SEO

SEO su Amazon nel 2024: guida per posizionare i prodotti

Mar 26 2024

Molto probabilmente ti sarà già capitato di sentire parlare di SEO (Search Engine Optimizazion): un processo fondamentale per l’ottimizzazione e la visibilità del tuo sito web. E l’Amazon SEO, invece? Se questa espressione ti giunge completamente nuova, sappi invece che rimanda anch’essa a un procedimento altrettanto importante, che ha direttamente a che fare con i prodotti che vendi su Amazon.

Nel 2024 il commercio online è pressoché la norma. E Amazon rappresenta indubbiamente l’e-commerce per antonomasia, quello che raccoglie il maggior numero di clienti. Il dato interessante, tuttavia, riguarda il modo in cui le persone cercano i prodotti di loro interesse: se, infatti, il 62% dei consumatori naviga direttamente su Amazon, il 71% passa prima da Google. Gli algoritmi di ricerca dei due siti web, del resto, sono abbastanza simili, per quanto quello di Amazon abbia lo shopping come fine ultimo.

Di conseguenza, così come ti preoccupi di ottimizzare il tuo sito web su Google, allo stesso modo dovresti preoccuparti di fare lo stesso con i prodotti che vendi su Amazon, così da renderli più visibili e facilmente rintracciabili dagli utenti. Ed è appunto qui che entra in gioco l’Amazon SEO, della quale ti sveleremo trucchi, strategie e come usarla a tuo vantaggio.

Perché è importante fare la SEO su Amazon

Tutti conoscono l’importanza di fare SEO sui motori di ricerca. Se però ti occupi di vendere prodotti online, sei proprio sicuro che ti basti essere tra i primi risultati di Google?

Dati alla mano, il 55% delle persone che vogliono effettuare un acquisto fanno la ricerca direttamente su Amazon, senza passare da Google. Quindi se i tuoi prodotti non sono ben posizionati sull’e-commerce di Jeff Bezos le tue vendite ne risentiranno sicuramente, e così i tuoi affari. Entriamo più nel dettaglio e scopriamo meglio perché.

Amazon è il motore di ricerca più utilizzato nel mondo occidentale per acquistare un prodotto e il secondo e-commerce al mondo dopo Alibaba. E non solo detta regola nel mondo degli acquisti online, ma è in grado di spostare gli equilibri anche per quanto riguarda il mondo offline: il 90% dei consumatori prova il prodotto in negozio per poi acquistarlo su Amazon. E questo succede per qualsiasi categoria o tipologia di prodotto, dall’oggettistica all’abbigliamento, dalla tecnologia agli alimentari.

Per quale motivo? In primis per la sua facilità d’utilizzo. Basta infatti digitare la tipologia di prodotto nella barra di ricerca della piattaforma, premere invio e acquistare con un solo click quella che più si preferisce.

Proprio per questo, la funzione di ricerca di Amazon offre un enorme potenziale per aumentare il traffico verso una pagina prodotto – e quindi le vendite. A una sola condizione però, e cioè quella di posizionare i prodotti nella prima (o al massimo la seconda) pagina.

Se anche tu vuoi riuscire a sfruttare tutte le opportunità del motore di ricerca devi migliorare il tuo posizionamento e puoi farlo solamente ottimizzando la tua strategia di SEO per Amazon.

Quali sono i fattori di ranking su Amazon

Quando si parla di SEO il primo pensiero corre sempre a Google. In realtà, un criterio di organizzazione interno dei contenuti esiste anche su Amazon. Il ranking, ossia il posizionamento di un prodotto, viene dato da alcuni specifici criteri che hanno uno scopo principale: la vendita.

Le keywords, o parole chiave, sono ovviamente di fondamentale importanza per la SEO su Amazon. Quando si effettua una ricerca sull’apposita barra del sito, a seconda delle parole digitate, appariranno risultati diversi. Quindi è molto importante inserire nella descrizione del prodotto e del venditore delle parole che consentano all’acquirente di individuare con maggiore facilità la categoria merceologica che sta cercando.

Ma non sono solo le keyword a determinare il ranking di un prodotto e di un venditore. Per la SEO su Amazon sono di fondamentale importanza anche le performance registrate, vale a dire le vendite piazzate e le recensioni dei clienti. Più un prodotto è stato venduto, più apparirà in alto nei risultati di ricerca.

Riguardo alle recensioni, su Amazon è possibile dare ad ogni articolo un numero di “stelline” che indicano il grado di soddisfazione degli acquirenti. Più stelline ha un prodotto, più in alto apparirà nei risultati di ricerca.

Ma l’apprezzamento dei clienti non rappresenta l’unico fattore in grado di farti ottenere un buon ranking. Altrettanto importante, infatti, è la velocità alla quale vengono venduti i prodotti, in quanto si tratta di un dato fondamentale che determina il guadagno che sono in grado di farti ottenere. E, per calcolarlo, è sufficiente applicare una semplice formula matematica, basata sui seguenti fattori:

  • numero di opportunità o page impressions (= il numero di persone che visitano la pagina del prodotto in questione);
  • vendita media;
  • tasso di conversione;
  • durata del ciclo di vendita.

La formula, nello specifico, prevede di moltiplicare tra loro i primi tre fattori per poi dividere il risultato per l’ultimo dato. Di seguito un esempio:

  • in un mese, la pagina del tuo prodotto ha raccolto 3000 page impressions;
  • il costo del prodotto ammonta a 20 euro;
  • il tasso di conversione, ossia il rapporto tra l’articolo in questione e le sessioni totali dell’ordine, corrisponde al 10%;
  • il ciclo di vendita è invece di 30 giorni.

Ecco quindi il calcolo che devi fare: (3000 x 20) 0,10 / 30 = 200

In questo caso, la velocità di vendita del prodotto ammonta esattamente a 200 euro al giorno. Niente male, non trovi?

Come avrai senz’altro notato, tra i dati necessari per effettuare il calcolo figura anche il tasso di conversione, che altro non è se non la percentuale di visite alla pagina del tuo prodotto nell’ambito di una vendita. Per conoscerlo, puoi recarti nella sezione “Seller Central”, cliccando prima su “Report attività aziendali” e poi su “Vendite e traffico”. Ricorda soltanto che, se desideri sapere il tasso di conversione di uno specifico prodotto, devi filtrare la suddetta ricerca selezionando l’ASIN corrispondente.

Il tasso di conversione rappresenta comunque un dato variabile, che può migliorare significativamente attraverso l’utilizzo strategico dei seguenti fattori: immagini del prodotto di alta qualità, prezzo competitivo e prova sociale (vale a dire il numero e la qualità delle recensioni ricevute).

SEO

Scopri come possiamo aiutarti a ottenere più traffico sul tuo sito web o sul tuo negozio online.

  • Strategia SEO
  • Content Marketing
  • Ottimizzazione sito/e-commerce

SEO: differenze tra Amazon e Google

In un certo senso, la “mente artificiale” che governa la SEO su Amazon è simile a quella che governa Google, che è in assoluto il motore di ricerca più utilizzato. Ma ci sono delle differenze sostanziali che nascono dal diverso scopo per cui sono stati creati questi due colossi dell’informatica.

Per quanto riguarda Google:

  • Ha scopo informativo e la sua finalità è fare pubblicità attraverso i banner;
  • Premia i siti in base a fattori che riguardano la pertinenza dei contenuti con la parola cercata;
  • I valori del sistema di ranking sono il numero di click, il CTR (click-through rate, ovvero il numero di click sui banner pubblicitari) e il tempo di permanenza in generale sul sito o su una pagina specifica.

Invece di Amazon possiamo dire che:

  • Ha uno scopo commerciale e il suo fine è quello di vendere prodotti;
  • I valori del sistema di ranking riguardano il valore di ogni acquisto e il numero di transizioni che vengono effettuate;
  • Posizionarsi più in alto significa avere maggiori possibilità di vendita;
  • Più la scheda prodotto è chiara e precisa, maggiori sono le possibilità di guadagnarsi uno dei primi risultati che verranno visualizzati.

Quindi tra i due motori di ricerca variano i fattori di ranking, ma in entrambi i casi viene premiata la qualità e il sapiente utilizzo delle parole chiave. Sono infatti le keywords che aiutano gli algoritmi a mostrare agli utenti esattamente ciò che stanno cercando.

Le migliori strategie per posizionare i propri prodotti

Viste le premesse, a questo punto è abbastanza facile capire quali siano i criteri da seguire per compilare una scheda prodotto che permetta di raggiungere le posizioni più elevate tra i risultati di ricerca.

Ti ricordiamo che questo ti garantisce maggiori visualizzazioni e più possibilità di portare a termine la vendita. Per sfruttare al massimo la SEO su Amazon devi lavorare su:

  • Keywords: le parole chiave devono essere inserite in modo corretto nel titolo e nella descrizione del prodotto, insieme alle parole correlate che puoi scoprire confrontando altri prodotti simili già in vendita su Amazon;
  • Completezza della scheda prodotto: confronta il tuo lavoro con quello dei competitor, osserva come sono composte le schede prodotto simili alle tue che hanno ottenuto il maggior volume di vendita e che hanno ricevuto le recensioni più positive;
  • Prezzo: non è di secondaria importanza perché spesso nella ricerca vengono mostrati per primi i prezzi più economici;
  • Foto: una foto ben fatta, di buona qualità e delle giuste dimensioni garantisce maggiori risultati rispetto a una foto sgranata che non permette all’acquirente di valutare con sufficiente chiarezza la natura dell’oggetto, meglio ancora se inserisci più foto di angolazioni diverse e che mostrino i possibili usi dell’oggetto;
  • Presentazione del venditore: deve essere chiara per ispirare fiducia negli acquirenti.

In aggiunta a questi parametri, è altresì importante prestare attenzione a:

  • titolo del prodotto, che dovrebbe essere unico e descrittivo ma, soprattutto, contenere le parole chiave pertinenti;
  • performance ottenute, relative alla vendita e alla popolarità del prodotto, che possono influire sul suo posizionamento nei risultati di ricerca.

Questi sono gli aspetti su cui lavorare al fine di garantire una buona Amazon SEO optimization. L’algoritmo di Amazon poi deciderà il posizionamento del prodotto che, man mano che verrà venduto, salirà nei risultati di ricerca. Altri aspetti dei quali è doveroso tenere conto riguardano:

  • il badge assegnato al prodotto, che lo classifica in specifiche categorie come “il più venduto” o  la sua disponibilità per il servizio Prime;
  • la sua valutazione in stelle;
  • le sue eventuali varianti;
  • la Buy Box, ossia la chiamata all’azione che permette all’utente di procedere subito con l’acquisto del prodotto;
  • i punti elenco relativi ai dettagli aggiuntivi del prodotto;

Scorrendo la pagina verso il basso, vengono poi visualizzati altri dati importanti, che possono anch’essi contribuire al posizionamento del prodotto e che comprendono:

  • prodotti analoghi (= “I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche…”);
  • prodotti sponsorizzati relativi a quell’articolo;
  • offerte speciali e promozioni;
  • descrizione lunga del prodotto;
  • recensioni.

L’ultimo aspetto da considerare, per finire, riguarda la navigazione di un utente iscritto ad Amazon: l’algoritmo, in questo caso, lavorerà sulle sue preferenze, mostrando per primi gli articoli già acquistati o visionati.

L’importanza delle schede avanzate A+

Le schede prodotto avanzate con contenuto A+ su Amazon sono una funzionalità offerta ai venditori per migliorare la presentazione dei loro prodotti attraverso l’uso di contenuti multimediali arricchiti. Questo tipo di contenuto è infatti pensato per aiutare i venditori a distinguersi dalla concorrenza, fornendo ai potenziali acquirenti informazioni più dettagliate e visivamente attraenti sui prodotti.

Il contenuto A+ permette ai venditori di includere descrizioni dettagliate, immagini di alta qualità, grafici comparativi, video e altre informazioni utili che possono aiutare i clienti a prendere decisioni di acquisto informate. Utilizzando il contenuto A+, i venditori possono quindi migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti su Amazon, potenzialmente aumentando le vendite e migliorando la visibilità dei loro prodotti.

Esistono diversi livelli di contenuto A+ su Amazon, con opzioni che variano a seconda del tipo di abbonamento del venditore e di altri fattori. Le funzionalità avanzate del contenuto A+ sono generalmente disponibili per i venditori che partecipano al programma Amazon Brand Registry, il quale richiede un marchio registrato e fornisce strumenti aggiuntivi per proteggere e migliorare la propria marca su Amazon.

Quali sono i migliori tool per vendere su Amazon?

Per vendere con successo su Amazon, molti venditori si affidano a una varietà di strumenti che li aiutano a ottimizzare le proprie inserzioni, analizzare la concorrenza, gestire il magazzino, migliorare la visibilità dei loro prodotti e molto altro ancora. Di seguito, pertanto, ti segnaliamo i migliori di questi tool:

  • Helium 10: questo software fornisce un insieme completo di strumenti per la ricerca di parole chiave (in particolare quelle “long tail”), l’ottimizzazione delle inserzioni, la protezione del marchio, l’analisi della concorrenza e la gestione del magazzino. È molto apprezzato per la sua capacità di aiutare i venditori a migliorare il posizionamento dei loro prodotti su Amazon.
  • Jungle Scout: specializzato nella ricerca e analisi di prodotti, questo secondo tool aiuta i venditori a identificare opportunità di mercato, monitorare le performance dei concorrenti e ottimizzare le loro inserzioni per aumentare le vendite.
  • Viral Launch: un tool che fornisce strumenti per la ricerca di parole chiave, l’ottimizzazione delle inserzioni, e il lancio di prodotti. Viral Launch è particolarmente utile per coloro che cercano di lanciare nuovi prodotti su Amazon con successo.
  • Sonar by Sellics: un ottimo strumento per la ricerca di parole chiave, con il vantaggio di essere gratuito.
  • Scientific Seller: per quanto presenti una maggiore lentezza rispetto agli altri, questo tool risulta molto efficace nella ricerca di parole chiave “long tail”.
  • AMZScout: questo strumento è utilizzato per la ricerca di prodotti e parole chiave, consentendo ai venditori di identificare trend di mercato, analizzare i dati dei concorrenti e trovare prodotti redditizi da vendere su Amazon.

Questi strumenti possono variare notevolmente in termini di funzionalità e prezzo, quindi è importante valutare quali siano più adatti alle proprie esigenze specifiche. Molto spesso, ad ogni modo, la combinazione di più tool può fornire i migliori risultati, consentendoti di coprire tutti gli aspetti della vendita su Amazon in modo più efficace.

Altre strategie per ottimizzare la SEO e il posizionamento su Amazon

In aggiunta alle strategie che ti abbiamo già comunicato, ve ne sono altre che possono risultare estremamente utili per potenziare l’Amazon SEO, vale a dire:

  • esecuzione di annunci PPC (pay-per-click);
  • sfruttare siti di lancio e siti web di offerte che attirino i clienti.

Gli annunci PPC rappresentano un’eccellente fonte di traffico e vendite aggiuntive, consentendoti di classificare meglio i tuoi prodotti. Puoi cominciare impostando campagne manuali basate sull’utilizzo di keyword target, per poi aumentare via via le tue offerte (pur rimanendo comunque nel budget che hai stabilito).

Il lancio di vendite attraverso l’uso dei coupon può rivelarsi particolarmente redditizio, a patto di prestare attenzione al rispetto di alcune regole. Una su tutte è quella di non includere il nome del brand del tuo competitor e/o informazioni fuorvianti.

Oltre a questo, fai attenzione alle keyword che usi: non devono essere troppe e, per separarle tra loro, evita la punteggiatura in favore di un semplice spazio. Per finire, ricorda che Amazon acquisisce parole correlate comuni, che non è quindi necessario includere nella sezione di parole chiave.

Perché affidarsi a un’agenzia di consulenza per fare la SEO su Amazon

Posizionare il prodotto tra i primi risultati di ricerca di Amazon è il sogno di qualunque venditore. Un sogno destinato a trasformarsi in chimera senza un’adeguata strategia di SEO su Amazon.

E quindi cosa puoi fare se non conosci le regole di posizionamento di Amazon per trasformare questo sogno in realtà?

La risposta è semplice: puoi affidarti a un’agenzia di consulenza SEO che ti aiuterà a promuovere i tuoi prodotti in modo efficace, portandoti un traffico rilevante. Un’agenzia che fa SEO sui marketplace, in particolare su Amazon, è composta da un team di professionisti esperti sulla policy e le regole della piattaforma, pronti ad aiutarti a ottenere un aumento delle vendite.

Il team di un’agenzia vanta all’attivo anche copywriters, esperti di visual e marketers che possono creare delle schede prodotto ottimizzate dal punto di vista del testo, delle immagini e della SEO. In questo modo appariranno professionali, incentivando i potenziali clienti all’acquisto, e si posizioneranno al meglio nella pagina dei risultati.

Inoltre, un’agenzia che fa SEO su Amazon ti aiuta a ottenere il badge di Best Seller, poiché conosce tutti i modi per incrementare di molto le tue vendite.  E in ultimo – ma non per questo meno importante – un’agenzia può aiutarti a prevedere i cambiamenti dell’algoritmo di Amazon, preparandoti al prossimo aggiornamento e sostenendoti nel lavoro necessario per mantenere le prime posizioni o continuare ad avanzare.

Perché scegliere Nextre Digital per la consulenza SEO su Amazon

Nextre Digital mette a tua disposizione le conoscenze acquisite in anni di lavoro nel settore per aiutarti ad aumentare le tue vendite su Amazon. Prima di tutto analizziamo il tuo mercato di riferimento. Dopodiché ti offriamo un servizio personalizzato, trovando il giusto compromesso fra le tue esigenze e l’algoritmo di Amazon.

Se deciderai di affidarti a Nextre Digital per la gestione di una strategia SEO su Amazon, noi lavoreremo su differenti aspetti:

  • Ricerca e verifica delle parole chiave migliori all’interno del titolo del prodotto e del back-end di seller central per aumentare il posizionamento e la probabilità di conversioni;
  • Attenzione alle descrizioni dei prodotti, con inserimento di informazioni utili e dettagliate per l’utente;
  • Ottimizzazione delle immagini e altri contenuti multimediali;
  • Analisi delle informazioni aggiuntive, come la scelta del prezzo ideale;
  • Gestione delle recensioni e supporto nelle domande e risposte.

Tutti i giorni aiutiamo i nostri clienti a posizionarsi su Amazon e a ottenere risultati incredibili in termini di posizionamento e vendite. Un esempio? In meno di due settimane abbiamo portato il prodotto di un nostro cliente dalla pagina 120 alla prima. Sei pronto a sfruttare anche tu la SEO su Amazon a vantaggio della tua attività?

Sono CEO di Nextre Digital e Nextre Srl, web agency attive nello sviluppo e nel digital marketing. Da anni aiuto gli imprenditori a far crescere il loro business. Inoltre, organizzo corsi per insegnare un metodo di vendita valido e mi occupo di Business Coaching e Training.
Richiedi informazioni

Il nostro blog

SEO

SEO Checkup: cos’è e perché richiederne uno

Quando si possiede un sito internet, un e-commerce o qualsiasi altra pagina in rete, è impossibile ambire al successo senza...
Leggi tutto
SEO

SEO: cos’è, significato e come funziona nel 2024 (con Infografica)

Negli ultimi decenni la forte digitalizzazione ha trasformato radicalmente il modo in cui le persone cercano informazioni, acquistano prodotti e...
Leggi tutto
SEO

Link Building: cos’è, esempi e come farla nel 2024

La link building è una delle strategie SEO più importanti, poiché grazie alla creazione di collegamenti tra siti differenti, genera...
Leggi tutto
SEO

Servizi SEO: cosa sono, quanto costano e perché usufruirne nel 2024

Il tuo sito non è posizionato come vorresti e sei lontano mille miglia dalla prima pagina di Google? Se non...
Leggi tutto
SEO

Traffico organico: cos’è e come aumentarlo

Ottenere traffico organico su un sito web, su un blog o verso un sito ecommerce è uno dei traguardi più...
Leggi tutto
SEO

Come indicizzare un sito: 10 metodi vincenti nel 2024

Indicizzare un sito su Google è un passaggio fondamentale se vuoi avere una presenza online forte e raggiungere il tuo...
Leggi tutto
SEO

SEO Copywriting: cos’è la scrittura SEO nel 2024

Posizionarsi tra i primi risultati dei motori di ricerca, aumentare il traffico organico, migliorare l’esperienza dell’utente e accrescere il numero...
Leggi tutto
SEO

Strategia SEO: come crearla, esempi, errori da evitare (2024)

Vuoi far crescere il tuo business online in modo esponenziale e raggiungere un pubblico sempre più vasto? La risposta alle...
Leggi tutto
SEO

Meta Business Suite: cos’è, a cosa serve e come si usa nel 2024

Vuoi lanciare un prodotto? Pubblicare un libro? O, più semplicemente, farti pubblicità? Nel 2024, lo strumento migliore per fare tutto...
Leggi tutto
SEO

Consulente SEO: chi è, cosa fa e come sceglierlo

Chiunque abbia un sito web o un e-commerce - e siamo sicuri che tu ne abbia uno  - presto o...
Leggi tutto
SEO

Posizionamento SEO: cos’è, come funziona, vantaggi [2024]

Desideri trasformare la tua attività in un punto di riferimento nel suo settore? Vuoi che il tuo sito web emerga...
Leggi tutto
SEO

SEO su Amazon nel 2024: guida per posizionare i prodotti

Molto probabilmente ti sarà già capitato di sentire parlare di SEO (Search Engine Optimizazion): un processo fondamentale per l'ottimizzazione e...
Leggi tutto
SEO

SEO Specialist: cosa fa, perché è importante, come sceglierne uno

Hai mai sentito parlare del SEO Specialist? Questa figura professionale svolge un ruolo fondamentale nell'ambito del marketing digitale. Il suo...
Leggi tutto
SEO

Google My Business: cos’è e perché è fondamentale nel 2024

Se hai un'attività da portare avanti, allora non puoi esimerti dall'usare Google My Business. Questo strumento, che Google ti mette...
Leggi tutto
SEO

SEO: 8 motivi per farla nel 2024

Uno tra i pochi elementi costanti nell’era digitale che stiamo vivendo è la dinamica mutevole dei motori di ricerca e...
Leggi tutto
SEO

SEO On Page: cos’è e come può far crescere il tuo sito

La SEO on Page, chiamata anche “SEO on Site”, consiste nell'ottimizzazione delle pagine del tuo sito web al fine di...
Leggi tutto
SEO

Local SEO: cos’è e guida definitiva 2024

La local SEO è fondamentale per le attività come ristoranti, centri estetici e non solo, perché ti permette di comparire...
Leggi tutto
SEO

Analisi SEO: cos’è e perché farla

Se hai aperto un sito web, magari per sponsorizzare la tua attività, sappi che il suo successo (o insuccesso) è...
Leggi tutto
SEO

Search Intent: cos’è e perché è importante

Quando le persone utilizzano un motore di ricerca, hanno in mente un obiettivo specifico: trovare risposte ai loro problemi, informazioni...
Leggi tutto
SEO

Dati strutturati nella SEO: cosa sono e perché usarli

Quando scrivi un contenuto sul web pensi di scriverlo solamente per i lettori? Ebbene, lo stai scrivendo anche per i...
Leggi tutto

Richiedi informazioni

Apri chat
1
Nextre Digital
Ciao 👋
Come posso aiutarti?