SEO

Primi su Google nel 2023: il metodo Nextre Digital

Lug 27 2023

Nel 2023, l’obiettivo di essere primi sui risultati di ricerca di Google continua a essere una priorità per aziende e siti web di ogni settore. 

E se esistesse un metodo che garantisse la massima visibilità online? Ti presentiamo il metodo Nextre Digital.

Nextre Digital, agenzia SEO di Milano, ha sviluppato una metodologia efficace per conquistare le prime posizioni sui motori di ricerca, in particolare su Google. Attraverso una combinazione di strategie avanzate di SEO, creazione di contenuti di alta qualità e una comprensione approfondita degli algoritmi del motore di ricerca, Nextre Digital crea una posizione online ad aziende di tutti i settori.

In questo articolo scopriremo come ottimizzare il tuo sito web, creare contenuti coinvolgenti e promuovere la tua presenza online in modo strategico. Se desideri una guida esaustiva per dominare i motori di ricerca, continua a leggere per sapere come essere primi su Google nel 2023!

Perché è importante essere primi su Google

Essere primi su Google è di fondamentale importanza per diverse ragioni:

  • Garantisce una maggiore visibilità per il tuo sito web o la tua attività;
  • Crea una percezione positiva nella mente degli utenti e li incoraggia a scegliere la tua attività rispetto ai concorrenti;
  • Significa essere esposti a potenziali clienti interessati al tuo prodotto o servizio, aumentando le probabilità di generare lead qualificati e trasformarli in clienti effettivi;
  • Ti garantisce un vantaggio rispetto ai competitor;
  • Ottenere una posizione elevata su Google richiede una serie di ottimizzazioni, tra cui migliorare la velocità del sito, la struttura delle informazioni e l’esperienza utente complessiva e queste ottimizzazioni migliorano l’esperienza complessiva che offri agli utenti.

In parole povere, essere primi su Google è un fattore cruciale per il successo del tuo business online.

Come Funziona Google

Google utilizza un processo complesso per fornire risultati di ricerca pertinenti agli utenti. 

Ecco come funzionano le fasi chiave del processo: 

  1. Scansione: Google invia dei programmi chiamati “spiders” o “crawler” per esplorare il web e analizzare i siti web esistenti, questi spider seguono i link presenti nelle pagine web, visitano nuovi siti e raccolgono informazioni su di essi, quindi durante la scansione vengono analizzati i contenuti testuali, le immagini, i link e altri elementi presenti sul sito;
  2. Indicizzazione: dopo la scansione le informazioni raccolte vengono organizzate e memorizzate in un enorme database (chiamato indice), durante l’indicizzazione Google analizza i contenuti delle pagine web e le associa a determinate parole chiave, temi o argomenti, questo processo consente a Google di comprendere e categorizzare i contenuti in modo da restituire risultati di ricerca rilevanti in base alle query degli utenti;
  3. Posizionamento: quando un utente effettua una ricerca su Google, il motore di ricerca utilizza algoritmi complessi per determinare l’ordine dei risultati da mostrare, gli algoritmi valutano vari fattori come la pertinenza, l’autorevolezza, la qualità dei contenuti e la rilevanza rispetto alla query dell’utente, basandosi su questi fattori Google classifica i siti web e li posiziona in un determinato ordine nei risultati di ricerca.

È importante notare che Google aggiorna regolarmente i suoi algoritmi e apporta modifiche al processo di scansione, indicizzazione e posizionamento. Pertanto, è fondamentale rimanere aggiornati sulle best practice SEO e adattarsi alle ultime tendenze.

Cos’è la SERP

SERP di Google

La SERP (Search Engine Results Page) è la pagina dei risultati di ricerca che viene visualizzata quando gli utenti effettuano una ricerca su un motore di ricerca come Google. Mostra un elenco di risultati organici e a pagamento (annunci pubblicitari) che sono rilevanti per la query di ricerca dell’utente.

I risultati organici sono elencati in base all’ordine di posizionamento, con i siti considerati più rilevanti e autorevoli che solitamente appaiono nelle prime posizioni.

Accanto ai risultati organici, sulla SERP possono essere visualizzati anche annunci pubblicitari, posizionati in base a un sistema di aste o di ranking che considera il valore dell’offerta dell’annuncio e la qualità dell’annuncio stesso.

La SERP può includere anche altri elementi come snippet di risposta rapida, box di conoscenza, caroselli di immagini, mappe locali e altri contenuti.

Come essere primi su Google a pagamento

Come essere primi su Google nel 2023 con la pubblicità a pagamento? Hai bisogno di Google Ads e dei seguenti passaggi:

  1. Crea un account su Google Ads;
  2. Scegli le parole chiave rilevanti per il tuo sito web o prodotto;
  3. Imposta una campagna di annunci, includendo testo coinvolgente e attraente;
  4. Determina il budget giornaliero che desideri spendere per gli annunci;
  5. Imposta offerte competitive per le parole chiave selezionate;
  6. Monitora regolarmente le performance degli annunci e apporta eventuali modifiche per migliorarli;
  7. Ottimizza le pagine di destinazione dei tuoi annunci per ottenere un punteggio di qualità elevato;
  8. Considera l’utilizzo di strategie di targeting geografico per raggiungere il tuo pubblico specifico;
  9. Utilizza gli strumenti di analisi di Google Ads per valutare l’efficacia della tua campagna;
  10. Effettua regolari ottimizzazioni e aggiornamenti per massimizzare i risultati.

Il posizionamento dei tuoi annunci dipenderà dalla concorrenza per le parole chiave selezionate e dall’offerta che sei disposto a pagare. 

Come essere primi su Google con la SEO

La SEO è una strategia di ottimizzazione che coinvolge diverse pratiche per migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca, in particolare su Google, in modo organico

Per ottenere una posizione in cima ai risultati organici di Google è necessario dedicare tempo ed energie a una serie di attività che prevede la ricerca di parole chiave, ma non solo.

La SEO è un processo continuo e in continua evoluzione, vediamo insieme da cosa è composta e come essere primi su Google nel 2023 proprio grazie a queste strategie. 

Scegli le keywords giuste

La scelta delle parole chiave, in inglese “keywords”, è una parte fondamentale della SEO. È talmente importante che alcuni, erroneamente, pensano che sia l’unica tecnica della SEO.

 Ecco alcuni suggerimenti per selezionare le parole chiave giuste:

  • Utilizza strumenti di ricerca delle parole chiave come Google Keyword Planner, SEMrush, Moz Keyword Explorer o Ubersuggest per identificare le parole chiave pertinenti al tuo settore;
  • Le parole chiave devono essere strettamente correlate al contenuto del tuo sito web o alla tua attività;
  • Considera di utilizzare parole chiave long-tail, cioè frasi più lunghe e specifiche, che possono attirare un pubblico più mirato;
  • Cerca parole chiave con un volume di ricerca adeguato;
  • Valuta il livello di competizione per le parole chiave che stai considerando;
  • Cerca di comprendere l’intenzione degli utenti dietro la ricerca delle parole chiave;
  • Analizza le parole chiave utilizzate dai tuoi principali concorrenti;
  • Una volta scelte le parole chiave, testale e monitora le prestazioni. 

Ricorda che la scelta delle parole chiave è un processo iterativo. Dovrai continuare a ottimizzare e aggiornare le tue parole chiave in base alle tendenze di ricerca e alle prestazioni del tuo sito web.

Analizza i tuoi competitor

L’analisi dei competitor nella SEO è un’attività che consiste nello studiare i siti web dei tuoi concorrenti per identificare le loro strategie SEO e capire come stanno ottenendo risultati migliori di te. Questo può aiutarti a scovare i punti deboli del tuo sito web e a migliorare la tua strategia per ottenere maggiori risultati.

Ecco alcuni dei fattori che puoi analizzare per valutare la SEO dei tuoi competitor:

  • Parole chiave: Quali parole chiave stanno usando i tuoi competitor? Quali parole chiave hanno un volume di ricerca elevato e una bassa concorrenza?
  • Posizionamento: Quali parole chiave stanno classificando i tuoi competitor nelle prime posizioni dei risultati di ricerca?
  • Struttura del sito web: Come è strutturato il sito web dei tuoi competitor? È facile da navigare? È ottimizzato per i dispositivi mobili?
  • Contenuto: Di che tipo di contenuto dispone il sito web dei tuoi competitor? Il contenuto è di alta qualità? È aggiornato regolarmente?
  • Backlink: Quanti backlink ha il sito web dei tuoi competitor? Quali sono i siti web che linkano al loro sito web?

Anche l’analisi dei competitor SEO è un processo continuo. Man mano che i tuoi competitor cambiano le loro strategie SEO, anche tu dovrai cambiare la tua strategia per rimanere competitivo.

Ottimizza i metatag

I meta tag sono frammenti di codice HTML che vengono utilizzati per descrivere il contenuto di una pagina web. 

SEO

Scopri come possiamo aiutarti a ottenere più traffico sul tuo sito web o sul tuo negozio online.

  • Strategia SEO
  • Content Marketing
  • Ottimizzazione sito/e-commerce

Esistono due tipi principali di meta tag: 

  • Il meta tag titolo: è il testo che viene visualizzato nella scheda del browser e nei risultati di ricerca;
  • Il meta tag descrizione: è il testo che viene visualizzato sotto il titolo nella scheda del browser e nei risultati di ricerca.

Per ottimizzare i meta tag per la SEO, è importante:

  • Utilizzare le parole chiave giuste;
  • Scrivere un testo descrittivo e accattivante;
  • Evitare di utilizzare parole chiave di riempimento;
  • Aggiornare regolarmente i meta tag. 

I metatag sono importanti perché possono aiutare i motori di ricerca a capire di cosa tratta una pagina e a classificarla nei risultati di ricerca.

Crea contenuti unici e ottimizzati

Esistono diversi motivi per creare contenuti unici e ottimizzati per la SEO. Innanzitutto, i contenuti di alta qualità sono più apprezzati dagli utenti. In secondo luogo, possono aiutarti a migliorare il tuo ranking nei risultati di ricerca. Infine, ti aiutano a costruire un pubblico fedele

Ecco alcuni suggerimenti per creare contenuti unici e di alta qualità:

  • Scegli con cura le parole chiave; 
  • Scrivi contenuti informativi, coinvolgenti, ben scritti e utili; 
  • Usa le immagini e i video;
  • Crea degli evergreen; 
  • Aggiorna regolarmente i tuoi contenuti. 

Quando gli utenti trovano contenuti che apprezzano, sono più propensi a tornare sul tuo sito web in futuro. Questo può portare a un aumento della fidelizzazione e a un miglioramento della reputazione del tuo marchio.

Dai priorità al mobile

L’ottimizzazione per i dispositivi mobili, anche chiamata SEO mobile, è un processo che consiste nel rendere un sito web o un’app mobile ottimizzati per la navigazione e l’utilizzo su dispositivi mobili, come smartphone e tablet.

Quando si ottimizza un sito web per i dispositivi mobili, è importante concentrarsi sui seguenti aspetti:

  • Design: il sito deve essere progettato per essere facilmente navigabile e utilizzabile con le dita;
  • Velocità: il sito deve caricarsi rapidamente;
  • Contenuto: deve essere ottimizzato per la lettura su dispositivi mobili;
  • Link: devono essere brevi e facili da ricordare.

Eseguendo questi passaggi, è possibile migliorare l’esperienza degli utenti su dispositivi mobili e aumentare il traffico e la conversione dal sito web mobile.

URL SEO-friendly

Un URL SEO-friendly è un URL ottimizzato per i motori di ricerca. Questo significa che l’URL è breve e comprensibile per gli esseri umani e per i motori di ricerca.

Per chiarire meglio il concetto, un URL SEO-friendly deve:

  • Essere conciso;
  • Essere facile da capire;
  • Contenere parole chiave pertinenti;
  • Essere privo di spazi e di simboli speciali. 

Creare URL SEO-friendly ti aiuta a migliorare il ranking del tuo sito web nei risultati di ricerca e permette agli utenti di ricordarsi di te e trovarti più facilmente in futuro.

Usa il protocollo di sicurezza SSL/HTTPS

HTTPS è un protocollo di sicurezza che cripta i dati trasmessi tra un browser web e un server web. Ciò rende i dati più sicuri da attacchi come il furto di dati e l’intercettazione. 

Google ha dichiarato che HTTPS rappresenta, insieme ad altri, un fattore di ranking

Il protocollo di sicurezza aumenta la fiducia degli utenti nei confronti del sito web e li incoraggia a rimanere sul sito e a interagire con esso. Inoltre, i siti che lo utilizzano sono spesso classificati più in alto nei risultati di ricerca rispetto ai siti web che non lo fanno. Infatti, i motori di ricerca premiano i siti web che utilizzano SSL/HTTPS perché sono più sicuri e affidabili

Rendi il tuo sito facile da navigare

Una buona navigazione può aiutare gli utenti a trovare rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno e ad esplorare il tuo sito web per scoprire nuovi contenuti. Questo riduce l’abbandono del sito e aumenta la soddisfazione delle persone

Ma non solo, i motori di ricerca premiano i siti web che sono facili da navigare e che offrono agli utenti un’esperienza positiva.

Come rendere il tuo sito web facile da navigare? Con qualche accorgimento:

  • Crea un menu di navigazione chiaro e conciso;
  • Usa un design coerente;
  • Inserisci immagini e video di alta qualità;
  • Aggiungi una barra di ricerca;
  • Aggiungi una mappa del sito.

Se vuoi migliorare il tuo sito web e aumentare il traffico, è importante renderlo facile da utilizzare.

I backlink sono collegamenti che da altri siti web puntano verso il tuo sito web. I motori di ricerca, come Google, utilizzano i backlink per determinare la pertinenza e l’autorità del tuo sito web. Più backlink hai, più alta sarà la tua posizione nei risultati di ricerca.

Esistono due tipi principali di backlink:

  • Backlink naturali: questi sono i backlink che vengono creati naturalmente, quando altri siti web collegano al tuo sito web perché ritengono che il tuo contenuto sia pertinente e di alta qualità;
  • Backlink artificiali: questi sono i backlink che vengono creati intenzionalmente, quando qualcuno cerca di aumentare il ranking del tuo sito web collegandolo a siti web di bassa qualità o a siti web che non sono pertinenti al tuo contenuto.

I backlink naturali sono più importanti dei backlink artificiali, perché i motori di ricerca li considerano più affidabili.

Ecco alcuni suggerimenti per ottenere backlink naturali:

  • Crea contenuti di alta qualità che siano pertinenti al tuo pubblico di destinazione;
  • Partecipa a forum e blog di settore;
  • Crea guest post su altri siti web;
  • Partecipa a eventi di settore;
  • Fai rete con altri professionisti del tuo settore.

Vediamo invece cosa non dovresti fare:

  • Comprare backlink;
  • Scambiare backlink con altri siti web;
  • Utilizzare strumenti per costruire backlink;
  • Non utilizzare backlink da siti web di bassa qualità o da siti web che non sono pertinenti al tuo contenuto.

Un piccolo link può davvero fare la differenza, non sottovalutarlo e monitora sempre i backlink che rimandano al tuo sito. 

Ottimizza i Core Web Vitals

I Core Web Vitals sono tre metriche che misurano la velocità, l’interattività e la stabilità visiva di un sito web. Google ha annunciato che i Core Web Vitals diventeranno un fattore di ranking nel 2023.

Le tre metriche sono:

  • Largest Contentful Paint (LCP): misura il tempo impiegato per caricare il contenuto più grande di una pagina web;
  • First Input Delay (FID): misura il tempo impiegato per rispondere alla prima interazione dell’utente con una pagina web;
  • Cumulative Layout Shift (CLS): misura la stabilità visiva di una pagina web, ovvero il movimento involontario degli elementi di una pagina web mentre viene caricata.

Per ottimizzare i Core Web Vitals, è possibile seguire alcuni suggerimenti:

  • Utilizzare un CDN (Content Delivery Network), ossia una rete di server distribuiti in tutto il mondo che possono servire i contenuti di un sito web più velocemente agli utenti;
  • Minimizzare le dimensioni delle immagini;
  • Utilizzare un caching http;
  • Aggiornare il codice del sito web;
  • Testare il sito web su diversi dispositivi.

In questo modo migliorerai l’esperienza utente e, di conseguenza, verrai ben visto anche da Google. 

Ottimizza le immagini

Le immagini possono essere un ottimo modo per migliorare l’esperienza degli utenti su un sito web e possono anche aiutare a migliorare il ranking del sito web nei risultati di ricerca. 

Ecco alcuni spunti per ottimizzare le immagini in ottica SEO:

  • Usa nomi di file pertinenti;
  • Aggiungi descrizioni alle immagini;
  • Utilizza alt text, o testo alternativo, 
  • Ottieni immagini di alta qualità;
  • Ridimensiona le immagini;
  • Aggiorna le immagini regolarmente. 

I contenuti multimediali alleggeriscono le pagine web con molto testo e rendono l’esperienza più interattiva e stimolante, ma vanno sempre gestite nel modo giusto se vuoi che siano un punto a tuo favore. 

Conclusione

In conclusione, il metodo Nextre Digital è un approccio completo e integrato all’ottimizzazione dei motori di ricerca. Combinando una serie di tecniche e strategie, possiamo aiutare i siti web a raggiungere i primi posti nei risultati di ricerca e ad aumentare il traffico organico.

Se stai cercando un modo per migliorare il ranking del tuo sito web, il metodo Nextre Digital è una soluzione completa e affidabile. Contattaci oggi stesso per saperne di più sul nostro metodo e su come può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di marketing online.

Sono CEO di Nextre Digital e Nextre Srl, web agency attive nello sviluppo e nel digital marketing. Da anni aiuto gli imprenditori a far crescere il loro business. Inoltre, organizzo corsi per insegnare un metodo di vendita valido e mi occupo di Business Coaching e Training.
Richiedi informazioni

Il nostro blog

SEO

SEO Checkup: cos’è e perché richiederne uno

Quando si possiede un sito internet, un e-commerce o qualsiasi altra pagina in rete, è impossibile ambire al successo senza...
Leggi tutto
SEO

SEO: cos’è, significato e come funziona nel 2024 (con Infografica)

Negli ultimi decenni la forte digitalizzazione ha trasformato radicalmente il modo in cui le persone cercano informazioni, acquistano prodotti e...
Leggi tutto
SEO

Link Building: cos’è, esempi e come farla nel 2024

La link building è una delle strategie SEO più importanti, poiché grazie alla creazione di collegamenti tra siti differenti, genera...
Leggi tutto
SEO

Servizi SEO: cosa sono, quanto costano e perché usufruirne nel 2024

Il tuo sito non è posizionato come vorresti e sei lontano mille miglia dalla prima pagina di Google? Se non...
Leggi tutto
SEO

Traffico organico: cos’è e come aumentarlo

Ottenere traffico organico su un sito web, su un blog o verso un sito ecommerce è uno dei traguardi più...
Leggi tutto
SEO

Come indicizzare un sito: 10 metodi vincenti nel 2024

Indicizzare un sito su Google è un passaggio fondamentale se vuoi avere una presenza online forte e raggiungere il tuo...
Leggi tutto
SEO

SEO Copywriting: cos’è la scrittura SEO nel 2024

Posizionarsi tra i primi risultati dei motori di ricerca, aumentare il traffico organico, migliorare l’esperienza dell’utente e accrescere il numero...
Leggi tutto
SEO

Strategia SEO: come crearla, esempi, errori da evitare (2024)

Vuoi far crescere il tuo business online in modo esponenziale e raggiungere un pubblico sempre più vasto? La risposta alle...
Leggi tutto
SEO

Meta Business Suite: cos’è, a cosa serve e come si usa nel 2024

Vuoi lanciare un prodotto? Pubblicare un libro? O, più semplicemente, farti pubblicità? Nel 2024, lo strumento migliore per fare tutto...
Leggi tutto
SEO

Consulente SEO: chi è, cosa fa e come sceglierlo

Chiunque abbia un sito web o un e-commerce - e siamo sicuri che tu ne abbia uno  - presto o...
Leggi tutto
SEO

Posizionamento SEO: cos’è, come funziona, vantaggi [2024]

Desideri trasformare la tua attività in un punto di riferimento nel suo settore? Vuoi che il tuo sito web emerga...
Leggi tutto
SEO

SEO su Amazon nel 2024: guida per posizionare i prodotti

Molto probabilmente ti sarà già capitato di sentire parlare di SEO (Search Engine Optimizazion): un processo fondamentale per l'ottimizzazione e...
Leggi tutto
SEO

SEO Specialist: cosa fa, perché è importante, come sceglierne uno

Hai mai sentito parlare del SEO Specialist? Questa figura professionale svolge un ruolo fondamentale nell'ambito del marketing digitale. Il suo...
Leggi tutto
SEO

Google My Business: cos’è e perché è fondamentale nel 2024

Se hai un'attività da portare avanti, allora non puoi esimerti dall'usare Google My Business. Questo strumento, che Google ti mette...
Leggi tutto
SEO

SEO: 8 motivi per farla nel 2024

Uno tra i pochi elementi costanti nell’era digitale che stiamo vivendo è la dinamica mutevole dei motori di ricerca e...
Leggi tutto
SEO

SEO On Page: cos’è e come può far crescere il tuo sito

La SEO on Page, chiamata anche “SEO on Site”, consiste nell'ottimizzazione delle pagine del tuo sito web al fine di...
Leggi tutto
SEO

Local SEO: cos’è e guida definitiva 2024

La local SEO è fondamentale per le attività come ristoranti, centri estetici e non solo, perché ti permette di comparire...
Leggi tutto
SEO

Analisi SEO: cos’è e perché farla

Se hai aperto un sito web, magari per sponsorizzare la tua attività, sappi che il suo successo (o insuccesso) è...
Leggi tutto
SEO

Search Intent: cos’è e perché è importante

Quando le persone utilizzano un motore di ricerca, hanno in mente un obiettivo specifico: trovare risposte ai loro problemi, informazioni...
Leggi tutto
SEO

Dati strutturati nella SEO: cosa sono e perché usarli

Quando scrivi un contenuto sul web pensi di scriverlo solamente per i lettori? Ebbene, lo stai scrivendo anche per i...
Leggi tutto

Richiedi informazioni

Apri chat
1
Nextre Digital
Ciao 👋
Come posso aiutarti?