Come fare la SEO On-Page nel 2019... ecco le strategie di Nextre - Nextre Digital
SEO

Come fare la SEO On-Page nel 2019… ecco le strategie di Nextre

Vuoi scoprire quali sono le tecniche SEO (Search Engine Optimization) migliori per il nuovo anno? Bene, sei proprio nel posto giusto!

In questo articolo ci occuperemo di spiegarti come facciamo la Seo On-page nel 2019 e come applichiamo queste strategie per i nostri clienti.

Soprattutto ti daremo i consigli necessari dividendo l’articolo in tre sezioni diverse:

  1. In che modo i crawler e i bot di Google eseguono la scansione del tuo sito e delle tue pagine web
  2. In cosa consiste l’esperienza utente
  3. Qual è il valore del tuo contenuto on-page

Non vogliamo confonderti le idee con questo articolo e cercheremo di spiegarti passo passo tutti i punti. Ogni strategia sarà seguita da un commento.

Crawler o bot accessibili per la scansione del tuo sito web

Il Meta tag robots deve consentire la scansione

È necessario configurare adeguatamente il meta tag robots? Ovviamente sì.

Il meta tag robots è davvero importante poiché ha lo scopo di indicare quali sono le pagine del tuo sito da indicizzare e quali no.

Utilizzando questo tag puoi comunicare ai motori di ricerca quali pagine del tuo portale vanno indicizzate e quali no.

Se il tag impedisce ai bot di Google di eseguire la scansione la tua pagina non sarà mai presente nei risultati di ricerca.

Il file Robots.txt non deve impedire la scansione

Al tempo stesso, se vuoi che la tua pagina riesca a classificarsi nei motori di ricerca non devi assolutamente escluderla nel file robots.txt.

Questo contiene le restrizioni di analisi sulle pagine del sito eseguite dai crawler dei motori di ricerca.

file robots.txt
Esempio Robots.txt

L’URL è incluso nella Sitemap

L’URL della pagina che vuoi indicizzare su Google deve essere presente nella Sitemap che hai creato per il tuo sito.

La Sitemap inoltre deve essere inclusa anche nel file robots.txt.

Sitemap XML
Esempio Sitemap XML

Aggiungi gli schemi Markup

Dove è possibile aggiungi uno o più schemi Markup nelle pagine del tuo sito.

Attraverso questa stringa di codice Google e gli altri motori di ricerca riusciranno a comprendere ed analizzare meglio i contenuti all’interno del tuo sito.

Quindi se utilizzi dati strutturati pertinenti potrai avere dei notevoli vantaggi in termini di posizionamento. Pensa che l’utilizzo dei dati strutturati è molto apprezzato da Google nel 2019.

Schema Markup Organization
Esempio di uno schema Markup Organization

I collegamenti interni sono estremamente importanti per una strategia SEO On-page.

Se decidi di inserire link interni nel tuo sito web, Google intuirà quali sono le pagine più importanti del tuo portale.

Questo meccanismo aumenta l’autorità del tuo sito web, quindi perché non usarlo?

HTTPS – SSL

Ad oggi un altro fattore importante per il miglioramento del posizionamento SEO è il protocollo HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) con certificato SSL (Secure Sockets Layer).

In pratica informa i tuoi clienti che stanno navigando in un sito sicuro.

L’importanza dell’user experience

Linee guida per l’accessibilità del contenuto Web

Il tuo sito web è conforme alle linee guida per l’accessibilità dei contenuti?

L’attuazione di queste regole non è importante soltanto per un fattore sociale ma anche perché risulta vantaggiosa in quanto influenza notevolmente il ranking e la visibilità del sito.

Design mobile first

Fondamentale e assolutamente da non sottovalutare è l’utilizzo di una struttura prettamente mobile per il tuo sito. Ti stai chiedendo il perché?

La maggior parte delle ricerche le facciamo tramite smartphone o tablet.

È quindi necessario avere un sito che sia responsive e reattivo, cioè che sia veloce e con contenuti pensati per un dispositivo mobile.

Sito responsive
Esempio sito responsive

Una CTA attraente

Non dimenticarti di inserire una Call To Action chiara, comunicativa ed efficace.

È importante che sia attraente e che rimandi ad un invito all’azione specifico.

Ti permetterà di migliorare il tuo tasso di conversione e diminuire il tuo bounce rate all’interno delle pagine di destinazione.

Tutto questo influirà indirettamente sul posizionamento.

Come?

Si tratta di un elemento giudicato positivamente da Google perché migliora la user experience generale del sito.

“Richiedi preventivo” e “Lavora con noi” sono degli esempi di una CTA chiara e comprensibile

Aggiungi immagini e video nelle tue pagine

Uno dei modi migliori per diminuire la frequenza di rimbalzo è attraverso l’inserimento di immagini, video e altre forme di contenuti multimediali all’interno del tuo articolo.

L’aumento del tempo di sessione per ogni singola pagine viene apprezzato in modo considerevole da Google.

La velocità di caricamento della pagina

La velocità con cui viene caricato un sito web è fondamentale per l’user experience ma influisce anche sulla SEO.

Essendo un fattore di ranking determinante è necessario intervenire al più presto.

Integrare i pulsanti di condivisione social

Assicurati che le persone possano condividere in modo facile i tuoi contenuti.

Collegamenti social
Condivisione nei social

Inserisci contenuti unici e di alta qualità

Fai una prova, cerca i prodotti o servizi che vendi nella tua azienda e osserva i risultati di ricerca. Se quei post o pagine si trovano tra i primi posti significa che sono ben realizzati. Il tuoi contenuti sono inferiori a questi? Cerca di migliorarli.

Ottimizza l’intento di ricerca

Per ottimizzare al meglio l’intento di ricerca osserva con attenzione la SERP di Google.

Se nelle pagine dei risultati di ricerca di uno specifico argomento emergono video o foto interessanti, dovresti inserirli anche nella tua pagina.

Se si trovano là significa che molte persone stanno cercando quei contenuti.

Tieni in considerazione anche il PPC. Chi si occupa di pubblicità ha fatto tantissimi test prima di creare gli annunci pubblicitari che appaiono su Google, loro sanno cosa converte e cosa no.

Utilizza Tag title e meta description

Il Tag title e la meta descrizione sono così importanti per il posizionamento? 

Sì e no.

Attraverso il tag title puoi ottimizzare le tue keyword per tutti quegli utenti che stanno ricercando i tuoi prodotti o servizi.

La meta description invece serve perlopiù a riassumere in poche righe tutto quello che la pagina contiene. In questo modo potrai incitare l’utente, attraverso una CTA, a leggere quella determinata pagina.

Utilizza gli heading

Nei tuoi articoli utilizza sempre i tag title. L’H1, H2 e H3 sono ancora super importanti per il posizionamento del sito.

Il tag H1 deve coincidere con il titolo della tua pagina e dovrebbe essere univoco.

Title in WordPress
Title in WordPress

Ottimizza le immagini

Le immagini rallentano molto spesso il tuo sito e quindi influiscono sulla User Experience e posizionamento. 

C’è una soluzione? Per l’ottimizzazione comprimiamo sempre le immagini prima di caricarle in una pagina.

Aggiorna i tuoi contenuti

Fai attenzione ai contenuti dell’ultimo anno o due presenti sul tuo sito, soprattutto quelli più popolari.

È fondamentare aggiornare i contenuti che riportano argomenti ormai obsoleti.

Questo lavoro dovrebbe essere fatto con frequenza poiché Google premia l’aggiornamento dei contenuti.

Prova a rispondere ai problemi degli utenti

È una cosa così facile da fare, ma è comunemente trascurata.

Tuttavia è estremamente importante in quanto risolve le query che impone il motore di ricerca.

Per esempio AnswerThePublic è un sito gratuito che include le domande che generalmente gli utenti inseriscono sui motori di ricerca.

Puoi sfruttarlo per apparire nei featured snippet di Google.

Aggiungi dei riassunti per apparire nelle Featured Snippet di Google

I featured snippet sono come delle gemme nascoste.

Chiariamo prima cosa si intende per featured snippet e perché sono così importanti per Google.

Il featured snippet è il risultato che appare in evidenza sulla SERP e viene inserito in modo automatico da Google.

Questo non fa parte degli ordinari dieci slot: è semplicemente un box extra che viene aggiunto soltanto per determinati risultati di ricerca, in particolare in risposta a delle domande precise.

In questo modo Google aiuta ad ordinare le informazioni in maniera più efficiente e filtrate per l’utente.

esempio featured snippet
Esempio di Featured Snippet

Calcola il TF-IDF

TF-IDF sta per “Term Frequency-Inverse Document Frequency”ed è una formula matematica che calcola l’importanza di una parola all’interno di un documento rapportandola con altri documenti simili.

Lo sappiamo, sembra abbastanza difficile ma in realtà è molto semplice.

Qual è il numero di volte in cui il termine “Seo Local”, per fare un esempio, è menzionato in questa particolare pagina diviso per il numero di volte in cui viene nominato da altre parti sul web? 

Questo è un calcolo fondamentale che aiuta a capire l’importanza di un termine di ricerca. Viene usato molto spesso dallo stesso Google per organizzare gli intenti di ricerca.

L’analisi semantica latente o LSI

Anche LSI o LSA è estremamente importante. Questo è un metodo di posizionamento che ti permetterà di determinare le relazioni presenti in un documento, mediante una tecnica matematica.

In poche parole la Latent semantic indexing viene utilizzata da Google per individuare come sono correlate le diverse parole incluse in un contenuto. Noi la utilizziamo nelle nostre strategie SEO con discreti risultati.

Test di leggibilità Flesch-Kincaid

Il tuo contenuto è ordinato e facile da leggere?

Scrivere in modo chiaro un contenuto in ottica SEO è uno dei requisiti fondamentali per chi vuole classificarsi tra i primi risultati di ricerca.

Ovviamente il test di leggibilità Flesch- Kincaid ti può aiutare in questo in quanto determina la difficoltà media di lettura e comprensione del testo.

Come fare il test?

Se hai installato il plugin SEO by Yoast sul tuo sito WordPress potrai fare l’analisi della leggibilità poiché si avvale della tecnica Flesch Reading Ease.

Conclusioni

Oggi hai visto – se non sei espertissimo in materia – tanti concetti nuovi. Tranquillo, è tutto nella norma. Google si aggiorna costantemente e stare al suo passo spesso non è facile. Ecco perché il nostro team SEO si aggiorna insieme a lui per garantirti le migliori strategie on-page ed off-page.

Se hai trovato interessanti le nostre tecniche e vuoi provare ad ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca ti invitiamo a contattarci senza impegno attraverso il form che trovi in questo articolo.

Rossana Venturella

Creativa fin da piccola, mi divertivo a mangiare, a fotografare paesaggi siciliani e a scrivere sul mio diario personale online. Pochi anni fa mi sono trasferita a Milano, spinta dalla mia forte passione per il content marketing e per la SEO. Amo ancora la fotografia, il buon cibo e non ho smesso di scrivere... infatti lavoro come copywriter in questa web agency.