Marketing Turistico: su Instagram si può fare al meglio

Instagram e il turismo hanno qualcosa in comune?

Ovviamente sì!

Quel qualcosa si chiama marketing turistico e si occupa della promozione territoriale sul web, e che è un fenomeno in continua trasformazione in tutto mondo, soprattutto in Italia.

L’arrivo di internet e dei social ha cambiato radicalmente le dinamiche del viaggio: oggi infatti siamo sempre più consapevoli e informati sul luogo che decidiamo di visitare e prestiamo molta attenzione alle recensioni e ai consigli che troviamo in rete.

In poche parole, per avere la certezza che la meta che abbiamo scelto renderà la nostra vacanza indimenticabile, ci assicuriamo che il luogo sia qualificato e che goda di una buona reputazione.

Insomma, vogliamo sempre il meglio per il nostro viaggio e quindi ci informiamo il più possibile prima di fare la nostra scelta.

Ma soprattutto c’è un’applicazione che è indispensabile per la maggior parte dei travel addicted: Instagram.

Ad oggi circa il 60% dei traveller è presente sui social, specialmente su Instagram. E il 48% degli igers, così chiamati gli utenti di Instagram, ricerca proprio sulla piattaforma nuove destinazioni di viaggio e posti da esplorare.

Proprio per questo motivo il social ha introdotto una funzionalità che consente di poter prenotare un viaggio direttamente attraverso una foto.

Proprio una bella idea, non trovi?

Instagram foto
Stories su Instagram

Il ruolo degli operatori turistici

Difronte alle nuove opportunità e funzionalità che offre Instagram, gli operatori turistici non possono rimanere indietro. Piuttosto dovrebbero sfruttare i vantaggi e le potenzialità dei social network per perfezionare il proprio lavoro o offrire una migliore esperienza.

Diventa dunque necessario uno sviluppo di un’Instagram strategy, fondata su delle strategie di contenuto dedicate al tema travel.

Ad esempio, nel 2017 il tema travel era al secondo posto tra i contenuti più pubblicati su Instagram.

E proprio l’hashtag #instatravel, il 16 dicembre 2018, è stato utilizzato in circa 76,4 milioni di post e ancora oggi continua a essere il più usato tra gli igers che desiderano condividere le proprie vacanze.

Ecco perché i brand turistici dovrebbero fare tesoro dei social media e delle loro potenzialità: con le prenotazioni dal feed, la pubblicità, lo shopping e le stories su Instagram hanno la possibilità di raggiungere più facilmente i potenziali clienti.

Possiamo affermare che Instagram incide profondamente sul processo decisionale degli utenti. Infatti è ormai noto che i consumatori apprezzano maggiormente le immagini e le foto dei luoghi.

Ma hanno cambiato anche il loro modo di prendere la decisione di acquisto. In poche parole, un viaggiatore che vuole programmare la propria vacanza tramite Instagram, prima di scegliere la destinazione e la tipologia del viaggio fa una semplice ricerca degli Hashtag e dei luoghi che più gli interessano. In questo modo si può informare attraverso i post, commenti e recensioni presenti su Instagram.

È per questo motivo che la figura dell’Influencer o del Travel Blogger nel settore turistico sta acquisendo un ruolo sempre più decisivo e importante. Proprio perché è in grado di influenzare gli utenti, di far prendere delle decisioni e di formare delle vere e proprie opinioni su un certo luogo.

Schermata Instagram

Gli elementi essenziali di una content strategy su Instagram

Se sei un brand turistico, ovviamente il tuo obiettivo sarà quello di aumentare le tue prenotazioni. Per farlo è opportuno concentrarsi sulla reputazione e sulla valutazione del luogo.

Come?

Implementando nella tua strategia editoriale su Instagram questi tre concetti fondamentali:

  • L’User genereted content (UGC), letteralmente il contenuto generato dall’utente: i post Instagram che offrono contenuti specifici su un determinato prodotto e risultano più coinvolgenti hanno una probabilità maggiore di essere ripostati dal brand stesso. E così succede anche nel settore turistico, che presenta un coinvolgimento maggiore da parte dell’utente. Ad esempio una foto di un posto scattata e poi postata da un iger viene percepita più vera e autentica rispetto a un’immagine pubblicata dal brand turistico;
  • I Travel blogger: si lo so, sono veramente molti ma sono importanti perché ti permettono di far conoscere il tuo brand. Per questo motivo è necessario saperli scegliere e valutare bene. Instaurando una relazione chiara, semplice e diretta eviterai una pubblicità aggressiva che potrebbe portare i tuoi clienti a percepirla come ingannevole e a non avere più fiducia nel tuo brand. Pertanto è fondamentale dichiarare la collaborazione con il Blogger attraverso l’opzione di branded content su Instagram;
  • Partnership e collaborazioni: come ben saprai, per un’azienda turistica la collaborazione con partner o con altri brand può favorire la sua crescita. Su Instagram, infatti, è molto importante costruire la tua rete, instaurando delle relazioni con dei partner che possono aiutarti nella creazione di una strategia editoriale condivisa. In questo modo potrai aumentare la possibilità di entrare in contatto con gli utenti che viaggiano. Ad esempio, se fossi il proprietario di un albergo potresti collaborare con i ristoranti nelle vicinanze condividendo contenuti editoriali; questo permetterebbe a entrambi di entrare in contatto con l’audience dell’altro e di conseguenza aumentare gli utenti interessati.

Insomma Instagram è uno strumento potente e utile a tutti coloro che vogliono promuovere e far conoscere la propria azienda con strategie content mirate. Ma lo sappiamo, gestire un social così influente è molto complicato, soprattutto per chi non è pratico o non ha abbastanza tempo da dedicargli. Per questo motivo puoi affidarti a Nextre che potrà aiutarti a definire una strategia di social media marketing. Se hai apprezzato il nostro articolo e vorresti qualche informazione in più, puoi consultarci senza impegno.

Rossana Venturella

Creativa fin da piccola, mi divertivo a mangiare, a fotografare paesaggi siciliani e a scrivere sul mio diario personale online. Pochi anni fa mi sono trasferita a Milano, spinta dalla mia forte passione per il content marketing e per la SEO. Amo ancora la fotografia, il buon cibo e non ho smesso di scrivere... infatti lavoro come copywriter in questa web agency.