e-commerce

Come creare un e-commerce

Sei ancora indeciso se creare un e-commerce per vendere i tuoi prodotti online?

Dopo aver letto questo articolo avrai le idee molto più chiare e ti convincerai che aprire un sito e-commerce porterà alla svolta la tua attività.

Come si legge su Forbes, il mercato globale dell’e-commerce raggiungerà i 6,3 trilioni di dollari nel 2023. E arriverà addirittura a superare gli 8,1 trilioni di dollari entro il 2026.

La domanda di acquisti online, sia B2B che B2C, è salita rapidamente e sempre più aziende stanno costruendo il loro sito e-commerce per riuscire a soddisfare le esigenze dei propri clienti.

Fra i trend che stanno spingendo la scalata dell’e-commerce ci sono certamente l’intelligenza artificiale e il content marketing che è in grado di creare, il social commerce, la personalizzazione nell’esperienza d’acquisto sempre più perfezionata, la realtà aumentata e la realtà virtuale, e l’attenzione alla sostenibilità.

Insomma, gli acquisti digitali sono diventati un servizio indispensabile.

Aprire un e-commerce è una scelta vincente per il tuo business ma avrai bisogno di diverse informazioni prima di prendere qualsiasi decisione a riguardo: le diverse tipologie di piattaforme esistenti, i costi, le tecniche di sponsorizzazione, le strategie di marketing e così via.

In questo articolo la nostra web agency di Milano ti aiuterà ad approfondire tutti questi aspetti, dandoti una panoramica generale sul mondo della vendita online e sul perché è diventato indispensabile creare un e-commerce.

Cos’è un sito e-commerce

Partiamo dalle basi e vediamo velocemente una definizione di e-commerce.

Si tratta di un portale online in cui i consumatori possono navigare, scoprire e acquistare prodotti e servizi attraverso transazioni digitali. Infatti, e-commerce vuol dire “commercio elettronico”.

Significa che, stando comodamente sul divano di casa o alla scrivania dell’ufficio o durante un tragitto su un mezzo pubblico, possono avere visibilità su infiniti beni e servizi ed effettuare i loro acquisti. In più, se si tratta di beni materiali possono riceverli comodamente a casa o all’indirizzo che preferiscono.

Si differenzia da un semplice sito vetrina proprio perché lo scopo è quello di vendere prodotti e non solo di mostrare ed esporre la propria merce.

Esistono diversi tipi di e-commerce che vengono indicati e sviluppati in modo diverso a seconda della funzione che devono svolgere. Per esempio ci sono e-commerce dedicati al commercio B2B, cioè tra aziende, quelli al B2C, ovvero da aziende a consumatori, ma anche C2C, da consumatore a consumatore.

A seconda di quali sono gli scopi e delle entità tra cui avviene la transazione ci sono delle caratteristiche che è bene che queste piattaforme abbiano. Nel senso che per la tua attività, le tue esigenze e quelle dei tuoi clienti devi avere un portale online che sia funzionale e agevoli da conversione e le vendite.

Questo è uno dei motivi principali per cui la cosa migliore è affidarsi ad una web agency dove trovi dei professionisti che ti seguono e ti consigliano le strade migliori grazie alla loro esperienza.

Ma vediamo altre motivazioni per cui è meglio evitare un sito fai da te.

Perché non conviene creare un e-commerce gratis

Sul web capita spesso di vedere offerte per la creazione di siti e-commerce gratuiti. L’idea potrebbe sembrare anche allettante.

Ma ti sei mai chiesto perché le persone si rivolgono a società che offrono consulenza e–commerce? Come fanno le aziende a mantenere costi bassi o ad offrirti dei servizi senza pretendere nulla in cambio?

Prima che ti venga in mente di costruire un sito web gratis, ti spieghiamo i motivi per cui questa soluzione è completamente sbagliata!

Innanzitutto, considera che un sito web gratuito può penalizzarti a livello SEO per diverse ragioni. In genere, questi provider mettono centinaia di siti web in condivisione sullo stesso server, creando difficoltà nel caricamento del sito e danneggiando l’esperienza utente. E, sappiamo bene che la velocità di caricamento è fondamentale per un buon posizionamento SEO.

Inoltre, i siti costruiti in modo gratuito non ti permettono di personalizzare il nome del tuo dominio e di avere un indirizzo web professionale, dando un aspetto poco professionale al sito.

Pensi che questa sia una strategia ottimale agli occhi di Google?

A livello tecnico, i siti gratuiti non hanno un design reattivo e non sono mobile responsive, cioè non funzionano bene sui cellulari e non si adattano agli schermi degli smartphone. Secondo le statistiche, però gli utenti preferiscono navigare su Internet dai loro dispositivi mobili e, con un e-commerce senza queste caratteristiche, li porterai ad abbandonare il tuo sito ancora prima di averlo caricato.

Ma tu non saprai nulla nemmeno sul comportamento degli utenti! Difatti i siti gratuiti non ti permettono di accedere a statistiche e dati.

Ora vogliamo farti riflettere anche sui costi.

Quando usufruisci di un servizio del genere senza pagare, qual è la merce di scambio?

In genere, quando ti viene offerto un prodotto gratuito, in realtà il prodotto sei tu.

Questi provider, difatti, utilizzano i tuoi dati per monetizzare. In pratica, per fare soldi, vendono le tue informazioni personali, il tuo indirizzo web e l’indirizzo del tuo sito ad altre società.

Un altro modo in cui creano entrate è inserendo banner pubblicitari e annunci non pertinenti sul tuo sito. Questo è fastidioso per gli utenti e non ti permette di aggiungere link di affiliazione o pubblicità per guadagnare dal tuo sito.

A livello estetico, non avrai la possibilità di costruire un sito dall’aspetto professionale.

Ormai siamo abituati a vedere siti gradevoli, accattivanti e professionali. I servizi gratuiti di solito non ti permettono di installare WordPress e di usufruire di temi di vario genere. Questo ti farà avere un sito standard, non personalizzato e ricco di errori.

Insomma se vuoi perdere tempo, dati e sei pronto a correre il rischio di vedere scomparire il tuo sito e-commerce in un attimo, puoi scegliere di costruire un sito gratuitamente. Ma ora avrai capito di certo che questa scelta limita le possibilità di successo del tuo business online.

Come creare il tuo sito e-commerce

La prima cosa da chiarire è che un business di successo, oggi, non può fare a meno di offrire ai clienti anche la possibilità di fare acquisti online.

Di conseguenza, quello che ti serve per dare questo servizio è avere un sito e-commerce perfettamente ideato e sviluppato per rispondere alle esigenze degli utenti senza snaturare i valori del tuo marchio.

Non lasciare che la tua poco conoscenza ed esperienza in questo campo ti fermi!

Siamo qui proprio per farti capire come creare un e-commerce e quali sono i passi che devi fare per andare nella direzione giusta e ottenere dei risultati. Tu non devi fare altro che continuare a leggere e poi seguire i nostri consigli.

Definisci gli aspetti legali

La creazione di un sito e-commerce coinvolge diversi aspetti, inclusi quelli legali. Tieni presente che le leggi possono variare da Paese a Paese, quindi è sempre consigliabile consultare un avvocato specializzato nel tuo territorio per ottenere una consulenza legale specifica e aggiornata.

I principali aspetti di cui ti devi preoccupare sono: 

  • Struttura giuridica dell’azienda: prima di avviare un’attività di e-commerce dovresti determinare la struttura giuridica della tua attività assicurandoti di rispettare le procedure di registrazione e di conformità relative alla struttura aziendale scelta;
  • Politiche del sito: è importante creare le politiche del sito web come la politica sulla privacy, che dovrebbe indicare come vengono raccolti, utilizzati e protetti i dati personali dei visitatori del tuo sito, e la politica sui cookie, che dovrebbe spiegare come vengono utilizzati i cookie e come i visitatori possono gestirli;
  • Contratti e accordi: potresti aver bisogno di un contratto di termini e condizioni che stabilisca le regole per l’utilizzo del tuo sito e-commerce, un contratto di vendita che disciplini le transazioni tra te e i clienti, e un accordo di licenza per i contenuti generati dagli utenti, se consenti agli utenti di pubblicare contenuti sul tuo sito;
  • Protezione dei dati personali: se raccogli e archivi dati personali dei clienti, dovresti rispettare le leggi sulla privacy, ottenere il consenso appropriato per la raccolta e l’elaborazione dei dati e garantire misure di sicurezza adeguate a proteggere i dati personali;
  • Regole di vendita online: potrebbero esserci regole specifiche sull’informazione da fornire ai clienti, sulle politiche di restituzione e rimborso, sulla garanzia dei prodotti, sulle tasse di vendita e su altre questioni relative alle transazioni commerciali online.

Per tutti questi aspetti è sempre meglio chiedere una consulenza legale professionale per evitare di commettere subito un passo falso. 

Individua il modello di business

Gli e-commerce non sono tutti uguali. Una delle prime, e più importanti, decisioni che devi prendere è il modello di business che intendi avviare.

Vediamo insieme qualche esempio: 

  • Vendita di prodotti fisici: puoi vendere prodotti fisici di vario genere come abbigliamento, elettronica, gioielli, articoli per la casa o altro, gestendo il magazzino dei tuoi prodotti o utilizzando un sistema di dropshipping in cui i prodotti vengono spediti direttamente dai fornitori ai clienti;
  • Vendita di prodotti digitali: vendere prodotti digitali come ebook, corsi online, musica, software, template grafici e altro ancora, prodotti simili possono essere scaricati direttamente dal sito dopo l’acquisto o possono essere inviati tramite email;
  • Marketplace o piattaforma di vendita: puoi creare una piattaforma che consente a venditori terzi di vendere i loro prodotti sul tuo sito, in questo modello guadagnerai una commissione per ogni vendita effettuata tramite la tua piattaforma;
  • Abbonamenti o servizi ricorrenti: puoi offrire servizi o prodotti basati su abbonamento, come piani di iscrizione mensili o annuali, potresti per esempio vendere box di abbonamento mensili contenenti prodotti curati o fornire servizi di consulenza o accesso a contenuti premium a pagamento;
  • Modelli di affiliazione: significa che promuovi prodotti o servizi di altri venditori sul tuo sito e guadagni una commissione ogni volta che un cliente effettua un acquisto attraverso il tuo link di affiliazione.

La decisione dipende dalle tue aspirazioni ed esigenze personali. Tuttavia, sappi che questa scelta è molto importante perché definirà la struttura del tuo e-commerce.  

Studia i competitor e scrivi un business plan

Inizia identificando i principali competitor nel tuo settore. Cerca altre aziende che vendono prodotti simili o complementari al tuo target di mercato. Analizza il loro posizionamento, l’offerta di prodotti, i prezzi, la strategia di marketing e la presenza online.

Esamina il loro modello di business, la loro proposta unica di vendita (USP), i punti di forza e di debolezza, la qualità dei prodotti, i tempi di consegna, il servizio clienti e la reputazione online. Cerca di capire cosa li rende competitivi e quali sono le aree in cui potresti differenziarti.

Durante l’analisi dei competitor, individua le opportunità di mercato che potrebbero non essere sfruttate dai concorrenti. Queste possono includere nicchie poco servite, segmenti di clientela trascurati o aree geografiche non coperte. Cerca di capire come puoi distinguerti e offrire un valore aggiunto ai tuoi potenziali clienti.

Basandoti sull’analisi dei competitor e sulle opportunità identificate, stabilisci il posizionamento del tuo e-commerce. Decidi quali caratteristiche uniche o vantaggi competitivi vuoi offrire ai clienti e come comunicherai queste differenziazioni. Definisci il tuo target di mercato in termini di demografia, interessi e comportamenti di acquisto.

A questo punto utilizza le informazioni raccolte per scrivere un business plan dettagliato per il tuo e-commerce. Il business plan dovrebbe includere una descrizione del tuo prodotto o servizio, un’analisi di mercato, una strategia di marketing, una proiezione dei costi e dei ricavi, un piano finanziario e una valutazione della concorrenza. Assicurati anche di includere una strategia di scalabilità per il futuro sviluppo del tuo e-commerce.

Una volta completato il business plan e aver verificato che sia realistico, puoi iniziare a costruire il tuo e-commerce. Segui il piano stabilito, ma sii flessibile nel caso in cui sia necessario apportare modifiche lungo il percorso. 

Acquista il nome del tuo dominio

acquistare nome del dominio

Il dominio Internet del tuo sito e-commerce è fondamentale, è il nome che lo identifica.

È importante per diversi aspetti: determinerà in parte la prima opinione che i tuoi clienti avranno del brand, deve essere in linea con il tuo business e avrà anche un impatto lato SEO. Significa che dal nome del dominio potrebbe dipendere il tuo posizionamento sul motore di ricerca.

Di solito consigliamo di optare per un nome breve, facile da ricordare e da scrivere. Considera che i tuoi potenziali clienti potrebbero cercarlo direttamente su Google, ma se lo scrivono in modo sbagliato potrebbero non riuscire più a trovarti.

Presta attenzione anche a scegliere un nome dominio che sia professionale e che ti permetta poi di espandere il tuo e-commerce nel tempo. Se opti per un nome troppo specifico potresti avere dei problemi ad allargare il tuo mercato.

Perciò non pensare al nome del tuo dominio come se fosse solo un nome, ma consideralo come uno strumento di marketing che ti permetterà di essere più efficace in tutto quello che farai dopo.

Per una buona riuscita è importante avere a disposizione un hosting performante, quindi non trascurare l’idea di comprare un dominio da un provider di qualità.

Una web agency ti aiuterà anche a gestire tutti questi aspetti per la creazione del tuo sito e-commerce.

Scegli una web agency per lo sviluppo

Se decidi di affidarti a una web agency per lo sviluppo e-commerce avrai la sicurezza di avere a disposizione tutti gli specialisti necessari.

Insomma, tutti i professionisti che altrimenti dovresti cercare singolarmente li trovi tutti nello stesso posto e sono pronti a prendersi cura del tuo portale online e del successo del tuo business.

Ma come fai a capire a quale web agency rivolgerti?

Lo sappiamo, le offerte che trovi online sono moltissime e spesso diventa difficile districarsi tra una e l’altra, rischiando di fare la scelta sbagliata.

Ecco 4 consigli per valutare la tua web agency di fiducia:

  1. Dai un’occhiata al suo sito internet e vedi se quello che ti propone può fare al caso tuo;
  2. Leggi gli articoli del blog (se presente) o le recensioni di chi ci ha già collaborato;
  3. Richiedi un primo colloquio per maggiori informazioni;
  4. Parlate di obiettivi per capire se condividete lo stesso approccio.

Avere un incontro diretto con le persone è il modo migliore per capire se la collaborazione può avere successo. Inoltre, sarebbe per te l’occasione per porre altri dubbi e domande così da ottenere risposte e spiegazioni che ti agevoleranno nel prendere decisioni e avviare il progetto.

Ottieni i documenti necessari

Un altro aspetto fondamentale è avere un e-commerce a norma di legge.

Immagini quanto è brutto avviare il tuo business online e poi rischiare di incorrere in multe o di risultare poco affidabile agli occhi dei consumatori?

Queste sono situazioni assolutamente da evitare!

Quindi devi sapere che creare un sito e-commerce è molto simile ad aprire un negozio fisico. Perciò, se la vendita dei prodotti è continuativa dovrai aprire la Partita Iva e iscriverti alla Camera di Commercio indicando l’indirizzo web del tuo negozio online.

Inoltre, se il tuo obiettivo è anche quello di vendere all’estero dovrai anche richiedere di essere inserito all’interno del VIES, una lista di cui fanno parte tutti coloro che vendono online negli altri stati della comunità europea. In realtà vale anche per coloro che vendono in Italia ma acquistano la merce in altri Paesi.

Ma non finisce qui, è diventata obbligatoria l’apertura della PEC, ti servirà come indirizzo digitale e sede virtuale del tuo e-commerce.

Un altro codice che non può mancare è l’ATECO che serve a classificare le imprese a livello contributivo. Nel caso che tu abbia già un negozio fisico ma vuoi aprire anche l’e-commerce dovrai comunicare all’Agenzia delle Entrate un codice ATECO per attività secondaria.

In Italia esistono delle leggi che regolano il commercio elettronico e che coinvolgono consumatori e proprietari. Maggiori informazioni si trovano nel Decreto Legislativo n.70 del 9 aprile del 2003. Vi invitiamo a leggere bene le normative e a procurarvi tutti i documenti necessari.

Scegli la piattaforma e-commerce

scegliere piattaforma ecommerce

La scelta della piattaforma e-commerce giusta è molto importante perché influisce sul successo del tuo business online.

Considera che esistono siti con uno o pochi prodotti e altri che ne hanno addirittura migliaia in catalogo. Ovviamente, siti diversi hanno necessità diverse. Sul mercato sono disponibili molte piattaforme e ognuna ha delle caratteristiche precise e specifiche che meglio si adattano alle varie esigenze.

Perciò, la prima cosa che devi fare per capire di che piattaforma hai bisogno è identificare bene qual è il tuo obiettivo, il tuo progetto e il tuo target di riferimento.

Ad esempio, WooCommerce è il plugin di WordPress, quindi se hai già un sito con questo CMS potrebbe essere la soluzione più vantaggiosa per te. Offre molte opzioni di personalizzazione ed è anche semplice da utilizzare.

PrestaShop è un’altra piattaforma intuitiva, di facile gestione e con un’interfaccia user friendly, cioè che ha funzionalità molto comprensibili anche ai meno esperti.

Qui abbiamo voluto dare solo un’anticipazione su queste piattaforme che verranno spiegate in modo approfondito più avanti, in paragrafi dedicati. Quindi, continua a leggere o scorri per arrivare direttamente a quella di tuo interesse.

Scegli un design che corrisponda alla tua visione di business

Il modo in cui ti presenti agli utenti dovrebbe rispecchiare il tuo business e i valori del tuo marchio.

Tieni presente che i tuoi potenziali clienti potrebbero fare la tua conoscenza per la prima volta proprio navigando tra le pagine del tuo e-commerce. Come vuoi che ti vedano?

Non è un segreto che la prima impressione molto spesso è quella che determina la nostra opinione, la stessa cosa vale per il tuo sito web. Infatti, se ciò che gli utenti vedono non è di loro gradimento sceglieranno in pochissimi secondi di abbandonare la pagina.

Un design accattivante e idoneo per il tuo business richiede sicuramente più lavoro, più tempo e più denaro, ma questo investimento iniziale ti porterà a ritorni nell’immediato futuro.

Ma è davvero così importante?

E-commerce

Scopri come creare un e-commerce performante e sbaragliare la concorrenza.

  • Creiamo ecommerce ad alte prestazioni
  • Progetta campagne social vincenti
  • SEO: ottieni più visite grazie a Google

La risposta è sì. Ci sono utenti che rinunciano ad effettuare l’acquisto ancora prima di mettere il prodotto nel carrello a causa di un design scadente che crea irritazione, confusione e perdita della fiducia.

Come lo sappiamo?

Perché è il nostro lavoro e perché sono arrivati da noi clienti che volevano farsi sistemare l’e-commerce proprio perché avevano questo problema.

Il design di un e-commerce va oltre al solo elemento estetico, ma coinvolge anche l’usabilità, la navigabilità e le sensazioni che il sito offre. Deve rispettare sia il piacere visivo sia la funzionalità.

Sviluppa il brand

Inizia definendo l’identità del tuo brand. Ciò include il nome del marchio, il logo, i colori, lo stile e la personalità del brand. L’identità del brand dovrebbe rispecchiare i valori, la missione e la proposta unica di vendita del tuo e-commerce.

Dopodiché, studia attentamente il tuo pubblico di riferimento e comprendi le loro esigenze, i loro interessi e i loro comportamenti di acquisto. Questo ti aiuterà a creare un brand che si rivolga direttamente al tuo target di mercato.

A questo punto devi creare una storia coinvolgente, fondamentale per creare un legame emotivo con i tuoi clienti. Racconta la storia del tuo brand in modo autentico e rilevante. Spiega perché hai creato il tuo e-commerce, quali sono i valori che guidano il tuo business e come puoi aiutare i tuoi clienti a risolvere i loro problemi.

Definisci la voce e il tono del tuo brand. Può essere divertente, professionale, amichevole o qualsiasi altra caratteristica che si adatti al tuo pubblico di riferimento. Mantieni coerenza nella comunicazione del tuo brand su tutti i canali, inclusi il sito web, i social media, le e-mail e il servizio clienti.

Assicurati che la tua identità di marca sia coerente su tutti i canali di comunicazione utilizzati per promuovere il tuo e-commerce. Questo include il sito web, i profili sui social media, le e-mail di marketing e il servizio clienti. Mantieni un aspetto e un tono simili in modo che i clienti possano riconoscere immediatamente il tuo brand ovunque ti trovino.

Ricorda che costruire un brand solido richiede tempo e dedizione. Sii coerente, autentico e focalizzato sulle esigenze del tuo pubblico di riferimento.

Ordina gli imballaggi e individua le opzioni di spedizione

Se il tuo e-commerce venderà beni materiali dovrai capire anche come farli arrivare a casa degli acquirenti. Questo significa che devi valutare come gestire la logistica, eventuali magazzini, ordinare gli imballaggi e definire la tua politica per le spedizioni.

Anche questa è una variabile che è meglio decidere prima di partire con lo sviluppo del tuo sito web perché non tutti i software sono in grado di soddisfare tutte le esigenze. Se hai le idee chiare fin da subito riusciremo a indirizzarti verso le soluzioni che forniscano una combinazione di eccellente esperienza per il cliente ma che sia anche vantaggiosa per te.

Per capirci meglio vediamo qualche opzione di spedizione:

  • Gratuita: oltre una certa soglia di prezzo, come promozione per incentivare il primo acquisto, relativamente a certi articoli magari più costosi, accettando tempi di consegna più lunghi;
  • A pagamento: una cifra standard senza costi aggiuntivi in nessun caso, sotto una certa soglia di prezzo, per ricevere il pacco nel giro di poco o pochissimo tempo, rispetto al peso del pacco.

Di solito la strategia che funziona meglio è quella di offrire la spedizione gratuita, magari alzando un pochino il prezzo del tuo prodotto. Oppure proporre un costo standard di spedizione ma facendo notare che, in questo modo, riesci a mantenere basso il prezzo dei tuoi prodotti.

Insomma, devi capire qual è il modo migliore che sia un vantaggio per te ma anche agli occhi dei tuoi clienti.

Promuovi il tuo e-commerce con le giuste strategie di marketing

strategie di marketing per ecommerce

Avere un e-commerce ma non vendere è controproducente. Per vendere non puoi aspettare che i clienti si accorgano di te, devi farti notare, portarli verso il tuo portale online e poi riuscire a convertirli.

A questo scopo è bene seguire delle strategie di marketing che ti servono proprio per promuovere il tuo brand, i prodotti e i servizi con l’obiettivo di farti aumentare le vendite.

Ecco alcune delle strategie che non puoi trascurare:

  • Ottimizzazione SEO per posizionare i tuoi contenuti sui motori di ricerca;
  • Cura dei contenuti e della comunicazione sul sito;
  • Promozione attraverso i social media;
  • Collaborazione con degli influencer;
  • Invio di e-mail per restare in contatto con i tuoi clienti e fare nuove proposte;
  • Campagne pubblicitarie sia su Google che sui social.

Ognuna di queste tattiche deve essere implementata seguendo logiche specifiche. Questo per farti capire che in un e-commerce di successo nulla è lasciato al caso ma ogni mossa punta ad un obiettivo e segue la strada migliore per arrivarci.

Nei paragrafi più avanti troverai un approfondimento per ognuna di queste strategie così potrai conoscerle meglio e capire a fondo la loro funzione e importanza.

Avere visione di tutte queste cose ti permetterà di prendere le scelte più vantaggiose per il tuo business.

I vantaggi di aprire un e-commerce per la tua attività

Aprire un sito e-commerce rappresenta una vera e propria opportunità per il tuo business.

Se è vero che un e-commerce necessita di un certo numero di strategie e strumenti adeguati alla conversione, è pur vero che è in grado di offrire dei vantaggi incredibili ad aziende e clienti.

Certo, per garantire un suo corretto funzionamento è necessario sviluppare delle strategie e-commerce ben precise, che richiedono delle competenze tecniche e informatiche specifiche, ma comunque un negozio online è in grado di assicurare importanti vantaggi alla tua attività.

Quali?

Te li sveliamo subito.

Abbattimento dei costi

Aprire un negozio online significa abbattere i costi fissi e variabili della tua attività, in particolare quelli legati al mantenimento di un negozio fisico e alla sua gestione: affitto, elettricità, arredamento, personale di vendita, ecc.

In questo senso, aprire un e-commerce rappresenta un vero e proprio risparmio.

Fare remarketing

Un sito e-commerce ti consente di raccogliere una grande quantità di dati sugli utenti che visitano il tuo negozio online: chi compra, cosa compra, chi esce senza comprare e la frequenza di accessi e acquisti.

Raccogliere tutte queste informazioni ti permette di sviluppare campagne di remarketing specifiche per determinati segmenti di persone: in relazione al loro percorso di navigazione tracciato sul tuo sito web e-commerce puoi capire ciò di cui hanno bisogno e offrirglielo direttamente.

Oggi sono presenti numerosi strumenti di analisi che consentono di raggiungere un target specifico con messaggi studiati su misura. Ovviamente però, affinché questi messaggi siano efficaci, è necessario studiare delle precise strategie e-commerce.

Offrire promozioni e sconti personalizzati

Questo punto è collegato a quello precedente. Raccogliendo informazioni utili sui tuoi clienti e incentivandoli a lasciarti un contatto, potrai inviare loro delle promozioni riservate e personalizzate e delle offerte create ad hoc sulla base delle loro richieste, dei loro acquisti o del loro percorso di navigazione.

Potrai quindi creare delle promozioni mirate per ogni tipologia di utente.

Cosa puoi offrire di più a chi ha un bisogno e vuole soddisfarlo?

Nessun limite temporale e geografico

Creare un e-commerce significa dar vita a un negozio che non ha limiti geografici.

In che senso?

Nel senso che grazie al suo sistema di funzionamento è in grado di raggiungere un pubblico potenzialmente infinito, in tutto il mondo. Puoi riuscire a vendere su scala internazionale, in qualsiasi luogo e momento.

Un negozio online, a differenza di quello fisico, è aperto 24 ore su 24, non necessita di un addetto alle vendite e chiunque può entrare ed effettuare un acquisto in qualsiasi momento.

Controllo diretto della brand reputation

Un e-commerce ti consente di vendere in modo diretto, e questo ti dà l’opportunità di pianificare e gestire personalmente la comunicazione e la promozione della tua offerta.

Puoi quindi avere un controllo diretto sul modo in cui ti interfacci con i tuoi clienti reali e potenziali e, di conseguenza, sulla tua brand reputation.

Inoltre, questo aspetto ti consente di ridurre i costi legati alla distribuzione e quindi di proporre i prodotti a un prezzo inferiore mantenendo invariati i ricavi.

È una soluzione comoda per i tuoi clienti

Per molte persone, andare a fare shopping rappresenta un vero e proprio fastidio. Difatti, uscire di casa, spostarsi, cercare parcheggio e andare alla ricerca del negozio in cui effettuare un acquisto comporta un dispendio di energia importante e un grande investimento di tempo.

Tra i mille impegni quotidiani, riuscire a inserire una passeggiata per negozi diventa difficoltoso.

Lo shopping online ha l’enorme vantaggio di essere veloce e immediatoAcquistare su Internet è un processo che richiede un dispendio di energie inferiore e rimuove molte delle barriere legate all’acquisto nei negozi fisici. Consente ai tuoi clienti di fare spese anche quando sono stanchi, affaticati o malaticci, senza doversi spostare dal divano di casa.

Far sì che i tuoi prodotti appaiano nelle ricerche online

vendere prodotti su google shopping

Sai che l’85% delle persone fa una ricerca su Google prima di effettuare i suoi acquisti?

Per comparire nei risultati di ricerca e vendere su Google Shopping è necessario che tu abbia un sito e-commerce. In questo modo, i tuoi potenziali clienti potranno iniziare a visualizzare i tuoi prodotti e inserirti in una rosa di possibili shop dai quali acquistare.

Quando inizi ad inserire i tuoi prodotti online, Google li indicizza e li mostra tra i suoi risultati. Per salire ai primi posti, però, non basterà semplicemente che i tuoi prodotti siano su internet.

Per ottenere dei risultati concreti, dovrai rivolgerti ad un’agenzia SEO, in grado ottimizzare il tuo posizionamento sui motori di ricerca e utilizzare tutti gli strumenti per far aumentare la tua visibilità.

Le vendite e-commerce stanno aumentando  

Negli ultimi mesi le vendite online sono cresciute a dismisura. Le persone stanno cambiando le proprie abitudini d’acquisto, trovando soluzioni nuove e alternative allo shopping tradizionale.

Alcuni acquirenti rimangono legati all’esperienza d’acquisto nei negozi fisici, un po’ per il gusto di scegliere e toccare con mano la merce, un po’ per la difficoltà di muoversi online. Ma molti utenti, una volta iniziato a comprare online, non riescono a tornare indietro e continuano su questa strada.

Questo significa che non essere online può portare alla perdita dei clienti già acquisiti e di potenziali clienti.

Tutti questi vantaggi rappresenteranno una risorsa preziosa per il tuo business, ma solo se il tuo sito e-commerce sarà davvero competitivo. E per essere tale è necessario considerare per prima cosa il tipo di piattaforma più adatto alle tue esigenze.

Quale piattaforma scegliere per creare un sito web e-commerce

quale piattaforma scegliere per creare un ecommerce

Scegliere la piattaforma CMS (Content Management System) più adatta alle tue esigenze è fondamentale per creare un sito e-commerce di successo.

Nella scelta del CMS più giusto è importante tenere in considerazione diversi fattori, come il volume delle vendite che si desidera raggiungere, il livello di personalizzazione, la grandezza dello store, ecc…

È solo facendo un’analisi preliminare del tuo tipo di attività che è possibile scegliere la piattaforma e-commerce più adatta.

In questo articolo vogliamo proporti la descrizione delle caratteristiche di tre delle piattaforme più utilizzate per creare siti e-commerce e di cui ci occupiamo in Nextre: PrestaShop e WooCommerce.

Ti anticipiamo che non esiste una piattaforma migliore in assoluto per il commercio online, ma ognuna delle soluzioni qui proposte offre delle caratteristiche tecniche precise e un determinato potenziale: ognuna di esse eccelle in ambiti specifici e risolve problematiche precise.

WooCommerce

WooCommerce è un plugin gratuito di WordPress che permette di vendere in maniera ottimale i tuoi prodotti online.

In pratica, grazie al plugin WooCommerce è possibile sfruttare WordPress per creare un ecommerce.

WooCommerce è facile da utilizzare e adatto a qualsiasi tipo di gestione, ma sicuramente non è idoneo alla costruzione di siti di grandi dimensioni.

Vediamo alcuni dei suoi maggiori vantaggi:

  • Personalizzabile e flessibile;
  • Semplice e professionale;
  • Espandibile;
  • SEO friendly;
  • Responsive.

Con personalizzazione e flessibilità si intende che la piattaforma offre una grande flessibilità nella gestione dei prodotti e un alto grado di personalizzazione. WooCommerce permette di vendere sia prodotti reali, con gestione delle spedizioni e dell’inventario, sia prodotti digitali, con distribuzione via mail di file audio e immagini.

È professionale e semplice al tempo stesso, ovvero WooCommerce mette a disposizione tutto ciò che è necessario per riuscire a configurare e-commerce professionali: visualizzazione di ordini ancora aperti, gestione di sconti, aggiornamento degli stati di consegna e opzioni di trasporto.

È espandibile, perché consente la progressiva implementazione nel tempo di nuove funzioni. In questo modo il sito riuscirà a crescere un po’ alla volta, insieme all’aumento del numero di clienti, di prodotti presenti sul catalogo o di ordini ricevuti.

WooCommerce assicura anche la massima indicizzazione da parte dei motori di ricerca: il codice è chiaro e semplice ed è facilmente leggibile dai motori di ricerca.

Inoltre garantisce una perfetta visualizzazione del sito su tutte le tipologie di dispositivo (desktop, smartphone e tablet) adattandosi alle loro diverse dimensioni.

Nonostante la semplicità di utilizzo di WooCommerce, consigliamo sempre ai nostri clienti di rivolgersi a un consulente che li aiuti con l’installazione del plugin e con la configurazione dell’intera piattaforma.

Se sei interessato e vuoi ottenere maggiori informazioni a riguardo, consulta il nostro servizio di consulenza WooCommerce e richiedici informazioni.

PrestaShop

Il CMS PrestaShop si differenzia dalle altre piattaforme perché possiede una specializzazione nella gestione degli e-commerce. PrestaShop nasce come CMS volto esclusivamente alla gestione di e-commerce.

Grazie a questa sua caratteristica, permette di gestire in maniera diretta gli e-commerce, senza la necessità di fare riferimento a soluzioni ibride e senza il bisogno di richiedere modifiche rilevanti alla piattaforma originaria.

I suoi vantaggi principali del creare un ecommerce con Prestashop sono:

  • Alto grado di personalizzazione;
  • Ideale per la costruzione di negozi di piccole e medie dimensioni;
  • Sicuro e veloce;
  • Facile da utilizzare;
  • SEO friendly.

PrestaShop ha un’interfaccia intuitiva da utilizzare e anche i meno esperti riescono a muoversi facilmente all’interno del pannello di amministrazione.

Inoltre, ti consente di ottimizzare tutte le pagine e i prodotti, dandoti l’opportunità di migliorare dal punto di vista SEO i titoli, le descrizioni, il testo alternativo delle immagini e l’URL.

Un altro dei vantaggi offerti da PrestaShop è il suo alto grado di personalizzazione. È possibile modificare l’interfaccia e disporre in modo diverso gli elementi presenti in una pagina. Puoi decidere i metodi di pagamento, le spedizioni, le offerte e di riordinare il magazzino come preferisci.

velocità di caricamento pagine ecommerce

La velocità di caricamento delle pagine è fondamentale per non causare l’abbandono del sito da parte dell’utente. PrestaShop risponde perfettamente a questa necessità: gli e-commerce creati con questa piattaforma sono leggeri e veloci.

In ultimo, questo CMS è perfetto per realizzare negozi di piccole e medie dimensioni. Ti consente di riordinare i prodotti con una struttura di categorie chiare e semplici e assicura un sistema di vendita lineare.

Anche in questo caso, se desideri ottenere maggiori informazioni a riguardo, noi di Nextre offriamo un servizio di consulenza PrestaShop. Visita la nostra pagina e richiedici informazioni attraverso l’apposito form di contatto.

Ma adesso andiamo avanti e parliamo di costi.

Quanto costa creare un sito web e-commerce

Molti imprenditori sono stati tratti in inganno perché è stata venduta loro l’idea che per far funzionare un sito e-commerce bastasse metterlo online. Così si sono letteralmente ritrovati con un e-commerce che non vendeva.

Aprire un e-commerce, come abbiamo visto, genera numerosi vantaggi ma è anche una grande responsabilità.

Se vuoi garantirti un risultato di successo, le risorse devono essere sufficienti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Per riuscire a quantificare la spesa necessaria alla costruzione di un sito web è opportuno tenere in considerazione due aspetti: gli elementi tecnici strategici e quelli economici.

Elementi tecnici strategici:

  • Definizione del progetto (obiettivi, tempistiche, aspettative);
  • Scelte tecniche (costi, risultati sul medio e lungo periodo);
  • Definizione dei contenuti;
  • Assistenza post produzione.

Elementi economici, ossia costi:

  • Tecnici (piattaforma, dominio, personalizzazione, assistenza ecc.);
  • Di realizzazione (foto, grafiche, testi, inserimenti ecc.);
  • Grafici (desktop, mobile);
  • Di sponsorizzazione (campagne adv, SEO, social media, DEM).

Per quanto riguarda l’implementazione degli aspetti tecnici la cifra si aggira intorno ai 5.000 euro. Ovviamente il prezzo può oscillare, e anche di molto, a seconda di alcune variabili, come la grandezza del sito web da realizzare oppure gli obiettivi e le esigenze del cliente.

La grafica è un altro degli elementi più costosi dell’attività di creazione di un sito. Il contesto personalizzato, ad esempio, avrà un costo maggiore rispetto all’utilizzo di template predefiniti.

Anche la pubblicizzazione rappresenta un elemento fondamentale di cui bisogna tenere conto nella stima del costo di un e-commerce.

Se vuoi arrivare al cliente finale, infatti, devi investire dal punto di vista economico e professionale in azioni di sponsorizzazione.

In ultimo è necessario tenere in considerazione gli aggiornamenti generali. A seconda del lavoro da svolgere è necessario prevedere un budget adeguato all’aggiornamento del progetto, le offerte, i prodotti, le schede tecniche e tutte le migliorie necessarie.

Le strategie di marketing da considerare per vendere di più

Per riuscire a vendere hai bisogno di un negozio che sia funzionale e che invogli gli utenti ad acquistare da te.

Potrà sembrarti un discorso banale, ma ti basta navigare sul web per renderti conto di quanti negozi non siano ben strutturati.

Accogliere gli utenti con un e-commerce poco funzionale o senza un supporto all’acquisto è un po’ come accogliere i clienti in un negozio sporco, disordinato e senza personale.

Non lo faresti mai, vero? Quindi perché farlo online?

Per riuscire a farti vendere creiamo un sito semplice da utilizzaregraficamente ordinato e che funzioni correttamente.

Insomma, deve convertire i tuoi utenti in clienti.

Ma non finisce qui, perché un e-commerce non può essere pubblicato e lasciato lì in attesa di essere trovato dai potenziali clienti. 

Su Internet c’è moltissima concorrenza ed è necessario attuare delle strategie di marketing per attirare clienti e iniziare a vendere sul serio.

Vediamo quali sono gli strumenti migliori per incrementare le tue vendite online:

Content marketing

Utilizzare un blog e creare contenuti più lunghi, come guide o ebook, sono ottimi punti di partenza per una strategia di content marketing efficace.

Il content marketing è una tattica che a lungo termine può portare diversi risultati al tuo sito e-commerce:

  • Rafforza l’autorità del sito e aumentano il suo ranking a livello SEO;
  • Attira traffico in target con il tuo brand;
  • Aumenta la fiducia del tuo pubblico di riferimento.

Considera che questa strategia richiede tempo e competenza, ma alla fine ripaga. È il motivo per cui dovresti valutare di affidarti a un’agenzia di content marketing per la produzione di contenuti pertinenti e accattivanti.

Oltre ai testi, puoi anche inserire video, podcast e contenuti audio che andranno a creare un valore aggiunto per gli utenti.

Social media marketing

I social media sono uno dei modi migliori per rafforzare l’immagine del tuo sito e aumentare il traffico del tuo e-commerce.

A seconda del settore in cui ti muovi e del tipo di target che hai, puoi optare per i diversi social network. Ogni canale infatti ha un suo linguaggio e differenti tipi di utenti ed è necessario ponderare bene la strategia da mettere in atto.

Instagram e Pinterest si prestano molto all’utilizzo delle immagini e sono ottimi canali per mostrare i prodotti che vendi. In genere, il primo si presenta più come una vetrina in cui “esporre” e far vedere come si usano i prodotti, mentre il secondo ti permette di condividere contenuti con la tua nicchia.

Facebook e Twitter sono, invece, ottimi per far crescere la tua community e far conoscere i tuoi contenuti.

Un’agenzia di social media marketing come la nostra può creare una pagina social per il tuo store online e sfruttarla in due modi: 

  • Pubblichiamo contenuti per promuovere il tuo negozio e raggiungere un pubblico sempre più grande;
  • Utilizziamo il business manager per impostare diverse campagne a seconda del tuo obiettivo di marketing.

Una delle strategie che utilizziamo legata ai tuoi profili social è quella di fare remarketing, di cui ti abbiamo parlato all’inizio. Lo utilizziamo per aiutarti a recuperare gli utenti indecisi ricordando loro che possono soddisfare i bisogni che hanno acquistando i tuoi prodotti.

E quindi, diamo maggiore visibilità al tuo e-commerce anche attraverso la marketing automation.

marketing automation per ecommerce

Invece di mandare e-mail contenenti semplici sconti (le più gettonate legate a questo tipo di attività), cerchiamo di automatizzare i processi, fornendo ai tuoi clienti contenuti di valore così da tenerli legati a te.

Influencer marketing

L’influencer marketing si basa sull’utilizzo dell’immagine di persone influenti e che hanno un pubblico fedele. Viene utilizzato da moltissimi brand e è una fonte di grande successo per gli e-commerce.

In genere si raggiungono dei personaggi noti e con un buon seguito sui social e si invitano a promuovere il proprio marchio. Questo può avvenire in maniera gratuita, attraverso lo scambio di prodotti o a pagamento.

Una volta effettuato l’accordo sul tipo di scambio, l’influencer menziona il tuo prodotto e il tuo brand e lo promuove con i suoi follower.

Attenzione: per avere risultati dall’influencer marketing è importante rivolgersi a personaggi in linea con il proprio target. A prescindere dal numero dei follower che hanno, infatti è necessario valutare la loro pertinenza e autorevolezza

SEO

Se vuoi aumentare le tue possibilità di comparire nella prima pagina dei motori di ricerca, non puoi assolutamente trascurare la SEO.

Avere una strategia SEO, infatti, è indispensabile per aumentare la tua autorevolezza e il tuo punteggio negli algoritmi di ricerca ed essere trovati dai clienti.

Le strategie principali per fare SEO sono:

  • Utilizzare parole chiave pertinenti con il prodotto o servizio che proponi per classificarti nelle ricerche dei clienti;
  • Ottimizzare il sito a livello tecnico e garantire un caricamento veloce delle pagine;
  • Creare contenuti originali che invoglino gli utenti a comprare il tuo prodotto;
  • Fare link-building in modo che il tuo ranking aumenti agli occhi dei motori di ricerca.

Questi sono gli aspetti principali, ma possono aiutarti molto nel posizionamento. Soprattutto quando si è all’inizio del percorso è importante appoggiarsi a un’agenzia SEO che curi l’aspetto tecnico nel migliore dei modi e renda il tuo sito performante. 

Email marketing

La posta elettronica è uno strumento utile per convertire i tuoi clienti in potenziali clienti. Difatti, tramite la posta elettronica, si crea un rapporto più stretto con l’utente interessato a ricevere tue notizie.

Puoi sfruttare i dati ottenuti per aumentare il traffico verso il tuo sito:

  • mandando contenuti interessanti,
  • promuovendo prodotti nuovi,
  • inviando offerte esclusive.

L’email marketing è molto utile anche per fidelizzare chi è già tuo cliente e invitarlo a reiterare l’acquisto. Ricorda sempre che mantenere un cliente acquisito costa molto meno che convertire nuovi utenti.

Per creare una campagna di email marketing efficace la nostra agenzia effettua questi passaggi:

  • Segmentiamo i tuoi utenti per interessi sulla base dei loro acquisti e delle loro preferenze;
  • Inviamo contenuti interessanti suddividendoli per argomenti o liste;
  • Realizziamo brevi guide video da scaricare (questo tipo di contenuti piace molto agli utenti);
  • Offriamo delle promozioni – anche in questo caso mirate al segmento di clienti interessati.

In un mondo dove la comunicazione è satura, è importante che i tuoi messaggi si distinguano da quelli della concorrenza.

Pubblicità Pay-per-click

La pubblicità online è un aspetto fondamentale per riuscire a dar vita a un e-commerce che converte. Se nessuno sul web sa che esisti, nessuno comprerà i tuoi prodotti.

Siamo d’accordo su questo, no?

Noi, che siamo un’agenzia Google Ads, ti diciamo che non fare pubblicità al tuo sito e-commerce è un po’ come aprire un negozio fisico in una strada di periferia buia e sperduta senza neanche apporre un’insegna o un’indicazione.

Non sarebbe meglio aprire un negozio sulla strada più trafficata della città?

In sostanza, per vendere hai bisogno di un pubblico.

Ma non di un pubblico qualunque. Dev’essere un pubblico qualificato, altrimenti sarà del tutto inutile per i tuoi affari. Ti servono persone realmente interessate a comprare i tuoi prodotti.

Una volta che le hai trovate, devi creare l’annuncio. Una delle forme più comuni di pubblicità a pagamento è la pubblicità pay-per-click (PPC): questo sistema prevede un addebito nel caso in cui l’utente clicchi sul tuo annuncio.

È una delle forme di pubblicità più diffuse su Google poiché ti permette di impostare il tuo budget, scegliere un target ben profilato e selezionare le parole chiave giuste per il tuo brand.

I tuoi annunci, inoltre, possono essere strutturati per intercettare il tuo pubblico di riferimento, con immagini e testi selezionati da te.

Optare per la pubblicità pay-per-click serve per incrementare il traffico sul tuo sito in maniera immediata, con la disponibilità di dati e statistiche utile per conoscere il comportamento dei tuoi utenti.

Crea con noi il tuo sito e-commerce

A questo punto le tue conoscenze sull’argomento sono sicuramente molte più di prima.

Ricordati che le persone non solo trovano beneficio nel fare i loro acquisti online, ma oltretutto è diventata un’abitudine addirittura quotidiana. Significa che ogni giorno ci sono decine di migliaia di persone che scelgono di comprare sul web prodotti e servizi.

Avere il tuo e-commerce ti aiuta a fare in modo che il tuo brand sia più vicino ai consumatori, aumentando così la possibilità di concludere vendite. Inoltre, ti permette di adottare strategie di marketing per fidelizzare i clienti e convincerli ad acquistare svariate volte.

Creare un e-commerce partendo da zero è impegnativo, ma non sei da solo, o da sola, possiamo farlo insieme! Devi solo compilare il form che trovi in questa pagina, riceverai risposta al più presto e potremmo iniziare a collaborare. Per portarti avanti inizia a definire bene i tuoi obiettivi e cerca di capire che cosa vuoi ottenere, a tutto il resto ci pensiamo noi.

Ho 27 anni e sono laureata in Digital Marketing. Sono Junior Project Manager in Nextre Digital, ma il mio percorso mi ha permesso di avere competenze trasversali nel mondo della comunicazione. La mia passione più grande è imparare il più possibile.
Richiedi informazioni

Il nostro blog

e-commerce

Qual è il prezzo di un sito e-commerce nel 2024

Hai deciso di aprire il tuo sito e-commerce e vuoi comprendere quali sono i costi per iniziare a vendere online...
Leggi tutto
e-commerce

Cosa vendere online: 10 idee per il 2024

Se vuoi che  il 2024 si riveli un anno di successo per il tuo e-commerce, allora devi azzeccare i prodotti...
Leggi tutto
e-commerce

Come creare un e-commerce con WordPress

Creare da zero una nuova attività rappresenta sempre un azzardo, a maggior ragione se si tratta di un e-commerce. Molto...
Leggi tutto
e-commerce

Come pubblicizzare un sito eCommerce

Stai provando a vendere online ma non riesci ad attirare i clienti nel tuo store? È ora di iniziare a...
Leggi tutto
e-commerce

Direttiva Omnibus: le novità per la normativa degli ecommerce

Se hai un e-commerce saprai sicuramente che il tuo business è legato al rispetto delle normative sul commercio online. Negli...
Leggi tutto
e-commerce

Come creare un e-commerce

Sei ancora indeciso se creare un e-commerce per vendere i tuoi prodotti online? Dopo aver letto questo articolo avrai le idee molto...
Leggi tutto
e-commerce

Come promuovere online prodotti a base di CBD

Premessa Promuovere prodotti a base di CBD è una sfida non indifferente per le organizzazioni che operano in questo settore....
Leggi tutto
e-commerce

E-Commerce Advertising: la pubblicità online per vendere più prodotti

Sfrutta la pubblicità online per dare una sterzata alle vendite dei prodotti del tuo e-commerce. Affidati ad una agenzia Google...
Leggi tutto
e-commerce

Consulenza e-commerce: la base per crescere online

In questo articolo affronteremo un servizio molto richiesto nel nostro ambito: la consulenza e-commerce. Vuoi imparare tutto ciò che riguarda il settore...
Leggi tutto
e-commerce

Trend e-commerce da tenere a mente per avere successo online

In pochissimo tempo le modalità di acquisto dei consumatori sono radicalmente cambiate. Quello che prima era la norma, come andare...
Leggi tutto
e-commerce SEO

Come fare SEO per e-commerce

La maggior parte delle persone che intende acquistare online inizia il processo a partire dai motori di ricerca. Questo significa...
Leggi tutto
e-commerce

Come relazionarsi con i consumatori all’epoca del Covid-19

Hai creato da poco un e-commerce e vuoi capire come affrontare al meglio la pandemia? La diffusione del virus Covid-19...
Leggi tutto
e-commerce

Perché sviluppare un e-commerce con Magento 2

Hai in mente un nuovo business e vuoi dare vita a un negozio online? Stai cercando una strategia personalizzata sulla...
Leggi tutto
e-commerce

Come scegliere la migliore piattaforma e-commerce per la tua PMI

Vuoi aprire un negozio online ma non sai quale sia la giusta piattaforma e-commerce per la tua piccola media impresa?...
Leggi tutto
e-commerce

Richiedi un preventivo per il tuo e-commerce su PrestaShop a Nextre Digital: è facile e gratuito

Hai in mente un progetto di e-commerce ma non sai ancora come realizzarlo? Prima di aprire un e-commerce online, una...
Leggi tutto
e-commerce

Esempi di siti e-commerce realizzati con WordPress

Vorresti aprire un negozio online e stai prendendo in considerazione l'idea di utilizzare WordPress come CMS? WordPress è uno dei...
Leggi tutto
e-commerce

Come pubblicizzare un sito e-commerce per migliorare le vendite

Capire come pubblicizzare un sito e-commerce sarà la chiave del tuo successo. Perché ti dico questo? Senza la giusta spinta...
Leggi tutto
e-commerce

Quanto costa creare un sito con Magento

Negli Stati Uniti, il 95% degli americani acquista online, mentre in Italia parliamo del 62% della popolazione. L’utilizzo degli e-commerce,...
Leggi tutto
e-commerce

Come importare i prodotti da Magento su Amazon – Nextre Digital

Proviamo per un attimo a immedesimarci nella tua situazione. Hai il tuo e-commerce Magento, che tutto sommato va benino, e...
Leggi tutto
e-commerce

Il tuo e-commerce non è ottimizzato per i dispositivi mobile? Ecco perché stai perdendo una grossa chance per crescere

In una realtà dominata dagli smartphone un sito web non ottimizzato per il mobile significa perdere grandi opportunità di vendita....
Leggi tutto

Richiedi informazioni

Apri chat
1
Nextre Digital
Ciao 👋
Come posso aiutarti?