CONTENT MARKETING

Come fare content marketing su LinkedIn nel 2023

Andra Gatu Dic 27 2022

Articoli, post, immagini e strategie sono alcuni dei contenuti che puoi condividere gratuitamente su LinkedIn per valorizzare il tuo brand e aumentare la tua brand awareness.

Universalmente noto come il social professionale per eccellenza, LinkedIn offre uno spazio interessante e non sovraffollato per raggiungere il proprio target di riferimento. Per ottenere visualizzazioni, repost, reazioni e commenti, tuttavia, è indispensabile sapere come fare content marketing su LinkedIn.

Attualmente le funzionalità più utilizzate su LinkedIn sono quelle collegate alla ricerca di lavoro, al personal branding o alle offerte di lavoro.

Imparando, però, a sfruttare tutte le potenzialità della piattaforma, è possibile attrarre un maggior numero di clienti, convincere i consumatori indecisi e aumentare la fedeltà dei clienti già acquisiti.

Le modalità di pubblicazione più diffuse sono i post, gli aggiornamenti di stato, le condivisioni. Tuttavia, per spopolare su LinkedIn ci sono diverse strategie valide. Ad esempio, sai che LinkedIn dà maggiore visibilità ai contenuti nativi? Oppure che è uno strumento ideale per la lead generation?

Vediamo come fare content marketing su LinkedIn sfruttando due elementi chiave: strategia e competenza. 

Perché il content marketing è efficace?

In questi ultimi anni, il content marketing ha dimostrato di essere una delle migliori strategie per entrare in contatto con il proprio target: il cliente effettua una ricerca e tu sei lì, pronto a rispondere al suo bisogno.

L’efficacia del content marketing è assolutamente evidente su Google, dove grazie a contenuti organici di valore è possibile occupare le prime posizioni nella SERP. E il content marketing con LinkedIn segue esattamente lo stesso schema:

  • l’utente inserisce un termine nella barra di ricerca;
  • il social restituisce una serie di risultati inerenti l’argomento ricercato, suddivisi in categorie (offerte di lavoro, post, aziende, persone, fornitori di servizi, gruppi, corsi, scuole e università, eventi, prodotti);
  • le persone cercano risposte alla loro necessità nei contenuti che vengono mostrati;
  • l’utente entra in contatto con il brand, visualizza i suoi contenuti, la pagina aziendale;
  • la persona inizia a seguire la pagina dell’azienda, accede al sito web, si trasforma in un potenziale cliente e, successivamente, in un cliente.

Il dovere di un’azienda, dunque, è quello di fornire risposte, laddove il cliente potrebbe cercarle.

Ma quali obiettivi si possono raggiungere con LinkedIn? Che prospettive offre? 

Definisci i tuoi obiettivi

Accade spesso che le aziende sottovalutino LinkedIn e non lo inseriscano nelle proprie strategie di marketing. O, peggio, che lo utilizzino male. Questo accade perché non hanno idea di quanto sia importante promuovere la propria azienda su Linkedin.

Hai mai riflettuto sul significato della parola link? La traduzione letterale di link è collegamento; in particolare nel settore informatico i link sono collegamenti tra punti (testi) diversi.

Il social, dunque, nasce proprio per collegare tra loro diverse risorse che, altrimenti, non sarebbero entrate in contatto.

Molte persone hanno uno sguardo limitato di LinkedIn, ossia ritengono che sia esclusivamente un social professionale per mostrare le proprie competenze. Ma questo è estremamente riduttivo. 

Oltre ad essere una vetrina in cui mostrare il proprio profilo personale, infatti, è un contenitore in cui si muovono persone. Queste possono avere necessità personali o agire per conto dell’azienda per la quale lavorano. Per cui, devi imparare a definire i tuoi obiettivi e sviluppare la tua content strategy su linkedin.

Come abbiamo visto, quindi, l’attività di base è quella di generare relazioni e di entrare in contatto con un target molto profilato

Ma oltre a questo, cosa potresti fare? Perché è importante fare Lead Generation con LinkedIn?

Grazie a contenuti utili e di valore, hai la possibilità di creare una tua community e di aumentare la fidelizzazione dei tuoi clienti.

Questo ti permette di promuovere i prodotti e servizi che offri e di aumentare il numero dei tuoi lead. E ad un maggior numero di lead corrisponde, quasi inevitabilmente, un aumento delle conversioni.

Dunque sta a te capire come fare content marketing su LinkedIn e stabilire gli obiettivi da raggiungere. 

Content marketing

Scopri come possiamo portare più traffico al tuo sito o e-commerce.

  • Realizza contenuti virali ad altissima efficacia
  • Trasforma visitatori e contatti in clienti fedeli e ricorrenti
  • Scrivi e racconta storie per creare un legame con il lettore

Definisci il tuo pubblico

A seconda del tuo obiettivo, dovrai definire le caratteristiche del target vuoi raggiungere. 

Hai mai sentito parlare di buyer personas? Si tratta della definizione del cliente ideale, l’archetipo, verso il quale indirizzare la propria strategia di content marketing.

Chi potrebbe trarre benefici dal prodotto/servizio che offri? Chi potrebbe avere il budget per acquistarlo? Quali informazioni potresti offrire?

Rispondendo a queste domande puoi avere una definizione più chiara del tuo pubblico di riferimento. 

Ricorda che su LinkedIn ogni utente, oltre ad agire in quanto persona, può rappresentare la propria organizzazione. Per cui, quando bisogna riflettere sul budget disponibile o sui benefici che offri, è essenziale che tu abbia una visione molto ampia del target. 

Costruisci il tuo funnel di vendita

Dopo avere stabilito gli obiettivi della tua content strategy su LinkedIn e definito il tuo target, è necessario che tu costruisca il tuo funnel di vendita

In genere, non tutti sono disposti ad agire concretamente al primo contatto con un’azienda, ma hanno bisogno di prendere una maggiore confidenza con il brand.

A questo scopo è indispensabile predisporre una serie di touch point, almeno sei o otto, per incentivarli all’acquisto. Grazie a LinkedIn è possibile aumentare il numero dei touchpoint e alimentare la fiducia del cliente al punto di portarlo sul tuo sito e concludere l’azione.

È ovvio che questo richiede tempo, strategia e valore. Il rapporto di fiducia con altri utenti non si costruisce dall’oggi al domani e passa dalla diffusione di contenuti accattivanti, interessanti, coinvolgenti e utili.

Le strategie mirate a portare gli utenti nel tuo funnel di vendita sono diverse e includono:

  • inserimento di link al tuo sito all’interno di ogni post;
  • creazione di una lista di contatti;
  • invio regolare di newsletter;
  • utilizzo sinergico dei vari social;
  • creazione di lead magnet, come guide o altre risorse gratuite.

Alla base di un buon funnel c’è l’interazione costante con l’utente, attraverso i commenti, le reaction, la diffusione di risorse utili sui gruppi, l’aumento del numero dei contatti, l’utilizzo dei direct message.

Scegli quali argomenti e temi pubblicare

Esattamente come gli altri social network, LinkedIn permette di pubblicare diversi tipi di contenuto: articoli, aggiornamenti di stato, video, immagini, link a risorse esterne, post.

Ovviamente, preferisce che gli utenti proseguano la navigazione all’interno della piattaforma, quindi dà più spazio ai contenuti nativi. Ma, integrando contenuti nativi e link a risorse esterne è possibile che si vedano entrambi, scansando il rischio di subire penalizzazioni.

Considerando che la creazione di contenuti per LinkedIn è ancora agli albori, la piattaforma premia i content creatori che pubblicano articoli originali, testi corposi e dal contenuto informativo

A differenza di altri social, su LinkedIn i testi hanno moltissima visibilità e permettono di raggiungere un alto numero di utenti senza il bisogno di sponsorizzare.

Affinché la tua attività di content marketing abbia valore, non puoi assolutamente ignorare le caratteristiche del tuo target. È proprio tenendo conto dei bisogni delle persone hai la possibilità di generare reazioni e di creare un buon livello di coinvolgimento.

Le immagini sono tra i contenuti più attraenti sui social, poiché hanno la capacità di fermare l’occhio e coinvolgere un gran numero di utenti.

LinkedIn tende a privilegiare, in particolare, i video, per offrire contenuti più variegati agli utenti. Ovviamente, i video devono essere curati in ogni aspetto in modo che l’utente capisca che dietro non c’è improvvisazione ma competenza e progettualità

Grazie alla loro immediatezza, i post di testo mantengono un ruolo fondamentale nella comunicazione sui social.  

Un altro evergreen su LinkedIn è il LinkedIn Status Update, ossia l’aggiornamento dello stato. Questo strumento serve per diffondere i propri cambiamenti di stato attraverso brevi messaggi.

Per capire come fare content marketing su LinkedIn è essenziale che tu conosca bene la piattaforma e le funzioni che hai a disposizione.

I tuoi contenuti non vanno necessariamente pubblicati sul tuo profilo, ma puoi avere una pagina aziendale dove pubblicare post, articoli e contenuti multimediali. Inoltre, tra gli strumenti più interessanti ci sono i direct message, i gruppi e le community.

Definisci uno stile per i contenuti

Una pagina aziendale rappresenta l’estensione dell’azienda sui social. Sei tu che interagisci con altri utenti, per cui il tono di voce che utilizzi deve essere in linea con il tuo stile di comunicazione.

Se, in genere, ti rivolgi in modo professionale ma amichevole ai tuoi clienti, sui social dovrai essere coerente. Puoi adottare qualsiasi tipo di stile – ironico, serioso o distaccato –  l’importante è che tu sappia sfruttare la grandissima opportunità che offrono i social, ossia quella di entrare in empatia con gli altri utenti.

Per fare content marketing su LinkedIn, dai un’occhiata ai contenuti dei tuoi competitor e ai trend del tuo settore di appartenenza. Così ti renderai conto di quali contenuti hanno un maggior appeal su un target in linea con il tuo.

Attualmente, in linea generale, sono molto apprezzate le guide (i famosi how to) e i contenuti emozionali.

Conclusione

Pronto per fare content marketing con Linkedin?

LinkedIn, nel tempo, sta conquistando un ruolo essenziale nella strategia di comunicazione delle aziende. Sono sempre di più gli utenti che lo utilizzano regolarmente, per mostrare le proprie competenze, per interagire con altri professionisti e per andare alla ricerca di brand interessanti.

La chiave per ottenere successo con Linkedin sta nel valore dei contenuti e nella regolarità delle pubblicazioni. Non è possibile fare lead generation con contenuti spot e senza una strategia adeguata a monte.

Il content marketing è un’insieme di attività che non si limitano solo alla redazione di un post, ma includono la creazione di un piano editoriale e di un calendario editoriale, l’abilità nello scrivere contenuti interessanti, la capacità di alternare contenuti diversi, la scelta del tone of voice appropriato.

Queste competenze, in genere, appartengono a figure professionali diverse, come il copywriter, il social media strategist, il content creator. Alle quali si aggiunge anche tutta la parte relativa alle immagini e ai video, da affidare a grafici, fotografi e videomaker. Ed è improbabile che un’azienda abbia competenze così specifiche all’interno.Se vuoi ottenere risultati reali con LinkedIn, contattaci per una consulenza. Noi di Nextre Digital abbiamo tutte le risorse e le competenze per aiutarti a sfruttare al meglio la piattaforma e trarne vantaggio proprio ora, in un momento in cui lo spazio per emergere e consolidare la tua presenza è veramente interessante.

Richiedi informazioni

Il nostro blog