali, se analizzano e valutano positivamente il sito e i contenuti visivi all’interno, lo premiano e gli regalano un buon posizionamento nella SERP (Search Engine Result Page) garantendogli maggiore visibilità nella ricerca degli utenti. 

Inoltre, la SEO può essere un ottimo strumento per migliorare l’esperienza degli utenti, la qualità dei contenuti e l’usabilità del sito.

Strategie SEO: tecniche e strumenti

Le tecniche, le strategie e gli strumenti utilizzati per la SEO sono in continua evoluzione, ma l’obiettivo finale rimane sempre lo stesso: migliorare la visibilità del sito web e raggiungere il pubblico giusto al momento giusto.

Per ottenere risultati concreti in termini di posizionamento sui motori di ricerca è importante utilizzare gli strumenti SEO giusti. Vediamoli insieme.

Tecniche e strumenti utilizzati nella strategia SEO

Le tecniche e gli strumenti utilizzati nella strategia SEO sono vari e dipendono dagli obiettivi e dalle caratteristiche del sito web da ottimizzare. 

Per farti capire di cosa stiamo parlando, di seguito ti citiamo alcune delle tecniche più utilizzate nelle strategie SEO:

  • Keyword research: la ricerca delle parole chiave, ovvero delle parole o frasi che gli utenti digitano nei motori di ricerca per trovare informazioni o prodotti;
  • Ottimizzazione dei contenuti: i contenuti devono essere scritti in modo chiaro e preciso e devono includere le parole chiave strategiche per il sito;
  • Ottimizzazione on-page: comprende la messa a punto delle pagine web del sito, ad esempio la meta description, il titolo, la struttura dei contenuti, le immagini, ecc.;
  • Link building: consiste nella creazione di link in entrata al sito da altre pagine web, questi link devono provenire da fonti autorevoli e rilevanti per il settore;
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca locali: se la tua impresa ha anche una posizione fisica, come un negozio, è importante ottimizzare il sito per i motori di ricerca locali;
  • Ottimizzazione per i dispositivi mobili: il sito deve essere facile da navigare e leggere su dispositivi mobili come smartphone e tablet;
  • Monitoraggio e analisi dei risultati: è importante monitorare il posizionamento del sito nei motori di ricerca e analizzare le metriche per capire come migliorare la strategia SEO;
  • Utilizzo di strumenti SEO: ci sono numerosi strumenti che possono aiutare nella strategia SEO, ad esempio Google Analytics, Semrush, Ahrefs, Moz e altri.

Sfruttiamo l’ultimo punto che abbiamo appena citato per vedere insieme alcuni degli strumenti SEO che dovresti assolutamente conoscere. 

Tool e software utili ad attuare una strategia SEO

Fare SEO è più complesso di quello che ti potresti aspettare, ecco perché sono nati degli appositi strumenti che aiutano gli esperti del settore nel loro lavoro. 

Per attuare una strategia SEO efficace ci sono diversi tool e software che svolgono varie attività di analisi, ottimizzazione e monitoraggio del tuo sito web. 

Tra i più utilizzati troviamo:

  • Google Search Console: uno strumento gratuito offerto da Google che permette di verificare lo stato di salute del tuo sito web, inviare la sitemap, richiedere l’indicizzazione delle pagine, controllare le performance e le parole chiave che portano traffico al sito;
  • Google Analytics: uno strumento di analisi del traffico web che offre dati e statistiche sul comportamento degli utenti sul sito, le fonti di traffico, le conversioni, i contenuti più visitati e molto altro;
  • SEOZoom: una suite SEO tutta italiana che permette di analizzare i competitor, il mercato e le parole chiave più rilevanti per il proprio settore, oltre a offrire strumenti per l’ottimizzazione On Site e Off Site del sito (ne parleremo tra poco); 
  • Semrush: una suite SEO molto famosa e completa che ti offre strumenti per la keyword research, l’analisi dei backlink, l’audit tecnico, il content marketing e molto altro;
  • Screaming Frog: un software SEO che ti permette di analizzare ogni aspetto tecnico del tuo sito web come i tag title, le meta description, gli heading, i link interni ed esterni, gli errori 404 e molto altro;
  • Ahrefs: uno strumento SEO molto potente per l’analisi dei backlink, ovvero i link che puntano al sito web da altri siti, aiuta a scoprire le fonti di link dei competitor e a trovare nuove opportunità di link building.

Oltre a questi ci sono tantissimi altri strumenti, ciascuno con la sua funzione specifica per lavorare su un ogni aspetto della SEO. 

Strategia SEO: come crearla

Per creare una strategia SEO efficace devi sapere qual è lo stato del tuo sito web al momento attuale, conoscere la sua storicità e sapere fin dove vuoi (e puoi) portarlo. 

Vedremo più avanti, nel dettaglio, quali sono le diverse fasi per creare una strategia. Per ora cerchiamo di capire dove bisogna concentrare la propria attenzione:

  • Definire il target: comprendere il proprio pubblico target, interrogandosi sui suoi desideri e necessità, è fondamentale. Questo processo ti permetterà di sviluppare una strategia di contenuto efficace, scegliendo con cura i contenuti da mettere in evidenza;
  • Definire il budget: in base ai risultati che desideri ottenere attraverso la SEO, devi avere in mente un budget preciso da dedicare a questa parte (fondamentale) della tua attività;
  • Definire le attuali performance SEO utilizzando gli strumenti che abbiamo elencato prima per controllare il traffico organico, la posizione nella SERP, le parole chiave più cliccate, ecc.;
  • Analizzare le strategie SEO dei competitor per scoprire quali parole chiave usano, quali contenuti creano, quali link ottengono e quali sono i loro punti di forza e di debolezza;
  • Impostare obiettivi e KPI per misurare il successo della strategia SEO;
  • Definire le keyword principali e le pillar page, ovvero le pagine principali del sito web che trattano gli argomenti più importanti per il tuo settore e il tuo pubblico;
  • Trovare keyword long-tail e definire il contenuto dei cluster, ovvero delle pagine secondarie che approfondiscono gli argomenti delle pillar page con parole chiave più specifiche e meno competitive;
  • Realizzare un audit sui contenuti del sito web, ovvero una valutazione della qualità, della rilevanza e dell’ottimizzazione dei tuoi contenuti esistenti;
  • Fare bene la SEO On Site, ovvero l’ottimizzazione dei singoli elementi delle pagine web che influenzano il posizionamento nei motori di ricerca;
  • Trovare e risolvere i problemi di SEO tecnica, ovvero l’ottimizzazione della struttura tecnica del tuo sito web che influisce sulla sua indicizzazione e fruibilità da parte dei motori di ricerca e degli utenti.

Inoltre, ricorda sempre che parte tutto da com’è sviluppato il tuo sito web. Un sito ottimizzato, che punta sulla User Experience e che rende facilmente fruibile la navigazione all’interno di esso, verrà premiato dai motori di ricerca.

SEO

Scopri come possiamo aiutarti a ottenere più traffico sul tuo sito web o sul tuo negozio online.

  • Strategia SEO
  • Content Marketing
  • Ottimizzazione sito/e-commerce

L’analisi dei dati è poi un’altra parte fondamentale del lavoro che devi svolgere all’interno del tuo sito web. Come accennato in precedenza, puoi utilizzare Google Analytics per ottenere tutte le informazioni utili a prendere decisioni su come ottimizzare il traffico verso il tuo spazio online. In questo modo, potrai anche comprendere in maniera più completa da dove proviene il traffico e, di conseguenza, personalizzare la tua offerta in base alle preferenze degli utenti.

Infine, mantenersi aggiornati su tutte le tendenze correnti rappresenta una sfida significativa per gli specialisti SEO. Tuttavia, numerose risorse online (tra cui Semrush e HubSpot) facilitano l’acquisizione di nuove conoscenze relative al mondo SEO e agli aggiornamenti più recenti. È essenziale identificare i trend emergenti che potrebbero impattare il tuo sito web e la tua strategia SEO.

Queste sono buone pratiche valide per ogni sito web. Ma potrebbe darsi che tu abbia un e-commerce, cosa cambia in questo caso? Lo vediamo subito. 

Strategie SEO per l’e-commerce

Le strategie SEO per l’e-commerce hanno alcune peculiarità rispetto a quelle per un sito normale perché devono tenere conto delle specifiche esigenze e sfide di un negozio online. 

In un e-commerce c’è la necessità di: 

  • Ottimizzare le pagine prodotto: sono le principali pagine di destinazione per gli utenti che cercano di acquistare qualcosa e devono contenere informazioni chiare e complete sul prodotto, parole chiave rilevanti e competitive, immagini di qualità, recensioni dei clienti e call to action;
  • Gestire le categorie e i filtri: sono fondamentali per aiutare gli utenti a navigare tra i vari prodotti e trovare quello che cercano, devono quindi essere strutturati in modo logico e coerente, evitando la duplicazione dei contenuti e l’eccessiva frammentazione delle pagine;
  • Creare contenuti aggiuntivi: sono utili a fornire valore e a differenziarsi dai competitor come blog post, guide, video, infografiche o altri formati che trattano argomenti correlati ai prodotti venduti e che rispondono alle domande e ai bisogni degli utenti;
  • Implementare una strategia di link building: servono ad aumentare la reputazione e la popolarità del sito web agli occhi dei motori di ricerca e degli utenti, per l’e-commerce sono il guest posting, le recensioni dei prodotti, le collaborazioni con influencer o blogger.

Inoltre, se possiedi anche un negozio o un ufficio fisico, puoi richiedere la tua scheda di Google My Business, in maniera tale da comparire tra i primi risultati se un potenziale cliente svolge una ricerca in un’area vicina a quella in cui operi.

Quindi, come vedi, non basta conoscere le principali tecniche SEO ma anche sapere come applicarle nel modo giusto rispetto al caso specifico. 

Strategia SEO: le diverse fasi

Nonostante le differenze che abbiamo appena visto, ci sono delle fasi comuni a qualsiasi sito web. Cerchiamo quindi di entrare nel dettaglio delle principali fasi che compongono una strategia SEO. 

Analisi e definizione obiettivi e KPI

L’analisi e la definizione degli obiettivi e dei KPI in una strategia SEO sono passaggi fondamentali per pianificare le azioni da intraprendere, misurare i progressi e i risultati e valutare il ritorno sull’investimento. 

Su entrambi gli aspetti ci sono delle considerazioni da fare:

  • Gli obiettivi devono essere SMART: significa che devono essere Specifici, Misurabili, Attuabili, Rilevanti e Temporizzati, quindi in linea con gli obiettivi di business dell’azienda o del reparto e devono essere chiari e condivisi da tutti gli stakeholder;
  • I KPI sono gli indicatori chiave di prestazione che servono a monitorare il raggiungimento degli obiettivi, vanno scelti in base alla rilevanza, alla facilità di misurazione e alla correlazione con gli obiettivi.

Alcuni esempi di obiettivi e KPI SEO sono: aumentare il traffico organico, migliorare il posizionamento delle parole chiave, incrementare le conversioni, generare un ritorno sull’investimento (ROI). 

Come si analizzano e definiscono gli obiettivi e i KPI SEO? Sempre attraverso gli strumenti di analisi e monitoraggio come Google Search Console, Google Analytics, Semrush o altri. 

Analisi competitor

L’analisi dei competitor in una strategia SEO è fondamentale. È quell’attività che ti permette di raccogliere e valutare le informazioni sui rivali online per capire quali sono le loro strategie, i loro punti di forza e di debolezza e le opportunità da sfruttare. 

Alcuni dei passaggi da seguire sono:

  • Identificare i principali competitor: sono i siti web che offrono prodotti o servizi simili ai tuoi e che si posizionano bene per le parole chiave rilevanti per il tuo settore;
  • Analizzare le parole chiave dei competitor: sono le query di ricerca per cui si posizionano e che generano traffico organico al loro sito web;
  • Analizzare i contenuti dei competitor: esaminare la qualità, la lunghezza, la frequenza, la struttura e l’ottimizzazione dei contenuti prodotti dai concorrenti;
  • Analizzare i link dei competitor: quindi i collegamenti che ricevono da altri siti web e che aumentano la loro autorità e popolarità agli occhi dei motori di ricerca;
  • Analizzare le performance tecniche dei competitor: ossia gli aspetti tecnici che influenzano l’indicizzazione e la fruibilità del loro sito web da parte dei motori di ricerca e degli utenti con strumenti come Google PageSpeed Insights o Lighthouse per valutare la velocità di caricamento, la sicurezza HTTPS, la versione mobile responsive e altri fattori.

Nessuna strategia SEO è davvero efficace se non dà il giusto peso agli altri player già presenti sul mercato. 

SEO Audit

Il SEO Audit è un processo di analisi e verifica del sito web per individuare e risolvere i problemi che possono influire negativamente sul posizionamento sui motori di ricerca e sull’esperienza degli utenti. 

Alcuni dei passaggi da seguire sono:

  • Verificare che il sito web sia correttamente scansionato, indicizzato e visualizzato da Google usando strumenti come Google Search Console o Site Audit di Semrush;
  • Controllare il sito web per problemi di SEO On Site, come la struttura delle URL, i tag HTML, i meta tag, i contenuti, le parole chiave, lo schema e altri elementi;
  • Esaminare la SEO Off Site come i backlink, le citazioni, le recensioni e la presenza sui social media, per valutare la popolarità e l’autorità del sito web;
  • Verificare che il sito web offra una buona esperienza utente sia per utenti mobili che desktop, misurando la velocità di caricamento, la sicurezza HTTPS, la versione mobile responsive e altri fattori;
  • Ottimizzare le parole chiave dei contenuti usando strumenti come Semrush o Ahrefs per scoprire le query di ricerca più rilevanti e competitive per il tuo settore;
  • Perlustrare il sito web alla ricerca di contenuti duplicati o scadenti usando strumenti come Site Audit di Semrush o Copyscape per evitare penalizzazioni da parte di Google;
  • Configurare e gestire report completi per monitorare le prestazioni del sito web usando strumenti come Google Analytics o Semrush per analizzare il traffico organico, le conversioni, il ROI e altri KPI.

In realtà, questa buona pratica dovrebbe essere ripetuta regolarmente nel tempo per evitare penalizzazioni dai motori di ricerca. 

SEO On Site

Le tecniche utilizzate nella strategia SEO sono molteplici e si possono suddividere in due categorie principali: On Site e Off Site

La SEO On Site (che puoi trovare citata anche come On-Page) è la pratica di ottimizzare gli elementi interni di un sito web come i contenuti, i tag HTML, le immagini, le URL, la velocità di caricamento e altri fattori. 

Lo scopo della SEO On Site è di rendere il sito web più rilevante e utile per gli utenti e i motori di ricerca, migliorando così il posizionamento e il traffico organico.

Alcune delle tecniche di SEO On Site sono:

  • Scegliere le parole chiave più adatte per il tuo settore e il tuo pubblico usando strumenti come Semrush o Ahrefs per analizzare la domanda, la competizione e l’intento di ricerca;
  • Ottimizzare i tag HTML del sito web come il title, la meta description, l’heading e l’alt text delle immagini, inserendo le parole chiave in modo naturale e persuasivo;
  • Creare contenuti di qualità, originali, utili e aggiornati per il tuo pubblico, usando un linguaggio chiaro e semplice, una buona formattazione e una struttura logica;
  • Evitare i contenuti duplicati o scadenti;
  • Migliorare la velocità di caricamento del sito web;
  • Rendere il sito web mobile friendly, ovvero adatto alla navigazione da dispositivi mobili come smartphone e tablet, usando un design responsive che si adatta alle diverse dimensioni dello schermo;
  • Usare i dati strutturati, ovvero dei codici che aiutano i motori di ricerca a capire meglio il contenuto e il contesto delle pagine web, facilitando la creazione di snippet ricchi (rich snippets) che aumentano la visibilità e il click-through rate.

Tutto questo è sotto il controllo di chi gestisce il sito, poiché stiamo parlando di elementi interni. 

SEO Off Site

La SEO Off Site (anche chiamata Off-Page) lavora invece all’esterno. È la pratica di ottimizzare gli elementi esterni al sito web, come i backlink, le citazioni, le recensioni, la presenza sui social media e altri fattori. 

Lo scopo della SEO Off Site è di aumentare la popolarità e l’autorevolezza del sito web agli occhi degli utenti e dei motori di ricerca, influenzando così il posizionamento e il traffico organico.

Alcune delle tecniche di SEO Off Site sono:

  • Creare backlink di qualità verso il sito web usando strumenti come Semrush o Ahrefs per analizzare il profilo dei link, la rilevanza e l’autorità dei domini che rimandano al sito, il rapporto tra dofollow e nofollow, l’anchor text e altri elementi;
  • Ottenere citazioni del brand o del sito web da altre fonti online come blog, forum, directory, articoli di stampa e altri siti autorevoli;
  • Raccogliere recensioni positive da parte dei clienti o degli utenti su piattaforme come Google My Business, Trustpilot, Yelp e altri siti di valutazione;
  • Aumentare il coinvolgimento e le condivisioni sui social media creando profili aziendali su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube e altre piattaforme e pubblicando contenuti interessanti e utili per il tuo pubblico;
  • Incoraggiare le ricerche branded, ovvero le ricerche che includono il nome del tuo brand o del tuo sito web, usando tecniche di marketing online e offline per aumentare la notorietà e la reputazione del tuo brand.

In questo caso non basta lavorare bene sul sito ma anche creare una rete che possa farlo crescere. 

Strategia SEO: gli errori da evitare

errori strategia seo da evitare

La SEO è una strategia fondamentale se vuoi aumentare la visibilità del tuo sito web e di conseguenza accrescere il numero dei visitatori.

Però tieni a mente che se la strategia SEO non è ben calibrata o, in certi casi, persino forzata con dei trucchetti e scorciatoie, le conseguenze per quanto riguarda il posizionamento e la reputazione del tuo sito web possono essere davvero dannose. 

Vediamo quali sono i principali errori quando si parla di SEO: 

  • Non pubblicare contenuti di qualità: le pagine di categoria, gli articoli di blog e le schede prodotto devono essere un valore aggiunto non solo per l’utente ma anche per il motore di ricerca;
  • Sottovalutare la parte tecnica: da non prendere alla leggera sono i meta tag, che forniscono ai bot dei motori di ricerca le informazioni principali sul contenuto della pagina, e i tag chiamati Headings che servono per valorizzare le titolazioni;
  • Trascurare l’esperienza utente: Google ha dichiarato che dal 2021 anche l’esperienza dell’utente sarebbe entrata a far parte dei fattori diretti che concorrono al posizionamento di un sito, puoi ottimizzarla con navigazione sicura, protocollo HTTPS, versione responsive, ma anche prendere in considerazione nuove metriche tra cui i Core Web Vitals;
  • Non avere aggiornamenti periodici: è giusto che un sito abbia diverse keyword in base alle differenti pagine e contenuti, affinché si possa permettere agli utenti di trovare con maggiore facilità ciò che cercano.

È importante evitare questo tipo di penalizzazioni per non portare, in un futuro non troppo lontano, al fallimento il tuo sito web.

Perché scegliere Nextre Digital

Lavorare per avere una buona strategia SEO è fondamentale per il successo della propria attività online nel 2024.

Abbiamo parlato dei rischi che si possono correre se non viene adoperata una pianificazione con tutti i consigli dati dagli esperti. E se sei alle prime armi noi possiamo aiutarti attraverso una consulenza SEO.

Con l’aiuto del team di Nextre Digital potrai capire come scalare i risultati nei motori di ricerca e posizionare il tuo sito ai primi posti. In questo modo potrai ricevere più traffico e più visitatori e aumentare quindi il numero di vendite, di clienti e di fatturato.

Sono laureata in Scienze Psicosociali della Comunicazione e studio Comunicazione Digitale. Ho 25 anni e sono SEO Specialist Junior in Nextre Digital. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il mondo digitale, che mi hanno portata a fare un'esperienza di giornalismo online. Mi piace viaggiare, scoprire cose nuove e dare sfogo alla mia fantasia.
Richiedi informazioni

Il nostro blog

SEO

SEO Checkup: cos’è e perché richiederne uno

Quando si possiede un sito internet, un e-commerce o qualsiasi altra pagina in rete, è impossibile ambire al successo senza...
Leggi tutto
SEO

SEO: cos’è, significato e come funziona nel 2024 (con Infografica)

Negli ultimi decenni la forte digitalizzazione ha trasformato radicalmente il modo in cui le persone cercano informazioni, acquistano prodotti e...
Leggi tutto
SEO

Link Building: cos’è, esempi e come farla nel 2024

La link building è una delle strategie SEO più importanti, poiché grazie alla creazione di collegamenti tra siti differenti, genera...
Leggi tutto
SEO

Servizi SEO: cosa sono, quanto costano e perché usufruirne nel 2024

Il tuo sito non è posizionato come vorresti e sei lontano mille miglia dalla prima pagina di Google? Se non...
Leggi tutto
SEO

Traffico organico: cos’è e come aumentarlo

Ottenere traffico organico su un sito web, su un blog o verso un sito ecommerce è uno dei traguardi più...
Leggi tutto
SEO

Come indicizzare un sito: 10 metodi vincenti nel 2024

Indicizzare un sito su Google è un passaggio fondamentale se vuoi avere una presenza online forte e raggiungere il tuo...
Leggi tutto
SEO

SEO Copywriting: cos’è la scrittura SEO nel 2024

Posizionarsi tra i primi risultati dei motori di ricerca, aumentare il traffico organico, migliorare l’esperienza dell’utente e accrescere il numero...
Leggi tutto
SEO

Strategia SEO: come crearla, esempi, errori da evitare (2024)

Vuoi far crescere il tuo business online in modo esponenziale e raggiungere un pubblico sempre più vasto? La risposta alle...
Leggi tutto
SEO

Meta Business Suite: cos’è, a cosa serve e come si usa nel 2024

Vuoi lanciare un prodotto? Pubblicare un libro? O, più semplicemente, farti pubblicità? Nel 2024, lo strumento migliore per fare tutto...
Leggi tutto
SEO

Consulente SEO: chi è, cosa fa e come sceglierlo

Chiunque abbia un sito web o un e-commerce - e siamo sicuri che tu ne abbia uno  - presto o...
Leggi tutto
SEO

Posizionamento SEO: cos’è, come funziona, vantaggi [2024]

Desideri trasformare la tua attività in un punto di riferimento nel suo settore? Vuoi che il tuo sito web emerga...
Leggi tutto
SEO

SEO su Amazon nel 2024: guida per posizionare i prodotti

Molto probabilmente ti sarà già capitato di sentire parlare di SEO (Search Engine Optimizazion): un processo fondamentale per l'ottimizzazione e...
Leggi tutto
SEO

SEO Specialist: cosa fa, perché è importante, come sceglierne uno

Hai mai sentito parlare del SEO Specialist? Questa figura professionale svolge un ruolo fondamentale nell'ambito del marketing digitale. Il suo...
Leggi tutto
SEO

Google My Business: cos’è e perché è fondamentale nel 2024

Se hai un'attività da portare avanti, allora non puoi esimerti dall'usare Google My Business. Questo strumento, che Google ti mette...
Leggi tutto
SEO

SEO: 8 motivi per farla nel 2024

Uno tra i pochi elementi costanti nell’era digitale che stiamo vivendo è la dinamica mutevole dei motori di ricerca e...
Leggi tutto
SEO

SEO On Page: cos’è e come può far crescere il tuo sito

La SEO on Page, chiamata anche “SEO on Site”, consiste nell'ottimizzazione delle pagine del tuo sito web al fine di...
Leggi tutto
SEO

Local SEO: cos’è e guida definitiva 2024

La local SEO è fondamentale per le attività come ristoranti, centri estetici e non solo, perché ti permette di comparire...
Leggi tutto
SEO

Analisi SEO: cos’è e perché farla

Se hai aperto un sito web, magari per sponsorizzare la tua attività, sappi che il suo successo (o insuccesso) è...
Leggi tutto
SEO

Search Intent: cos’è e perché è importante

Quando le persone utilizzano un motore di ricerca, hanno in mente un obiettivo specifico: trovare risposte ai loro problemi, informazioni...
Leggi tutto
SEO

Dati strutturati nella SEO: cosa sono e perché usarli

Quando scrivi un contenuto sul web pensi di scriverlo solamente per i lettori? Ebbene, lo stai scrivendo anche per i...
Leggi tutto

Richiedi informazioni

Apri chat
1
Nextre Digital
Ciao 👋
Come posso aiutarti?