e-commerce

Come pubblicizzare un sito eCommerce

Indice Dei Contenuti

Stai provando a vendere online ma non riesci ad attirare i clienti nel tuo store?

È ora di iniziare a pubblicizzare il tuo sito e-commerce, non credi?

Su internet ci sono dai 12 ai 24 milioni di siti e-commerce, un numero enorme per sperare di attirare clienti senza il minimo sforzo. Inoltre, secondo Statista, nel 2024 pare che le vendite del social commerce, quello che avvengono attraverso i social media, arriveranno a oltre 1,6 trilioni di dollari a livello mondiale. 

Con una concorrenza così alta, infatti, non è sufficiente creare un sito dalla grafica accattivante o pubblicare immagini professionali nelle schede prodotto.  

Quando gli utenti non varcano la soglia del tuo store, c’è qualcosa che non funziona a monte. 

Per risolvere l’impasse e attrarre clienti sul tuo shop online bisogna sfruttare tutti gli strumenti di digital marketing più adatti: i social network, la SEO e le funzionalità offerte da Google.

Insomma, è necessario fare un’analisi accurata e pensare ad una strategia di inbound marketing per generare traffico.

Questo ti permette non soltanto di avere maggiori visite al tuo sito, ma anche di offrire un servizio clienti migliore, aumentare le vendite e fidelizzare i tuoi acquirenti. In generale, riuscire a dare al tuo brand un’immagine professionale è il biglietto da visita migliore. Vediamo come pubblicizzare un sito e-commerce ed avere risultati reali.

Cosa vuol dire pubblicizzare un sito e-commerce?

Promuovere un sito e-commerce significa far conoscere il proprio negozio online e i suoi prodotti o servizi al maggior numero di persone possibile. 

Questo può essere fatto attraverso una varietà di canali che vedremo nel corso di questo articolo, tra cui la pubblicità online (a volte si può integrare con la pubblicità tradizionale sui canali offline), i social media, il content marketing, l’e-mail marketing e l’affiliate marketing. 

La scelta dei canali da utilizzare dipende da una serie di fattori tra cui il target di riferimento, il budget a disposizione e chiaramente gli obiettivi di marketing.

In generale, la pubblicità di un sito e-commerce dovrebbe essere finalizzata a:

  • Accrescere la brand awareness: far conoscere il marchio e i prodotti o servizi offerti;
  • Generare lead: raccogliere informazioni sui potenziali clienti come nome, e-mail, e interessi;
  • Convertire i lead in clienti: spingere i potenziali clienti all’acquisto.

Per ottenere questi risultati, è importante creare una strategia di marketing efficace, che tenga conto delle esigenze del proprio business e del target di riferimento. Per raggiungere questo risultato è necessario fare una ricerca di mercato preliminare, creare contenuti di qualità, ottimizzare il sito, utilizzare i giusti strumenti digitali per la promozione e misurare i risultati. 

Credi di dover investire un budget troppo elevato per un’attività del genere? Ti smentiamo subito. 

È opinione comune che la pubblicità, anche quella online, richieda ingenti investimenti. In realtà, con una buona strategia alle spalle e con la scelta dei giusti mezzi, potrai pubblicizzare il tuo e-commerce spendendo solo il necessario

Pubblicizzare un sito e-commerce con i social media

strategia di social media marketing per lo shop online

L’e-commerce è una modalità di vendita che si svolge sulla rete e si basa sull’acquisto di beni e servizi online.

Per natura, quindi, si appoggia su internet e coinvolge gli utenti che navigano sul web. 

Di conseguenza è fondamentale pubblicizzare il sito e-commerce proprio tra coloro che usano internet con regolarità: gli utenti dei social networkChe ne dici?

Più della metà della popolazione mondiale usa i social con regolarità, parliamo di circa 4.76 miliardi di utenti secondo il Digital 2023 di We Are Social, con un tasso di crescita del 3%. 

Lavorando sulla profilazione e mettendo a punto una strategia social per e-commerce, si possono decisamente aumentare le vendite di un sito.

Dopo aver definito gli obiettivi, è possibile stabilire quali social network utilizzare:

  • Facebook: favorisce la brand awareness e permette di targetizzare il pubblico;
  • Instagram: permette di inserire tag che rimandano direttamente all’acquisto del prodotto ritratto nel post; 
  • TikTok: per intercettare i giovanissimi; 
  • Twitter: ora X, perfetto per lanciare nuovi prodotti;
  • LinkedIn: per chi si rivolge al mercato B2B; 
  • YouTube: per promuovere i prodotti di nicchia;
  • Pinterest: per promuovere le pagine prodotto e creare vetrine accattivanti, raggiungendo un pubblico che naviga proprio in cerca di oggetti da comprare.

Sempre secondo le ricerche di We Are Social, attualmente gli utenti trascorrono una media di 2 ore e 31 minuti al giorno sui social media. Il 27,3% li utilizza per trovare ispirazione su cose da fare o da comprare. 

Oggi i social media vengono utilizzati per cercare i brand, in particolare su Instagram, su Facebook e su Pinterest. Il 27% della popolazione li utilizza per seguire i profili dei brand e rimanere aggiornati. 

Il 50% degli appartenenti alla Gen Z sta sfruttando il social commerce per i propri acquisti. 

Capiamo insieme come si pubblicizza un e-commerce sui social network.

Cura la tua pagina Facebook

Facebook è il social network più utilizzato al mondo, con oltre oltre 3 miliardi di utenti attivi. Facendo una stima, circa il 36% della popolazione mondiale usa Facebook con regolarità.

Di sicuro tra questi ci sono anche degli utenti in target con il tuo prodotto. Giusto?

Sul social di Zuckerberg, gli strumenti a disposizione delle imprese sono innumerevoli e vanno dal semplice profilo al Facebook Marketplace. 

Considera che sono già un miliardo gli utenti che acquistano o vendono utilizzando la piattaforma e 250 milioni gli utenti che sfruttano Facebook shop.

Le dimensioni di questo mercato, quindi, vanno prese con estrema serietà. 

Se fino a qualche tempo era semplice trovare potenziali clienti, oggi bisogna tenere conto che la copertura organica è sempre più ridotta. 

L’uso amatoriale, ormai, non è più compatibile con la realtà attuale e bisogna puntare su una gestione professionale dei social.    

Ecco qualche consiglio per pubblicizzare il tuo sito ecommerce su Facebook e trovare nuovi clienti:

1. Crea una pagina aziendale 

I marketers alle prime armi tendono a pubblicizzare la propria attività sul profilo personale. Non c’è niente di più sbagliato! 

Per ogni brand è necessario creare una pagina ad hoc così da non infastidire gli utenti che non hanno nessun interesse verso le tue attività aziendali. 

2. Coordina il tuo profilo personale con la tua pagina aziendale

Sebbene tu non debba far coincidere profilo personale e pagina aziendale, questo non significa che i due profili non possano lavorare con lo stesso obiettivo.

Sfrutta il tuo spazio personale per integrare informazioni e raccontare aspetti di te inerenti al tuo lavoro. In questo modo andrai a generare curiosità e i tuoi amici decideranno da soli di visitare la pagina del tuo brand.

3. Segui un piano editoriale 

Avere una piano editoriale per i social è fondamentale per pubblicare con regolarità e creare interesse verso il tuo e-commerce.

Programmando rubriche settimanali, post pubblicitari, contenuti informativi o divulgativi non annoierai i tuoi follower che continueranno a seguire con piacere i tuoi aggiornamenti.

4. Crea la tua vetrina prodotti

La vetrina è un modo per mostrare i tuoi prodotti al pubblico senza incalzarlo continuamente. Può essere collegata al tuo store online, dove i potenziali clienti possono vedere le alternative che proponi.

5. Cura la tua community

La tua community è il bene più prezioso che hai. 

Per questo motivo cerca di gestire i rapporti con cordialità ed empatia, prestando la massima attenzione alle esigenze dei tuoi follower.

Condividi informazioni interessanti per tutti e tratta argomenti correlati ai prodotti del tuo e-commerce e al tuo settore di appartenenza, così da non trasformare ogni post in un tentativo esplicito di vendita.

Mostra i tuoi prodotti su Instagram

Per capire come pubblicizzare un sito e-commerce su Instagram parti da un presupposto: Instagram è la vetrina virtuale più visitata al mondo.

Questo vuol dire che la tua strategia per crescere su Instagram deve sfruttare al meglio le immagini e i filmati, che ne costituiscono lo strumento principale.

Gli utenti attivi sulla più celebre app fotografica hanno superato il miliardo e il 70% di essi ha un’età inferiore ai 35 anni.

Va notato che il 90% degli utenti ha almeno un profilo business tra le sue preferenze.

E molti utenti vanno in cerca di prodotti da acquistare proprio su Instagram.

Se non hai ancora un profilo su Instagram, è il momento di attivarsi.

Per recuperare il tempo perso, ti diamo alcune dritte per promuovere il tuo e-commerce su Instagram:

1. Alterna i contenuti

Per tenere viva l’attenzione dei tuoi follower non creare post ripetitivi, simili o incentrati sempre sullo stesso argomento.

Secondo la regola dei terzi, è bene postare contenuti differenti, alternando post informativi, promozionali e generici.

2. Cura la CTA

In ogni caption va inserito un invito all’azione forte e chiaro. 

Cosa vuoi che facciano i tuoi follower? 

Spiegalo con una call to action precisa cosicché chiunque sappia come proseguire nella navigazione. 

3. Pubblica immagini di valore

Come abbiamo già detto, le immagini sono il punto di forza di Instagram. 

Per cui dovrai affinarti e imparare a fotografare bene. 

Questo non vuol dire che devi rivolgerti per forza ad un professionista, tuttavia è necessario che le immagini siano accattivanti e di qualità.

Ricorda che saranno loro a veicolare il tuo messaggio e dovranno mostrare non solo i tuoi articoli ma anche i valori del tuo brand.

4. Fai attenzione alla caption

Gli hashtag sono gli elementi che Instagram utilizza per classificare i post in modo corretto. 

Nella scelta delle parole da inserire dopo il cancelletto, quindi, cerca di essere accurato alternando termini di ricerca specifici e hashtag più popolari.

Il testo, inoltre, deve essere coinvolgente e invogliare i tuoi fan ad acquistare.

5. Utilizza tutte le funzionalità disponibili su Ig

L’algoritmo di Instagram tende a premiare i creator che utilizzano le funzionalità disponibili. 

Instagram stories, link cliccabili, shoppable post possono aiutarti a ricevere visite in maniera organica, raggiungendo un pubblico più vasto.

Buttala sul ridere con TikTok

TikTok è il nuovo social media emergente con oltre 2 miliardi di utenti attivi mensili. La piattaforma è particolarmente popolare tra i più giovani, con un’età media di 24 anni.

Le potenzialità di TikTok per la pubblicità di un sito e-commerce sono ancora molte. 

Innanzitutto, il social network permette di raggiungere un pubblico molto ampio e diversificato. In secondo luogo, TikTok è un canale ideale per creare contenuti coinvolgenti e originali, che possono catturare l’attenzione degli utenti e generare interesse per i prodotti o servizi offerti.

Ecco alcuni esempi dei contenuti che puoi creare su TikTok:

  1. Video di presentazione dei prodotti o servizi

Questo è il tipo di contenuto più comune. I video devono essere di alta qualità e devono mostrare i prodotti o servizi in modo chiaro e accattivante.

Rispetto ai video che potresti girare per Instagram o YouTube, questi sono molto rapidi, seguono i trend del momento a livello di grafica e di sottofondo musicale, e devono essere pensati per coinvolgere i più giovani. 

Il tone of voice deve essere incisivo ma anche leggero. 

  1. Video tutorial

I video tutorial sono un ottimo modo per mostrare come utilizzare i prodotti o servizi e sono sempre apprezzati dagli utenti di tutti i social media. 

Questo è vero soprattutto se vengono creati in una chiave molto dinamica e a tratti ironica

  1. Video divertenti o informativi

I video divertenti o informativi possono essere un modo efficace per attirare l’attenzione degli utenti e generare interesse per il proprio brand.

Gli utenti più giovani apprezzano in particolar modo i video divertenti, con musiche e filtri che li coinvolgano. Non a caso, i ragazzi si sono spostati da Instagram a TikTok. 

Sappiamo che per un’azienda può essere difficile trovare il modo giusto per raccontarsi in chiave simpatica, ma con un po’ di fantasia possono uscire dei contenuti davvero interessanti per gli utenti e stimolanti per tutto il team.

  1. Contenuti in diretta

La funzione di live streaming di TikTok può essere utilizzata per interagire con gli utenti e rispondere alle loro domande.

E-commerce

Scopri come creare un e-commerce performante e sbaragliare la concorrenza.

  • Creiamo ecommerce ad alte prestazioni
  • Progetta campagne social vincenti
  • SEO: ottieni più visite grazie a Google

È una funzione utile durante il lancio di un nuovo prodotto o servizio che necessita di ulteriori spiegazioni. Altrimenti può essere efficacemente utilizzato per coinvolgere maggiormente il pubblico attorno a un argomento specifico. 

Espandi la tua rete su LinkedIn

Ti occupi di business to business?

Vuoi promuovere il tuo personal brand e vendere i tuoi servizi online?

Allora, tra i social da inserire nella strategia di promozione del tuo e-commerce, non può mancare LinkedIn!

Il social network dei professionisti può esserti di grande aiuto nella crescita del tuo business. Su LinkedIn, infatti, puoi costruire la tua rete di contatti e mostrare il valore del tuo brand a livello professionale.

Vediamo alcune delle best practice per promuovere la tua azienda su LinkedIn:

1. Crea la tua rete di contatti

Se utilizzi il tuo account personale, per iniziare a pubblicizzare il tuo e-commerce su LinkedIn devi espandere la tua rete di contatti.

Inizia dai tuoi conoscenti per poi aggiungere persone che lavorano nel tuo stesso settore. Non dimenticare collaboratori, colleghi attuali e passati, i tuoi compagni di studio e le persone con cui hai degli interessi in comune. 

2. Cerca i gruppi di settore

Man mano, comincia a interagire nei gruppi di settore

Non è necessario che tu vada cercando un gran numero di gruppi, l’importante è che tu riesca a selezionare quelli più significativi, in cui condividere esperienze e generare interesse verso di te o nei confronti del tuo brand. 

3. Condividi contenuti di valore

LinkedIn premia i creator che propongono contenuti di valore, concedendo maggior visibilità organica ai loro post.

Cerca di condividere informazioni utili, metti a disposizione il tuo know how e intervieni nelle discussioni in maniera originale e pertinente.

4. Racconta le tue esperienze

Sul tuo profilo, dedica spazio alle tue esperienze senza essere autocelebrativo. 

Racconta il tuo modo di lavorare con l’e-commerce, quali vantaggi ti ha portato, come può essere arricchente questo tipo di esperienza.  

5. Alimenta l’interesse degli altri utenti

Valorizza la pagina aziendale con materiale interessante, cercando di attirare l’attenzione degli altri utenti. 

Spiega il vostro modo di lavorare, racconta come scegliete i prodotti, parla delle iniziative sociali che portate avanti.

Dedica spazio alle offerte di lavoro e alla formazione, cosicché i tuoi post vengano condivisi e facciano aumentare le visite al tuo sito

Carica video su YouTube

YouTube è un social network molto importante per chi vende online, tanto che che l’80% dei marketer lo considera la piattaforma più efficace.

I due vantaggi principali che offre sono relativi al formato e al motore di ricerca:

  • il video unisce immagini, movimento e suono, attirando l’attenzione degli utenti con molta facilità;
  • YouTube appartiene a Google, quindi, i video caricati appaiono sia sui risultati di ricerca interni che su quelli di Google.

Ecco qualche consiglio per pubblicizzare un sito e-commerce su YouTube:

1. Ottimizza il titolo in ottica SEO

Con una buona strategia SEO su YouTube puoi posizionare i tuoi video anche nella prima pagina di Google. 

Prima di pubblicarli, dunque, fai una ricerca sulle keyword più pertinenti al tuo settore di appartenenza e ai prodotti che vendi e inseriscile nel titolo.

Ricordati che hai la possibilità di inserire link alle schede prodotto e scegliere i tag.

2. Proponi gli How-to

Tra i contenuti video più cercati, un posto d’eccezione è occupato dagli How-to, i video esplicativi pensati per aiutare gli utenti a fare qualcosa.

Si tratta di filmati in cui viene spiegato ”come fare a…”: montare un armadio, indossare un foulard, etc.. 

Sono molto utili per intercettare utenti che nutrono interesse verso un argomento specifico. 

3. Crea guide operative

Anche le guide operative sono fondamentali per far capire alle persone come si utilizza un oggetto.

Puoi proporre filmati in cui spieghi passo a passo il modo di usare i tuoi articoli, soprattutto se sono oggetti o materiali innovativi.

4. Intervista personaggi influenti 

A seconda del tuo settore, puoi organizzare interviste e confronti con personaggi celebri per attirare l’attenzione sul tuo brand.

Il tuo ospite può essere un esperto del tuo campo, un testimonial, una persona che usa abitualmente i tuoi articoli.  

5. Dimostra i vantaggi dei tuoi prodotti

Come possono cambiare la vita degli acquirenti?

Crea dei video in cui si evincono i vantaggi che può dare il tuo prodotto: riposo, benessere, velocità.

Cerca le motivazioni che potrebbero spingere il tuo utente all’acquisto e costruisci dei filmati dimostrativi.

Partecipa alle conversazioni su Twitter (ora X)

Vuoi sfruttare i trend di settore e anticipare i tuoi competitor?

Allora non puoi trascurare Twitter, il social utilizzato da quasi il 70% delle aziende che fanno B2B.

Grazie a Twitter, i consumatori hanno la possibilità di intervenire nelle conversazioni e di partecipare alla crescita dei loro brand. Questo li fa sentire coinvolti e motivati, aumentando il loro interesse a seguire i marchi che amano.

È interessante notare che il 77% degli utenti Twitter apprezza di più le aziende che rispondo ai tweet e desiderano che i brand accolgano le richieste inviate al servizio clienti entro un’ora.    

1. Cerca i trend che ti interessano

Per cercare le conversazioni a cui partecipare è necessario individuare le keyword. 

In questo modo potrai aggiornarti su quello che accade e dare il tuo contributo al dibattito.

Seguendo i trend, inoltre, potrai avere diversi spunti interessanti per far crescere il tuo sito e-commerce. 

2. Aggiorna il tuo profilo Twitter

Per non vanificare i tuoi sforzi sui social, ricordati che i profili non vanno mai abbandonati. 

Almeno una volta al giorno, fai una carrellata degli argomenti che ti riguardano e cerca di essere presente in qualche modo.

3. Lancia contenuti interessanti

È importante che i tuoi interventi siano mirati e ben ponderati, così da incuriosire gli altri utenti. 

Facendo in questo modo, potrai anche avviare una chat privata e invitare gli utenti interessati a visitare il tuo e-commerce.

4. Inserisci hashtag coinvolgenti 

Una volta che avrai imparato a destreggiarti fra le conversazioni, potrai lanciare anche tu dei tweet cercando di avviare nuovi topic.

Scegli hashtag coerenti con il tuo e-commerce per poter raggiungere un target più in linea con i prodotti che proponi. 

5. Intervieni con competenza

Quando scrivi un tweet stai parlando ad un pubblico potenzialmente enorme. 

Prima di agire d’impulso, pondera sempre il tuo obiettivo e cerca di mantenere il tono di voce coerente con il tuo brand.

Ogni contributo deve essere funzionale a portare visitatori sul tuo sito di vendita online.

Pubblica le tue foto su Pinterest

Pinterest è una fonte di ispirazione per chiunque voglia comprare un prodotto: circa l’89% dei consumatori effettua una ricerca su Pinterest prima di acquistare qualcosa o pianificare un evento.

Si tratta di una piattaforma molto adatta ai siti e-commerce e funziona, in particolare, per la vendita di abiti, mobili, oggettistica, piante, arte e make-up

Su questo social riscuotono successo anche le attività ricettive e le agenzie di viaggio.

Ecco le migliori strategie per pubblicizzare un e-commerce su Pinterest:

1.Scegli immagini emozionanti

Pinterest basa il suo successo sulla forza evocativa delle immagini

Gli utenti fanno un giretto su questo social quando hanno bisogno di essere ispirati o per confrontare oggetti che desiderano.

Scegli immagini che mostrano i tuoi prodotti nei contesti d’uso e che facciano risaltare le loro potenzialità.

2. Sfrutta l’impatto visivo

Considerando che si tratta di un social basato sulle immagini, è necessario che le foto siano ben fatte e di qualità.

Pinterest è un’ottima vetrina virtuale e, come tale, va composta con gusto scegliendo foto con colori dominanti e incentrate su oggetti e contesti d’uso. 

3. Organizza concorsi

I concorsi riescono ad attirare l’interesse degli utenti, aumentando notevolmente il traffico sul sito. 

È fondamentale, però, seguire la normativa di Pinterest per non trasformare i tuoi sforzi in spam. 

4. Utilizza le nuove funzionalità

Pinterest sta lanciando nuove funzionalità molto utili per chi vende online.

Considerando che nel 2020 gli introiti relativi alle ads su Pinterest sono aumentati di 363 milioni di dollari, il social ha presentato nuovi strumenti, come il carrello virtuale, la ricerca visuale avanzata e i profili commerciali.    

5. Scegli il momento giusto per pubblicare

Ogni area ha degli orari migliori per pubblicare. 

Affinché i tuoi pin non passino inosservati, fai una ricerca approfondita e scopri quali sono i momenti in cui potresti riscuotere successo.

Pinterest suggerisce che, tra le 14 e le 16 e dalle 20 alle 23, si ottengono il maggior numero di visualizzazioni. 

Pubblicizzare un sito e-commerce su Google

strategia sem per pubblicizzare uno shop online

Su Google vengono effettuate circa 70,000 ricerche al secondo, con oltre la metà della popolazione mondiale che si rivolge al celebre motore di ricerca per ottenere risposte su qualsiasi argomento.

Considerando che il 35% degli utenti fa un giretto su Google prima di effettuare qualsiasi tipo di acquisto, posizionarsi su Big G è fondamentale.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario porre attenzione a due aspetti:

  • l’ottimizzazione dell’e-commerce in ottica SEO;
  • la costruzione del sito.

Entrambi, infatti, concorrono a migliorare il ranking del sito, fino a permetterti di raggiungere la prima pagina su Google

Perché parliamo di prime posizioni sui motori di ricerca?

Non si tratta di vanità ma di business: il 91% del traffico organico è quello che va ai siti che si trovano in prima pagina.

Vuoi accontentarti del poco traffico che rimane?

Ecco alcune strategie per conquistare posizioni su Google

Ottimizza il tuo sito e-commerce

strategia seo per pubblicizzare un e-commerce

Per migliorare il posizionamento di un sito nella SERP di Google è necessario effettuare una serie di attività e curare aspetti che a volte sembrano trascurabili. 

Si tratta di intervenire sulla struttura del sito e di migliorare l’indicizzazione delle pagine attraverso la SEO cosicché Google riesca a classificare nel miglior modo possibile il tuo e-commerce.

Uno degli aspetti a cui i motori di ricerca puntano è la user experience

Per migliorare l’esperienza utente sul tuo sito bisogna velocizzare il caricamento delle pagine e facilitare l’esperienza di navigazione e di acquisto (rendendola più rapida e inserendo numerosi metodi di pagamento).

Quando si parla di transazioni, inoltre, va attivato il protocollo HTTPS.

Questo permette di navigare in modalità sicura, proteggendo la privacy degli utenti e mettendo al sicuro i dati relativi alle transazioni.

La struttura del sito va curata nei minimi dettagli. Se l‘alberatura del sito e-commerce non è organizzata in maniera fruibile, si mette in difficoltà l’utente, rendendo negativa o complessa la sua esperienza di navigazione.

La link building è un fattore di ranking decisivo per l’indicizzazione. I link in uscita migliorano l’esperienza degli utenti, fornendo informazioni aggiuntive sul testo. I link interni, invece, mostrano a Google la gerarchia dei contenuti e rendono più semplice la navigazione all’interno del sito. 

Nel completare lo snippet, poni grande attenzione all’inserimento delle parole chiave più pertinenti (quelle che devi inserire anche nei testi). Le stesse vanno inserite nell’URL, nel Title e nella meta description.

Non solo. 

È necessario ottimizzare anche le immagini e compilare i campi relativi a nome, descrizione, titolo, didascalia e testo alternativo. 

Per velocizzare il caricamento delle foto, scegli file leggeri o riduci le dimensioni seguendo le indicazioni di Google.La maggior parte delle ricerche su Internet viene effettuata da smartphone. Quindi è decisivo che il sito e-commerce sia mobile responsive.

Fai pubblicità su Google

Google Ads è una piattaforma pubblicitaria che permette di mostrare i propri annunci sui risultati di ricerca di Google, sui siti web di terze parti e sulle app mobili. È uno strumento molto efficace perché permette di raggiungere un pubblico vasto e qualificato.

Su Google Ads trovi una varietà di tipologie di annunci, con metodi di pagamento come PPC (pay per click) e altri, che possono essere adattate alle diverse esigenze di un e-commerce.

Come pubblicizzare un sito e-commerce su Google? Ecco alcuni dei tipi di annunci più comuni:

  • Di testo: i più semplici e diffusi, vengono visualizzati nei risultati di ricerca di Google e contengono un titolo, una descrizione e un URL del sito web;
  • Di ricerca dinamica: annunci di testo personalizzati in base alle ricerche degli utenti, sono visualizzati nei risultati di ricerca di Google e contengono informazioni pertinenti alla ricerca dell’utente;
  • Display: sono immagini, video o animazioni che appaiono su siti web di terze parti (pagati in CPC, costo per click, oppure CPM, costo per mille impressioni);
  • Video: sono video che vengono visualizzati su YouTube e altri siti web;
  • App: annunci che si aprono su app mobili;
  • Shopping: sono visualizzati nei risultati di ricerca, in base alle parole chiave che gli utenti hanno utilizzato per effettuare la ricerca, includono immagini dei prodotti, prezzi, e altre informazioni utili;
  • Locali: includono informazioni sulla posizione del business locale e sui prodotti o servizi offerti. 

Per creare una campagna di Google Ads è necessario creare un account Google Ads e seguire una serie di passaggi:

  • Impostare gli obiettivi;
  • Selezionare la tipologia di annuncio;
  • Creare gli annunci;
  • Impostare il budget;
  • Impostare il targeting.

Infine, Google Ads offre una serie di strumenti per misurare i risultati, tra cui numero di impressioni, di click, costo per click e tasso di conversione.

Attira i clienti con il Content Marketing

contet marketing per pubblicizzare uno shop online

Quando un utente effettua una ricerca è molto complesso capire quale query può portarlo sul tuo sito e-commerce. 

Per scalare la SERP di Google, bisogna intercettare i bisogni dei clienti e puntare su una strategia di content marketing per e-commerce che includa:

  • schede prodotto;
  • pagine categoria;
  • blog. 

Le schede prodotto e le pagine categoria devono essere dettagliate e contenere tutte le informazioni previste dalla normativa e-commerce, sia per facilitare l’esperienza di acquisto del cliente che per non incorrere in sanzioni.

Ecco una piccola check list sugli elementi da inserire nella scheda prodotto:

  • fotografie dettagliate dell’articolo in vendita;
  • immagini nitide;
  • variabili disponibili (colori, quantità, taglie, dimensioni);
  • prezzo iniziale, percentuali di sconto e prezzo finale scontato;
  • la dicitura IVA inclusa.

Un elemento da mettere in evidenza per avere maggiore fiducia da parte dei clienti sono le recensioni e i commenti di chi ha già acquistato il prodotto.

Il blog è uno strumento funzionale per incrementare il traffico sul tuo sito e-commerce e fidelizzare i clienti del tuo shop.

Inoltre, grazie alle keyword inserite nei testi, potrai migliorare il tuo posizionamento su Google.

Per quanto riguarda gli argomenti, l’ideale è alternare articoli di settore, news e guide all’uso dei prodotti, cercando di mantenere alto l’interesse del tuo pubblico di riferimento.

Lavorando in questo modo riuscirai anche ad accrescere l’attenzione del pubblico più renitente, invogliandolo ad acquistare dal tuo sito.

Utilizza Google My Business

Se il tuo e-commerce è associato ad un negozio fisico, non puoi assolutamente trascurare Google My Business, lo strumento gratuito di Google che ti permette di avere una scheda online relativa alla tua attività.

Sulla scheda puoi inserire tutte le informazioni che riguardano il tuo store: posizione, orari di apertura e chiusura, promozioni e sconti.

Inoltre, su Google My Business hai uno spazio per condividere dei post e mostrare i tuoi prodotti, creando una sorta di vetrina digitale.

La scheda su Google è molto utile per fare Local SEO e promuovere il tuo negozio a livello locale. Circa la metà degli utenti che effettuano ricerche su Google intende trovare informazioni sulle attività locali, utilizzando la locuzione “vicino a me”.

Quando si crea una scheda su Google My Business bisogna seguire le indicazioni di Google e inserire le keyword più adatte alla tua attività.

È necessario, inoltre, selezionare la categoria più pertinente alla tua attività affinché la tua scheda appaia ad utenti realmente interessati.

Se hai più di un punto vendita non temere: su Google My Business è possibile inserire più negozi senza difficoltà.

Punta sulle recensioni

Recensioni clienti

Sai che la metà degli utenti non prende nemmeno in considerazione le attività che hanno meno di 4 stelle nelle recensioni?

Le recensioni forniscono informazioni preziose per chiunque voglia acquistare online. 

Essendo un acquisto al buio, in cui non si hanno certezze sul venditore e non è possibile toccare o vedere in anticipo l’articolo da portare a casa, le esperienze altrui possono essere di grande aiuto nelle valutazioni.

I consumatori, inoltre, tendono a fidarsi di più delle opinioni rilasciate da altri utenti, che percepiscono come disinteressate e oneste.

Per aumentare il numero delle recensioni sul tuo e-commerce puoi lavorare in due modi:

  • rivolgiti ai tuoi clienti, invitandoli a recensire il tuo prodotto/servizio;
  • contatta blogger e siti di settore per ottenere recensioni.

Nel primo caso, cerca di rivolgerti a clienti che hanno avuto una buona esperienza, in modo che diano un giudizio positivo.

Se vuoi avviare collaborazioni con altri siti, puoi prevedere uno scambio di prodotti o una piccola remunerazione.

Hai capito perché l’inbound marketing può far crescere le tue entrate?

Inbound marketing per pubblicizzare un sito e-commerce

Il blog, la SEO e la creatività nei contenuti sono tutte attività che vogliono attrarre clienti su un sito e-commerce.

Il loro fine è quello di convertire gli utenti che sono atterrati sullo shop, invitandoli a completare l’acquisto o invogliandoli a portare a termine altri tipi di azione.

Essi fanno parte di una strategia più ampia di inbound marketing, basata su campagne create ad hoc per attirare più clienti possibile.

Il blog è uno degli strumenti che ha più successo, perché fidelizza gli utenti e consolida le relazioni con i clienti.

Tuttavia il lavoro sui contenuti deve coinvolgere il sito a 360°, a partire dalla struttura fino ad arrivare ai social.

Il piano editoriale va organizzato in maniera olistica, tenendo conto dell’identità dello shop, delle caratteristiche dei prodotti e del loro contesto d’uso.

Così facendo, gli utenti arriveranno senza dover bussare porta per porta, in maniera naturale e pensando che il tuo e-commerce vende proprio ciò che stavano cercando.

Essendo un’agenzia web marketing, potremo gestire una strategia di promozione organica e di campagne a pagamento su Google che porterebbe maggior traffico al tuo e-commerce e farebbe decollare il tuo business.

È ora di aumentare le vendite del tuo e-commerce

Ora hai una panoramica più ampia di quali siano gli strumenti che hai a disposizione per pubblicizzare il tuo sito e-commerce.

Il marketing digitale può esserti di grande aiuto ma va utilizzato con molta competenza, senza sottovalutare aggiornamenti e nuove tendenze.

Nextre Digital è una web agency specializzata nel digital marketing, con esperti qualificati nella SEO, nel content marketing e nei social media, per aiutarti a far decollare le tue vendite. Contattaci, in poco tempo metteremo su una strategia di promozione pensata su misura per il tuo e-commerce.

Ho 27 anni e sono laureata in Digital Marketing. Sono Junior Project Manager in Nextre Digital, ma il mio percorso mi ha permesso di avere competenze trasversali nel mondo della comunicazione. La mia passione più grande è imparare il più possibile.
Richiedi informazioni

Il nostro blog

e-commerce

Qual è il prezzo di un sito e-commerce nel 2024

Hai deciso di aprire il tuo sito e-commerce e vuoi comprendere quali sono i costi per iniziare a vendere online...
Leggi tutto
e-commerce

Cosa vendere online: 10 idee per il 2024

Se vuoi che  il 2024 si riveli un anno di successo per il tuo e-commerce, allora devi azzeccare i prodotti...
Leggi tutto
e-commerce

Come creare un e-commerce con WordPress

Creare da zero una nuova attività rappresenta sempre un azzardo, a maggior ragione se si tratta di un e-commerce. Molto...
Leggi tutto
e-commerce

Come pubblicizzare un sito eCommerce

Stai provando a vendere online ma non riesci ad attirare i clienti nel tuo store? È ora di iniziare a...
Leggi tutto
e-commerce

Direttiva Omnibus: le novità per la normativa degli ecommerce

Se hai un e-commerce saprai sicuramente che il tuo business è legato al rispetto delle normative sul commercio online. Negli...
Leggi tutto
e-commerce

Come creare un e-commerce

Sei ancora indeciso se creare un e-commerce per vendere i tuoi prodotti online? Dopo aver letto questo articolo avrai le idee molto...
Leggi tutto
e-commerce

Come promuovere online prodotti a base di CBD

Premessa Promuovere prodotti a base di CBD è una sfida non indifferente per le organizzazioni che operano in questo settore....
Leggi tutto
e-commerce

E-Commerce Advertising: la pubblicità online per vendere più prodotti

Sfrutta la pubblicità online per dare una sterzata alle vendite dei prodotti del tuo e-commerce. Affidati ad una agenzia Google...
Leggi tutto
e-commerce

Consulenza e-commerce: la base per crescere online

In questo articolo affronteremo un servizio molto richiesto nel nostro ambito: la consulenza e-commerce. Vuoi imparare tutto ciò che riguarda il settore...
Leggi tutto
e-commerce

Trend e-commerce da tenere a mente per avere successo online

In pochissimo tempo le modalità di acquisto dei consumatori sono radicalmente cambiate. Quello che prima era la norma, come andare...
Leggi tutto
e-commerce SEO

Come fare SEO per e-commerce

La maggior parte delle persone che intende acquistare online inizia il processo a partire dai motori di ricerca. Questo significa...
Leggi tutto
e-commerce

Come relazionarsi con i consumatori all’epoca del Covid-19

Hai creato da poco un e-commerce e vuoi capire come affrontare al meglio la pandemia? La diffusione del virus Covid-19...
Leggi tutto
e-commerce

Perché sviluppare un e-commerce con Magento 2

Hai in mente un nuovo business e vuoi dare vita a un negozio online? Stai cercando una strategia personalizzata sulla...
Leggi tutto
e-commerce

Come scegliere la migliore piattaforma e-commerce per la tua PMI

Vuoi aprire un negozio online ma non sai quale sia la giusta piattaforma e-commerce per la tua piccola media impresa?...
Leggi tutto
e-commerce

Richiedi un preventivo per il tuo e-commerce su PrestaShop a Nextre Digital: è facile e gratuito

Hai in mente un progetto di e-commerce ma non sai ancora come realizzarlo? Prima di aprire un e-commerce online, una...
Leggi tutto
e-commerce

Esempi di siti e-commerce realizzati con WordPress

Vorresti aprire un negozio online e stai prendendo in considerazione l'idea di utilizzare WordPress come CMS? WordPress è uno dei...
Leggi tutto
e-commerce

Come pubblicizzare un sito e-commerce per migliorare le vendite

Capire come pubblicizzare un sito e-commerce sarà la chiave del tuo successo. Perché ti dico questo? Senza la giusta spinta...
Leggi tutto
e-commerce

Quanto costa creare un sito con Magento

Negli Stati Uniti, il 95% degli americani acquista online, mentre in Italia parliamo del 62% della popolazione. L’utilizzo degli e-commerce,...
Leggi tutto
e-commerce

Come importare i prodotti da Magento su Amazon – Nextre Digital

Proviamo per un attimo a immedesimarci nella tua situazione. Hai il tuo e-commerce Magento, che tutto sommato va benino, e...
Leggi tutto
e-commerce

Il tuo e-commerce non è ottimizzato per i dispositivi mobile? Ecco perché stai perdendo una grossa chance per crescere

In una realtà dominata dagli smartphone un sito web non ottimizzato per il mobile significa perdere grandi opportunità di vendita....
Leggi tutto

Richiedi informazioni

Apri chat
1
Nextre Digital
Ciao 👋
Come posso aiutarti?